BASKET

L'Italia ancora super. Batte anche la Germania. Oggi la Serbia

Vittoria sofferta ma meritata. Si gioca alle 14,30

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

31

basket

BERLINO. Sofferta ma meritatissima qualificazione degli Azzurri, che battono la Germania dopo un supplementare (89-82) e accedono alla fase di Lille. Dopo la splendida prestazione contro la Spagna, la squadra di Pianigiani ha sfoggiato una partita solida e di gran cuore, passata per la maggior parte del tempo a rincorrere. Nell’ultimo quarto, e poi all’overtime, gli Azzurri hanno dimostrato di valere una delle prime tre posizioni nel ranking del girone più duro di tutto l’EuroBasket. Saranno gli altri risultati a dire quale sarà il piazzamento finale dell’Italia. Oggi infatti, alle 14.30, si torna in campo contro l’ancora imbattuta Serbia (Sky Sport 3 HD). Miglior marcatore della gara Danilo Gallinari con 25 punti (9 rimbalzi).
A Berlino per assistere alla gara anche il Presidente del CONI Giovanni Malagò, che prima del match ha salutato gli Azzurri in hotel.
“Ancora una grande partita di pallacanestro - ha commentato il CT Simone Pianigiani - contro una squadra che disputava una sorta finale in casa. All'inizio non è stato facile perché abbiamo un po' perso il ritmo in attacco anche a causa della fatica fatta contro la Spagna ieri. Poi i ragazzi sono stati bravi a rimanere mentalmente nel match e a ricucire sempre non consentendo ai tedeschi di allungare troppo. Ci manca abitudine a queste partite ma ho visto in campo tanta anima. Volevamo salvarci da questo girone durissimo e meritatamente non lo passeremo come quarti. Domani, sono sincero, dovremo contarci anche perché giocheremo alle 14.30. Contro la Serbia giochiamo sapendo che possiamo arrivare al primo posto ma avremo anche una certa serenità visto che anche da terzi avremo il vantaggio di un giorno di riposo in più visto che saremo in campo domenica"
Come previsto, lo spareggio contro i tedeschi non è una passeggiata. A cominciare dal pubblico di casa, fattore importante alla Mercedes-Benz Arena (sold out). Trascinati dall’asse play-pivot NBA Schroder/Nowitzki, i tedeschi mettono subito le mani sul match. Il vantaggio però è esiguo, anche perché gli Azzurri come di consueto trovano sempre un protagonista capace di capitalizzare il gioco. Il primo è Bargnani, che firma 9 punti (superando quota 1000 in Azzurro) in un primo quarto che vede la squadra di Fleming avanti 22-17. Nella seconda frazione i trascinatori sono Gentile, Aradori (due triple consecutive) e Gallinari (anche per lui due bombe in fila). Nel mezzo c’è tanta battaglia sotto i tabelloni e la voglia non lasciar scappar via la Germania. Dopo 20 minuti sempre a rincorrere, il pareggio arriva sulla sirena dell’intervallo con Hackett. Si va al riposo lungo sul 42-42. 
Non comincia bene la ripresa: arrivano i primi punti di Beli (con terzo fallo per lui) ma la Germania trova lo spunto per provare a strappare con la tripla di Benzing e il canestro di Nowitzki (55-45 al 25esimo). Sul -10 è Gallinari a suonare la sveglia: fa ammattire King nel giro di quattro azioni (2°, 3° e 4° fallo per il tedesco). Dalla lunetta costruisce poi il nuovo -3 (54-57) anche se il divario all’ultima interruzione sorride ancora ai tedeschi (59-54).
La tripla di Schaffartzik in avvio di ultima frazione pesa come un macigno ma poi arrivano le bombe del Mago e di Beli a ridare speranza. Il pareggio è di Gentile (63-63, 8-0 il parziale). 
Schroder e Nowitzki provano a scappare per l’ennesima volta ma è il momento di Belinelli: dopo 3 quarti di attesa il numero 3 Azzurro si scatena e le sue due triple portano in vantaggio l’Italia a 5 dalla fine. Il finale è punto a punto e tiratissimo. Il layup di Schroder non va: overtime sul 76-76. 
Nei cinque supplementari l’Italia è senza Gentile, la Germania senza Benzing e King. Presto abbandona la contesa anche Bargnani e la lotta si fa serrata. Contano tantissimo i rimbalzi di Aradori prima della tripla di Belinelli che vale il +5. L’Italia chiude 89-82 staccando il pass per Lille e per uno scontro diretto con una delle squadre del gruppo A. 
Con i 17 punti odierni, Marco Belinelli entra nella top ten (decimo posto) dei migliori realizzatori di sempre in Nazionale (1642). Superato Gianluca Basile a quota 1640. 

 Italia-Germania 89-82 d1ts (17-22, 25-20, 12-18, 22-17, 13-6) 

Italia: Della Valle ne, Belinelli 17 (1/2, 4/14), Aradori 6 (0/3, 2/2), Gentile 15 (5/13, 1/3), Gallinari 25 (3/5, 2/6), Bargnani 17 (7/9, 1/3), Cusin, Datome ne, Melli 2 (0/1 da tre), Cinciarini 4 (2/2, 0/1), Hackett 3 (1/4, 0/2), Polonara. All: Pianigiani
Germania: Germania: Lo 2 (1/2, 0/3), Giffey (0/1 da tre), King 3 (1/2 da tre), Schaffartzik 5 (1/1, 1/2), Tadda 4 (2/2, 0/1), Pleiss 10 (3/6), Benzing 3 (1/3), Nowitzki 14 (4/9, 0/4), Schroder 29 (10/18, 1/2), Zipser 11 (4/6, 0/1), Gavel 1 (0/1, 0/1), Voigtmann ne. All: Fleming
Arbitri: Christodoulou (Gre), Radovic (Cro), Koljensic (Mne)
Tiri da due Ita19/38, Ger 25/47; Tiri da tre Ita 10/32, Ger 4/20; Tiri liberi Ita 21/25, Ger 20/24. Rimbalzi Ita 38, Ger 39. Assist Ita 17, Ger 18. 
Cinque falli: Benzing, King, Gentile, Bargnani
Note: Bargnani ha superato questa sera quota 1000 punti in Nazionale. 

 Andrea Sacchini