Basket Serie C Nazionale. L'Ortona festeggia la promozione. Campli ancora ok

Traguardo storico per la palla a spichi ortonese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

789

Basket Serie C Nazionale. L'Ortona festeggia la promozione. Campli ancora ok




ORTONA. La We’re colpisce ancora portando a casa la partita contro Scafati nei play off e raggiungendo così la tanto sognata serie B. Un grande successo per la società ortonese che dopo solo un anno di permanenza in serie C nazionale riesce a fare il salto nella categoria superiore.
La We’re guidata dal presidente Carlo Valentinetti fin dall’inizio del campionato ha puntato a costruire una squadra competitiva, puntando su giocatori di esperienza, abituati a giocare in categorie più importanti come Ernani Comignani, Fabrizio Gialloreto e Manuel Diomede arrivati dalla A2 ma anche con giovani di talento come il serbo Nikola Munjic.
Dopo aver dominato il campionato, registrando due sole sconfitte, la compagine ortonese ha continuato a guardare dritto alla meta senza lasciare spazio agli avversari, permettendo così a coach Sorgentone di mantenere il suo primato di allenatore da promozione.
La partita contro il Cesarano Scafati ha visto la We’re prendere subito il controllo della partita e dettare il gioco con un Manuel Diomede in grande forma che registra 20 punti, seguito da Brown 14, Gialloreto 13 Di Carmine 12, a tre minuti dalla fine inizia la passerella di tutti i giocatori che hanno contribuito alla vittoria. Punteggio finale 85-68.
“Oggi il nostro sogno è diventato realtà- sottolinea commosso il presidente Valentinetti- grazie ad un gruppo fantastico che fin dall’inizio ha puntato a entrare nella storia, regalando alla città una promozione storica. Un grazie particolare a tutta la squadra per aver creduto nel nostro progetto e ai nostri tifosi che ci hanno accompagnati in questi mesi”.

IL CAMPLI CONTINUA A FARE SUL SERIO. SCHIANTATA REGGIO CALABRIA
La Globo Allianz continua il suo cammino verso il sogno B e lo fa nel migliore dei modi, imponendosi con una sontuosa prestazione sulla Vis Reggio Calabria.
101-76 il risultato finale in una partita praticamente mai in discussione nella quale i farnesi sono subito partiti fortissimo lasciando poche speranze ai ragazzi di Coach D’Arrigo. Già nel primo quarto infatti le bombe di Montuori e Bergamin permettevano ai biancorossi di tenere a distanza i calabresi e la penetrazione di Rotundo sul finire dei primi 10’ fissava il punteggio sul 26-19.
Capitan Gaeta, Petrucci e le schiacciate di Di Giuliomaria portavano Campli sul +11 a metà secondo quarto, la Vis Reggio Calabria si affidava alle mani di Warwick per cercare di non far scappare definitivamente i padroni di casa ma i canestri di Fattori e di un ispiratissimo Bergamin (20 punti per lui) ricacciavano prontamente le speranze di rientro degli amaranto mandando le squadre negli spogliatoi sul 51-42.
Nel terzo quarto gli uomini di Coach Millina continuavano a premere forte sull’acceleratore scollinando i venti punti di vantaggio a metà periodo grazie alla bomba di Fattori. Duranti e Petrucci aumentavano ulteriormente il margine fino al +25 del trentesimo minuto.
Gli ultimi dieci minuti non avevano praticamente storia, la Globo Allianz Campli, incessantemente sostenuta dai propri tifosi, sfiorava a più riprese le trenta lunghezze di vantaggio continuando a macinare gioco e canestri. Il piazzato del giovanissimo Ruggiero, accompagnato dal boato del PalaBorgognoni, faceva segnare a un minuto dalla fine il 101 Campli. Sui titoli di coda Barrile trovava i due punti che fissavano il risultato finale sul 101-76.
Cresce ora l’attesa per la sfida interna di domenica 31 maggio con la Allianz San Severo per quello che sarà di fatto un autentico spareggio per la promozione diretta in B. Ai camplesi servirà vincere con 15 punti di margine per sorpassare i pugliesi in vetta alla classifica, non sarà impresa semplice per Coach Millina e i suoi ragazzi che in settimana si prepareranno al meglio per farsi trovare prontissimi per l’appuntamento. A spingere ancora di più Campli ci sarà, immancabile, la passione del pubblico farnese pronto per essere il vero e decisivo sesto uomo.