CALCIO

Nazionale. Gli azzurri cercano il pass per gli Europei con Malta e Bulgaria

Conte: "Settimana importante per il futuro...". Tra i convocati c'è Verratti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

37

Nazionale. Gli azzurri cercano il pass per gli Europei con Malta e Bulgaria

Antonio Conte

COVERCIANO. A oltre due mesi di distanza dall’ultimo impegno, l’amichevole di giugno con il Portogallo, la Nazionale di Antonio Conte si è ritrovata a Coverciano per aprire un nuovo capitolo del suo cammino che porta al prossimo Campionato Europeo. Si riparte da Malta e da Firenze, dove gli Azzurri esordiranno giovedì sera, prima di affrontare l’altra gara di qualificazione contro la Bulgaria, in programma domenica 6 a Palermo. Terminate le vacanze, è tempo di fare sul serio, di accantonare il campionato e il ct trasmette il primo, importante input: “L'obbligo – dichiara - è di tuffarsi nell'esperienza azzurra. E' una settimana importante, con due vittorie contro Malta e Bulgaria possiamo mettere un sigillo sulla qualificazione agli Europei. I giocatori sanno che in Nazionale almeno per una settimana il discorso campionato si chiude. E' normale che chi ha vinto è più contento e chi ha perso meno, ma noi dobbiamo pensare alle nostre partite. L'obiettivo è vincerle tutte e arrivare in testa alla classifica del girone, ottenere quattro vittorie anche per l'autostima e la fiducia. Per crescere sotto tutti i punti di vista”.
Restano quattro gare per chiudere il girone, si parte con Malta: “La Nazionale – osserva Conte - deve essere tifata da parte di tutti, mi auguro che lo stadio di Firenze possa darci un sostegno importante: è fondamentale ottenere questi 6 punti, vuol dire poter iniziare a prepararsi meglio per giugno. Malta è una squadra cresciuta molto negli ultimi anni, difende con otto effettivi ed è un avversario ostico per tutti”.
E il cammino riprende con i problemi di sempre. “Pochi italiani in campo in Serie A? Sarò molto attento al campionato – replica Conte alla domanda di un giornalista - e a chi gioca. Ho mantenuto il gruppo dello scorso anno, ma è inevitabile che, se dovesse perdurare la situazione di alcuni giocatori che non giocano, la Nazionale per loro è a rischio. Le riforme? Quando sono attuate, serve che passi del tempo per vedere i benefici. Al di là di questo, penso che convenga concentrarci e lavorare sul materiale che abbiamo, altrimenti cercheremmo delle ipotesi che non esistono. Con quello che abbiamo dobbiamo cercare di ottenere il massimo”.
Non solo calcio per Conte. Il cittì ha inviato un augurio speciale agli azzurri del basket in vista dell'inizio degli Europei: “Ho sentito il presidente Petrucci – ha dichiarato – e conosco Pianigiani dai tempi di Siena, faccio a tutti i ragazzi
della Nazionale un grosso in bocca al lupo per gli Europei, sono convinto che faranno grandi cose”. Dal basket al motociclismo, Conte parla anche di Valentino Rossi, vincitore a Silverstone: “E’ immortale, è un vincente nel cuore e nell'anima. Ieri ha fatto qualcosa di straordinario. Dove lo farei giocare se fosse un calciatore? Come esterno offensivo, potrebbe farci qualche gol. Se ci servono tanti Rossi? Li abbiamo, li facciamo crescere”.
Una risposta anche alle dichiarazioni di Prandelli: “Ha detto che la Nazionale non ha un futuro? Nei 4 anni bellissimi che ha fatto in azzurro si è scontrato con problemi che esistono, ma noi ora dobbiamo concentrarci e lavorare con quel che abbiamo
sfruttandolo al massimo. Noi allenatori siamo come dei sarti e dobbiamo fare l'abito col materiale che abbiamo, un materiale bellissimo. Non è importante che dica se quello che oggi ho a disposizione è poco o molto, il fatto che rispetto agli anni passati i grandi club siano tornati a investire molto significa che si vuole far tornare il calcio
italiano nelle prime pagine. Mi auguro che sia una risposta anche sul campo, pure nelle coppe europee”.