Nazionale. Domani a Firenze gli azzurri ricevono Malta. Eder: "andremo lontani"

Bertolacci non sottovaluta i maltesi: "pericolosi nelle ripartenze"

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

66

Nazionale. Domani a Firenze gli azzurri ricevono Malta. Eder: "andremo lontani"

FIRENZE. Si avvicina il debutto stagionale della Nazionale di Antonio Conte, che continua a lavorare a Coverciano in vista del match con Malta in programma giovedì a Firenze. Dopo le parole di ieri di Antonio Conte, oggi in conferenza stampa è stata la volta di Eder e Andrea Bertolacci. Protagonista assoluto di questo inizio di campionato e attuale capocannoniere della Serie A con 4 reti realizzate in due giornate, Eder Citadin Martins spera che questo momento magico possa proseguire con la maglia della Nazionale, con cui lo scorso 28 marzo ha segnato all’esordio in Bulgaria il gol che ha regalato agli Azzurri un pareggio sofferto quanto prezioso. 
“Siamo appena all’inizio, è importante avere continuità da qui alla fine. L’anno scorso ho segnato il mio primo gol alla decima giornata e sono riuscito comunque a fare un campionato positivo. Sono contento di essere qui e di far parte di questo gruppo – spiega in conferenza l’attaccante della Sampdoria - darò il mio meglio ogni volta che sarò chiamato in causa. Non so se sarò titolare, mi metto a disposizione del mister. Questa Nazionale ha giocatori giovani e altri esperti, lavorando seriamente possiamo centrare grandi obiettivi”.
Antonio Conte ha sottolineato che per guadagnarsi la convocazione in Nazionale sarà fondamentale avere un buon minutaggio con la squadra di club, Eder a Genova non sembra correre rischi: “Se giochi 38 partite di campionato è normale che quando arrivi in Nazionale stai bene fisicamente, mentre chi non gioca molto magari non ha il ritmo partita”.
Condivide il ragionamento di Conte anche Andrea Bertolacci che, dopo una stagione da protagonista con la maglia del Genoa, ha iniziato una nuova avventura con il Milan: “Solo chi gioca con il club può meritare di andare in Nazionale. Sappiamo che vincendo queste due partite saremmo qualificati, giovedì e domenica dovremo scendere in campo con questo pensiero e fare risultato”. 
Il prossimo avversario sulla strada che porta ad EURO 2016 è Malta, battuta solo di misura lo scorso ottobre: “Come abbiamo visto all’andata – ricorda Bertolacci – è una squadra che si chiude molto e che fa delle ripartenze la propria arma. Dovremo stare molto attenti”.