CALCIO

Serie B. Valoti non basta. Il Pescara regala un punto (1-1) alla Salernitana

Campani in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo. Pari di Gabionetta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

98

Serie B. Valoti non basta. Il Pescara regala un punto (1-1) alla Salernitana


PESCARA. In vantaggio al termine del primo tempo di un gol e di un uomo, il Pescara getta alle ortiche la ghiotta possibilità dei 3 punti pareggiando 1-1 con la Salernitana.

Nessuna novità di formazione decisa da Oddo, che in sostanza dà fiducia allo stesso undici che ha strappato tanti applausi ma un solo punto a Bari. Out gli infortunati Crescenzi, Forte e Sansovini con Campagnaro ancora in forte ritardo di condizione, linea di difesa a quattro formata da Fiamozzi, Fornasier, Zuparic e Zampano di fronte a Fiorillo. A centrocampo Memushaj, Mandragora (preferito ancora una volta a Torreira) e Verre; in avanti Valoti tra le linee in appoggio alla coppia Cocco-Lapadula (nuovamente Caprari soltanto in panchina).

Nella Salernitana ha recuperato Gabionetta e Torrente sceglie il collaudato 4-3-3 con l'ex Crotone e Bovo a sostegno di Coda. Neanche in panchina l'attesissimo Donnarumma. Arbitra Nasca di Bari.

Inizio di gara timido e confusionario dei biancazzurri, forse sorpresi dal grande pressing dei granata.

Dopo un iniziale appannamento con tanti passaggi imprecisi a dare il là al contropiede degli ospiti, col trascorrere dei minuti il Pescara riordina le idee e comincia a farsi vedere con una certa insistenza dalle parti di Terracciano. La prima conclusione verso lo specchio della porta però è della Salernitana: Gabionetta da fuori spara sul fondo.

Il Pescara si fa preferire nel palleggio ma gli ospiti sono più concreti e meno leziosi dalla metà campo in su. Al 16esimo la prima clamorosa palla gol dell'incontro. Sbaglia il disimpegno Fiamozzi che innesca Coda nel cuore dell'area di rigore: palla rimpallata da un difensore che sfiora di un nulla il bersaglio grosso.

Al 19esimo però come un lampo ecco il vantaggio del Pescara. Lapadula lavora un bel pallone per Valoti che con una finta si libera di un difensore granata e insacca alle spalle di Terracciano.

Il vantaggio scuote i biancazzurri e spaventa la Salernitana, incapace di macinare gioco dopo il buon avvio. Al 25esimo prima Cocco sfiora il 2-0, poi di testa Zuparic sugli sviluppi di un corner non inquadra di poco lo specchio.

Al 36esimo Lapadula al volo da posizione decentrata chiama il portiere della Salernitana al non facile intervento.

Prima del riposo sciocchezza di Schiavi (rosso per scorrettezza nei confronti di Lapadula, ndr) e gara ancora più in salita per i granata.

Nella ripresa facile gestione della gara almeno in avvio per i biancazzurri, forti del vantaggio e della superiorità numerica.

Tutto sotto controllo ma al 15esimo sugli sviluppi di un fallo sciocco di Torreira, calcio di punizione dal limite di Gabionetta che da posizione decentrata sorprende sul primo palo Fiorillo, tutt'altro che esente da responsabilità.

La reazione del Pescara è veemente. Prima Caprari realizza il 2-1 annullato per posizione inesistente di fuorigioco, poi Lapadula appena entrato in area sfiora il bersaglio grosso.

Girandola di cambi ma anche in 11 contro 10 è la Salernitana a creare i pericoli maggiori, complice una difesa impreparata e facilmente aggirabile. Al 32esimo Eusepi in piena area costringe Fiorillo all'intervento da campione.

Pressione nel finale con qualche buona chance creata, ma i risultato non cambierà.

Sabato prossimo trasferta sul campo del Vicenza dell'ex Marino.


PESCARA-SALERNITANA 1-1 (primo tempo 1-0)

MARCATORI: 19'pt Valoti (Pe); 15'st Gabionetta (Sa).

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Fornasier, Zuparic, Zampano; Memushaj, Mandragora (7'st Torreira), Verre (30'st Benali); Valoti; Lapadula, Cocco (16'st Caprari). A disposizione: Aresti, Bunoza, Mignanelli, Selasi, Bulevardi, Cappelluzzo. Allenatore: Oddo.

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Colombo, Trevisan, Schiavi, Rossi; Sciaudone (6'st Perrulli), Pestrin, Bovo; Gabionetta (29'st Eusepi), Coda (16'st Troianiello), Moro. A disposizione: Strakosha, Pollace, Franco, Empereur, Odjier, Milinkovic. Allenatore: Torrente.

ARBITRO: Luigi Nasca della sezione di Bari (Borzomì-Gori).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 9mila spettatori (circa 700 provenienti da Salerno). Ammoniti: Schiavi, Memushaj, Moro, Rossi, Verre, Troianiello. Espulsi: 46'pt Schiavi (Sa).

Andrea Sacchini