SERIE B

Pescara assurdo. Perde 2-1 a Varese e scivola fuori dai play-off

Esonerato Baroni entra Massimo Oddo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1280

Pescara assurdo. Perde 2-1 a Varese e scivola fuori dai play-off




VARESE. Un Pescara lento ai limiti dell'irritante perde 2-1 sul campo del già retrocesso Varese e scivola fuori dalla zona play-off a 90 minuti dalla fine del campionato. Ennesima prova nel complesso orribile dell'undici di Baroni, sempre più sul banco degli imputati per una stagione (fin qui, ndr) quasi fallimentare.
Biancazzurri assolutamente imbarazzanti nei primi 45 di gioco, in continua difficoltà al cospetto di una formazione già retrocessa e priva dei migliori elementi della rosa.
Nella ripresa flebile reazione abruzzese dettata più dai nervi che dall'organizzazione o dalle idee. Mezz'ora o quasi di nulla da parte del Pescara poi il momentaneo pari siglato da Memushaj sembrava aver svegliato i biancazzurri prima del clamoroso crollo finale.
Partenza al piccolo trotto con il Pescara che almeno in avvio non riesce a far valere l'enorme divario tecnico a proprio vantaggio e l'evidente differenza di motivazioni in campo. Al quarto il primo pericolo lo porta Pettinari, che di testa non inquadra lo specchio della porta dopo che la difesa di casa aveva fallito nella trappola del fuorigioco.
Col passare dei minuti intensità di gioco sempre più bassa ed in campo è il Varese a fare la partita e condurre le operazioni d'attacco. Non è un caso se al decimo la prima vera occasione da gol è creata proprio dai biancorossi. Pallone vagante in area e Forte dal limite esalta i riflessi di Fiorillo in corner.
Al 28esimo è il turno di Culina che da fuori sfiora il bersaglio grosso.
Al 31esimo la prima occasione vera da gol creata dal Pescara. Pettinari in profondità per Melchiorri che a tu per tu con La Gorga spara malamente addosso al portiere.
Al 34esimo direttamente su calcio piazzato Culina costringe Fiorillo a rifugiarsi in corner.
Prima del riposo il vantaggio (meritato, ndr) del Varese. Direttamente su calcio di punizione dal limite traiettoria perfetta di Jakimovski che si insacca alle spalle dell'incolpevole Fiorillo.
Nella ripresa Baroni inserisce subito Pasquato e Politano per Bjarnason e Torreira nel tentativo di mischiare le carte e mettere pressione al Varese. Qualche tentativo velleitario dalla grande distanza ma di occasioni da gol vere e proprie neanche l'ombra. Al quarto d'ora Culina da oltre 30 metri non trova impreparato Fiorillo.
Al 28esimo come un fulmine a ciel sereno ecco il pareggio del Pescara. Calcio piazzato di Pasquato per la testa di Memushaj nel mezzo che insacca. Il pari finalmente desta i biancazzurri. Un minuto dopo bella azione in solitario di Melchiorri che esalta i riflessi di La Gorga in corner.
A cavallo del 40esimo una punizione imprecisa di Politano ed una conclusione centrale di Lazzari ben controllata da La Gorga. Poi al 45esimo è ancora l'estremo difensore di casa a ergersi protagonista a tu per tu con Pasquato lanciato a rete.
A tempo quasi scaduto in contropiede il capolavoro di Forte per la vittoria finale del Varese.
Venerdì prossimo anticipo dei play-off allo stadio Adriatico contro il Livorno.

VARESE-PESCARA 2-1 (primo tempo 1-0)
MARCATORI: 46'pt Jakimovski (Va); 28'st Memushaj (Pe); 49'st Forte (Va).
VARESE (4-4-2): La Gorga; Fiamozzi, Luoni, Rossi, De Vito; Culina (37'st Truzzi), Barberis, Capezzi, Jakimovski (27'st Dondoni); Forte, Miracoli (19'st Capello). A disposizione: Brighitti, Corti, Lores, Mancino, Peralta, Seitaj. Allenatore: Bettinelli.
PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Abecasis, Fornasier, Zuparic, Rossi; Selasi, Torreira (12'st Politano), Memushaj; Bjarnason (1'st Pasquato); Pettinari (35'st Lazzari), Melchiorri. A disposizione: Aresti, Caprari, Gessa, Pucino, Salamon, Venuti. Allenatore: Baroni.
ARBITRO: Rosario Abisso della sezione di Palermo (Raparelli-D'Apice).
NOTE: Presenti sugli spalti circa mille spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Jakimovski, Rossi, Torreira, Dondoni, Politano. Espulsi: nessuno.
Andrea Sacchini

ESONERATO BARONI.  NUOVO CT MASSIMO ODDO

Alle 19.42 la società ha ufficializzato la voce che circolava da ore. Così il Delfino Pescara 1936 Spa ha comunicato di aver sollevato dall'incarico di allenatore della prima squadra Marco Baroni, unitamente al suo staff. «La società ringrazia Baroni per la professionalità e il lavoro svolto fino a oggi», si legge in un comunicato, «e comunica, altresì, di aver affidato l'incarico a Massimo Oddo già allenatore della Primavera biancazzurra coadiuvato dal suo staff».