CALCIO

Serie B. Forte lancia in orbita il Pescara. La Pro Vercelli si arrende alla distanza (1-0)

Gara complicatissima risolta alla mezz'ora della ripresa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

159

Serie B. Forte lancia in orbita il Pescara. La Pro Vercelli si arrende alla distanza (1-0)

PESCARA. Con una prestazione gagliarda e generosa il Pescara alla distanza supera 1-0 la Pro Vercelli in una gara complicatissima da sbloccare. Decisivo Forte alla mezz'ora della ripresa, dopo vari tentativi degli abruzzesi andati a cozzare contro il muro eretto dall'undici di Foscarini.

Nel Pescara a caccia di conferme dopo il convincente successo di Trapani nessuna novità o sorpresa di formazione. In difesa Campagnaro, Zuparic, Crescenzi e Fiamozzi a protezione della porta di Fiorillo. A centrocampo Verre, Mandragora e Selasi con Benali trequartista a supporto del tandem tutto tecnica e velocità Caprari-Lapadula. Solo panchina per Cocco, fin qui oggetto misterioso della stagione adriatica.

Pro Vercelli di mister Foscarini (seconda gara in panchina dopo il successo con l'Entella) schierata con il 4-3-3 in fase di non possesso: in avanti tridente composto da Sprocati e Di Roberto al lati dello spauracchio Marchi.

Il primo guizzo della gara è della Pro Vercelli. Preciso traversone di Berra poi Sprocati di prima intenzione dal limite non ha inquadrato lo specchio della porta.

In avvio grande difficoltà per gli abruzzesi nel cercare il pertugio giusto, con una Pro Vercelli che fa densità a centrocampo e che non lascia spazi per le verticalizzazioni dei centrocampisti. Per contro i piemontesi si fanno vedere con conlcusioni dalla media e lunga distanza: al decimo Scaglia direttamente su calcio di punizione sfiora l'incrocio.

Al 14esimo finalmente si fa vivo il Pescara. Bella azione manovrata e rasoiata finale dal limite di Benali che termina sul fondo di pochissimo. Due giri di orologio ed un colpo di testa di Verre nel mezzo termina tra le braccia di Pigliacelli. Il possesso palla dei biancazzurri è sterile ma appena si alzano i giri motore della manovra sono guai per i piemontesi. Prima del riposo strepitoso Crescenzi che in piena area si libera di un avversario e costringe Pigliacelli al difficilissimo intervento in corner.

Nella ripresa partenza subito a spron battuto del Pescara, che spinto dal pubblico dell'Adriatico al terzo minuto sfiora l'uno a zero. Azione velocissima e conclusione finale di Verre tutto solo davanti a Pigliacelli che termina sul palo.

Si alzano i ritmi e all'ottavo Lapadula di testa sfiora il bersaglio grosso su cioccolatino perfetto di Crescenzi dalla sinistra.

Al quarto d'ora primi cambi per Oddo. Fuori Benali, dentro Cocco con Caprari che arretra nel ruolo di trequartista dietro le 2 punte. Col passare dei minuti però si esaurisce l'iniziativa dei padroni di casa. Al 25esimo altro cambio tattico di Oddo: dentro Forte e fuori Verre per un modulo a trazione iper-offensiva con 4 attaccanti di ruolo. E la sostituzione è subito vincente. Conclusione sotto misura di Lapadula sotto la traversa al 29esimo e poi ribattuta vincente a rete proprio del neo-entrato Forte. Grandi proteste dei piemontesi per un presunto fallo a centrocampo in origine dell'azione del vantaggio non sanzionato.

La Pro Vercelli sbanda e al 32esimo soltanto un Pigliacelli stratosferico nega la gioia del raddoppio a Lapadula.

Finale senza grossi sussulti, con il Pescara che controlla agevolmente il prezioso vantaggio.

Prossimo impegno degli adriatici lunedì sera alle ore 20,30 sul terreno del Novara dell'ex (tutt'altro che amato, ndr) Marco Baroni.


PESCARA-PRO VERCELLI 1-0 (primo tempo 0-0)

MARCATORI: 29'st Forte (Pe).

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Zuparic, Campagnaro, Crescenzi; Selasi, Mandragora, Verre (26'st Forte); Benali (15'st Cocco); Caprari (39'st Bruno), Lapadula. A disposizione: Aresti, Zampano, Bulevardi, Mitrita, Cappelluzzo, Torreira. Allenatore: Oddo.

PRO VERCELLI (4-3-3): Pigliacelli; Berra, Legati, Coly, Scaglia; Ardizzone, Matute, Scavone; Di Roberto (40'st Gatto), Marchi, Sprocati (24'st Mustacchio). A disposizione: Melgrati, Bani, Redolfi, Beltrame, Filippini, Beretta, Luperini. Allenatore: Foscarini.

ARBITRO: Riccardo Ros della sezione di Pordenone (De Troia-Disalvo).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 7mila spettatori. Ammoniti: Legati, Caprari, Fiamozzi, Zuparic, Di Roberto, Ardizzone, Mandragora, Forte. Espulsi: nessuno.

Andrea Sacchini