PALLONE MARCIO

Calcioscommesse: Savona-Teramo nel mirino Procura Figc

Giornata di audizioni su match che decise la promozione abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

403

Calcioscommesse: Savona-Teramo nel mirino Procura Figc

 ROMA.  Si stringe il cerchio degli 007 della Procura Figc su Savona-Teramo. In via Campania, infatti, dell'ampia inchiesta 'Dirty Soccer', nata dalla Procura di Catanzaro, si sono focalizzati sul match (vinto 2-0) che lo scorso 2 maggio diede agli abruzzesi la storica promozione in Serie B. Il club di Campitelli rischia, infatti, il deferimento per responsabilità diretta (e quindi la retrocessione) e il pool del procuratore Palazzi darà priorità quindi a questo stralcio d'inchiesta che potrà condizionare la griglia di partenza del campionato cadetto. Nel pomeriggio sono sfilati davanti ai federali il calciatore del Savona Marco Cabeccia e gli ex Alessandro Marchetti, Fabio Eguelfi, Jacopo Galimberti e l'ex consulente della squadra ligure, Enrico Ceniccola. Secondo la polizia di Catanzaro «le indagini hanno portato alla luce come la dirigenza del Teramo abbia raggiunto tanto risultato dando mandato all'esperto di frodi sportive, Ercole Di Nicola, direttore sportivo de L'Aquila e già indagato nell'operazione 'Dirty soccer', affinché combinasse il risultato dell'incontro procurando la vittoria al Teramo».

 Per un corrispettivo di 30mila euro. Il calciatore del San Paolo Padova, Davide Matteini, avrebbe tentato invano di corrompere Cabeccia e Marchetti prima che, secondo l'accusa, il Teramo e Di Nicola arrivassero al consulente di mercato del Savona Marco Barghigiani, incontrato nei pressi di Fabro (Umbria) il 30 aprile e ad Albisola (vicino a Savona) il giorno del match. Ceniccola però oggi ha smentito questa ricostruzione: gli incontri vertevano sulla cessione di tre giocatori a L'Aquila (tra cui Eguelfi) e sul passaggio del 56% delle quote del Savona a un imprenditore vicino a Di Nicola.

«Abbiamo prodotto una documentazione che dimostra l'esistenza di un mandato conferito dal presidente Dellepiane per la vendita delle quote del Savona Calcio», rivela il legale Paolo Gallitelli. La settimana prossima dovrebbero svolgersi le ultime audizioni, ma l'inchiesta è ben avviata e entro una decina di giorni potrebbero scattare i deferimenti che, i primi di agosto, daranno il via al processo.