CALCIO

Delfino Pescara. Panchina: volata Oddo-Zeman. Mercato: addio Zampano e Salamon

Da definire la comproprietà di Politano con la Roma. Melchiorri parte solo per la A

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

637

Delfino Pescara. Panchina: volata Oddo-Zeman. Mercato: addio Zampano e Salamon

PESCARA. L'amaro finale di Bologna non ha cancellato una coda di stagione emozionante e positiva quasi sotto tutti i punti di vista. A quattro giorni di distanza però è già tempo di pianificare il prossimo campionato di B partendo da ciò che di favoloso si è costruito durante la breve ma intensa gestione targata Massimo Oddo. Difficile che la società non riparta dall'ex terzino di Lazio e Milan al timone, ma la suggestione Zdenek Zeman è sempre viva. Del resto col boemo è ghiotta la possibilità di costruire organici competitivi senza eccessivo esborso economico. Per quanto fatto vedere da Oddo in poco meno di un mese affidarsi a Zeman potrebbe essere un azzardo. Novità, come ha ribadito Sebastiani neanche 24 ore fa, sono attese al massimo nei prossimi giorni.

C'è da capire poi quali e quanti big resteranno e il primo passo da fare è quello della risoluzione delle comproprietà soprattutto con la Roma per Politano e Caprari. Più facile raggiungere un accordo per il secondo (difficilmente rientrerebbe nei piani tecnici dei capitolini, ndr), per l'esterno ex Perugia è ovviamente tutt'altra storia dopo il magnifico campionato appena concluso da protagonista. Possibili per lui le buste e (quasi certamente in ogni caso, ndr) una cessione in Serie A. Addio certo invece quello di Francesco Zampano, che farà ritorno all'Hellas Verona dopo il prestito secco in riva all'Adriatico per giocarsi nella massima divisione un posto da titolare. Ai saluti anche Salamon (prestito secco anche lui, ndr) molto stimato dal nuovo tecnico della Sampdoria Walter Zenga. Potrebbero rimanere Fiorillo e Pasquato (di proprietà della Juventus) e Fornasier, con quest'ultimo che avrebbe bisogno di almeno un'altra stagione da titolare per potersi affermare a certi livelli. Da valutare il futuro di Pettinari, Rossi e Pucino (tutti non di proprietà). Confermato, a meno di offerte irrinunciabili dall'esterno o da categoria superiore, il blocco di centrocampo formato dai giovani Torreira e Selasi e da Memushaj, Bruno, Brugman e Bjarnason.

Capitolo a parte riguarda ovviamente Melchiorri. L'attaccante, per sua stessa ammissione, non ha mai fatto mistero di stare molto bene a Pescara e rinuncerebbe a qualsiasi offerta dalla B, ma di fronte a una richiesta dalla Serie A (Carpi?) sarebbe difficile resistere.

Andrea Sacchini