Basket Serie C Abruzzo. Impresa del Penta Teramo. Termoli ko in Gara 2

74-64 il finale. Domani la bella in terra molisana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

39

Basket Serie C Abruzzo. Impresa del Penta Teramo. Termoli ko in Gara 2

TERAMO. Impresa del Penta Teramo che in un affollato PalaScapriano ha vinto la gara di ritorno della serie di finale contro l'Airino Termoli, rimando ogni discorso alla "bella" di sabato prossimo a Termoli. Il 74-64 finale premia i ragazzi di Gramenzi autori di una seconda metà gara superlativa nella quale hanno fiaccato la resistenza della tenace compagine molisana venuta a Teramo priva del leader Di Lembo. Sugli scudi in casa Teramo il trio Moretti-Palantrani-Nolli autore di 53 dei 74 punti biancorossi.

Teramo partiva con Di Francesco, Cufari, Moretti, Palantrani e De Lutiis mentre, complice l'assenza di Di Lembo, Termoli rispondeva con Davico, Marinaro, Panetta, Bertinelli e Colasurdo.
Dopo tre minuti conditi da molti errori al tiro, il primo canestro della gara era di Panetta. Lo svantaggio aveva il merito di sbloccare il Penta che nel giro di un paio di minuti ritrovava la via del canestro. Dopo 4' la prima tegola per coach Gramenzi che era costretto a togliere dal campo Di Francesco, colpito duro a rimbalzo di attacco. La partita andava avanti sulle iniziative dei singoli (6-8 al 7'): Moretti da una parte e Bertinelli dall'altra. Il primo quarto terminava con gli ospiti avanti di una sola lunghezza sul 15-16.
Termoli iniziava il secondo quarto di buon piglio portando il vantaggio a 5 punti (15-20 al 11') e costringendo la panchina teramana ad un obbligato time-out. Moretti con un paio di fiammate accendeva il PalaScapriano ma Termoli era bravo a mantenere un piccolo ma costante vantaggio (20-24 al 14'). Un antisportivo sanzionato a Bertinelli accendeva gli animi in campo ma Teramo non riusciva ad approfittarne. De Lutiis con un'invenzione dal post basso e Nolli con una tripla, specialità della casa, rilanciavano il Penta che al 16'30" tornava in vantaggio sul 28-26. Nolli aveva la mano calda e con un'altra tripla portava Teramo al massimo vantaggio fin lì raggiungo sul 31-26 quando al riposo lungo mancavano solo 2'.
Sempre Nolli, ottima la sua gara, nel terzo periodo scaldava subito la mano (36-31 al 21'30") ma il quarto fallo di Cufari costringeva la panchina Penta a mettere mano al quintetto inserendo Alassio e passando a "zona". Dopo due quarti abbastanza anonimi, nel momento più caldo, saliva in cattedra Palantrani che con 9 punti in fila portava il Penta al +9 (45-36 al 25') ma Termoli non mollava di un centimetro trovando buone cose da Panetta e Marinaro. La doppia cifra di vantaggio arrivava al 28' (51-41) e la gara saliva di livello. Palantrani e Nolli segnavano dalla lunga distanza tentando la fuga mentre dall'altra sponda del campo Marinaro, caricandosi il peso dell'attacco termolese, cercava di ricucire lo strappo ma Teramo arrivava all'ultimo riposo con 10 punti di vantaggio (59-49).
Bertinelli dopo aver segnato la tripla che chiudeva il terzo periodo segnava il gancio che apriva il quarto. Ancora Bertinelli, con il suo diciannovesimo punto, riportava Termoli a solo due possessi di distanza (62-56 al 34') ma il Penta non si scomponeva riportandosi prontamente sul +10 (66-56 al 36'30") grazie ad un parziale tutto di marca De Lutiis. Si arrivava a 100" dalla fine sul 70-61. De Lutiis segnava i liberi del +11 ma Bertinelli rispondeva da campione segnando la tripla del -8 (72-64) quando sul cronometro mancava solo un minuto alla fine. Termoli sceglieva la via del fallo sistematico per cercare di guadagnare tempo. Teramo nonostante il 2 su 6 dalla linea della carità gestiva con tranquillità il vantaggio fino al 74-64 finale che rimandava ogni discorso a gara 3 di sabato prossimo.

PENTA TERAMO - AIRINO TERMOLI 74-64 (15-16, 33-31, 59-49)

Penta Teramo: Di Pietro ne, Palantrani 20, Cufari 2, Negrini, De Lutiis 12, Moretti 15, Fracassa, Alassio, Nolli 18, Sannicandro ne, Di Francesco 7, Ippoliti ne. All: Gramenzi
Airino Termoli: Marinaro 14, Panetta 15, Cau 2, Davico 9, Sicuro, Marcantoni ne, Colecchia ne, Bertinelli 22, Morrone ne, Rinaldi ne, Colasurdo 2. All: Di Lembo.