CALCIO

Serie B. Gara spettacolo ma tra Bari e Pescara manca soltanto il gol (0-0)

Martedì nel turno infrasettimanale i biancazzurri ospitano la Salerninata

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

117

Serie B. Gara spettacolo ma tra Bari e Pescara manca soltanto il gol (0-0)

PESCARA. Occasioni da una parte e dall'altra, calcio spettacolo ed emozioni tra Bari e Pescara è soltanto 0-0.

Rispetto all'undici che ha battuto il Perugia, diverse novità di formazione e tutte a centrocampo. Largo dal primo minuto a Benali e Mandragora in luogo di Valoti e Torreira. Per il resto solito 4-3-1-2 con Zampano, Fornasier, Zuparic e Crescenzi a protezione della porta del rientrante Fiorillo. Memushaj e Verre a completare la batteria dei centrocampisti con il tandem offensivo composto da Cocco e Lapadula.

Nel Bari mister Nicola sceglie i “piccoli” De Luca e Rosina ai lati del grande ex Riccardo Maniero. Arbitra Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli.

Parte meglio il Pescara con pressing alto e poca libertà di pensiero lasciata ai centrocampisti baresi. Al quarto la prima palla gol è dei biancazzurri. Errore grossolano della difesa de Bari e Lapadula da 2 passi ostacolato da Di Cesare spara altissimo.

Il Pescara gioca meglio e riesce a trovare la profondità con grande facilità, senza però riuscire a creare occasioni da gol pulite. Al 21esimo da posizione decentrata Verre controlla un buon pallone ma conclude debolmente tra le braccia di Guarna.

Bari in difficoltà ma Pescara incapace di incidere nell'ultimo passaggio. Col passare dei minuti però i padroni di casa alzano il proprio baricentro.

Al 39esimo però sugli sviluppi di un calcio d'angolo l'occasione più nitida del primo tempo è per il Bari. Calcio d'angolo tagliato di Rosina per la testa di Maniero che sfiora il palo a Fiorillo battuto.

La gara cambia. Al 41esimo soluzione orribile su calcio d'angolo di Verre e contropiede micidiale del Bari che porta alla conclusione Valiani tutto solo davanti a Fiorillo: strepitoso nella respinta di piede il portiere biancazzurro. In chiusura di frazione è solo Bari. Altra ripartenza quasi allo scadere di De Luca e rasoiata dal limite che termina sul fondo di pochissimo.

Nella ripresa Bari col piede pigiato sull'acceleratore. Al secondo fuga di De Luca e conclusione dal limite che termina sul fondo controllata da Fiorillo. Al settimo altro tentativo questa volta da posizione decentrata di Defendi: sicuro sul primo palo il portiere adriatico.

Al 12esimo ancora una volta Fiorillo protagonista assoluto. Rosina lavora un ottimo pallone per Valiani che elude la marcatura dei 2 centrali e tutto solo davanti a Fiorillo sceglie la potenza ma non la precisione: di piede salva ancora il portiere.

Sul capovolgimento di fronte Lapadula spara sul fondo.

Grande difficoltà nel fare filtro da parte del centrocampo del Pescara e Oddo sceglie di giocare la carta Torreira per Verre. Chiara anche l'intenzione del tecnico pescarese di dare maggiore geometria alle azioni d'attacco palla al piede. Per dar manforte in avanti a Lapadula e Cocco, sempre più isolati col trascorrere del cronometro, dentro anche Caprari per dare velocità e imprevedibilità. Ed il cambio suscita subito gli effetti desiderati da Oddo: Lapadula per Caprari che esalta da posizione ravvicinata i riflessi di Guarna. L'estremo difensore barese ancora protagonista al minuto 32 su Lapadula.

Al 35esimo Maniero da fuori area senza nessuna opposizione sfiora il palo alla sinistra di Fiorillo.

In chiusura grande chance sulla testa di Lapadula che da 2 passi sparacchia alto.

Martedì allo stadio Adriatico arriva nel turno infrasettimanale la Salerninata.


BARI-PESCARA 0-0 (primo tempo 0-0)


MARCATORI: nessuno.

BARI (4-3-3): Guarna; Sabelli, Di Cesare, Contini, Del Grosso; Defendi (38'st Boateng), Donati (19'st Romizi), Valiani; De Luca, Maniero, Rosina (26'st Sansone). A disposizione: Micai, Gemiti, Tonucci, Rada, Gentsoglou, Puscas. Allenatore: Nicola.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Zuparic, Crescenzi (22'st Fiamozzi); Verre (17'st Torreira), Mandragora, Memushaj; Benali (28'st Caprari); Lapadula, Cocco. A disposizione: Aresti, Mignanelli, Bunoza, Selasi, Valoti, Cappelluzzo. Allenatore: Oddo.

ARBITRO: Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli (Liberti-Mondin).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 20mila spettatori. Ammoniti: De Luca, Defendi, Sabelli, Zampano. Espulsi: nessuno.Andrea Sacchini