Basket. La Proger Chieti espugna Tortona. Roseto ko con il Legnano

Bilancio in parità delle abruzzesi nell'ultimo turno di A2 Silver

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1456

Basket. La Proger Chieti espugna Tortona. Roseto ko con il Legnano




ABRUZZO. La Mec-Energy Roseto conclude il campionato con una sconfitta davanti al suo pubblico. Ieri sera, la Europromotion Legnano dell'ex Niccolò Petrucci si è imposta con il punteggio finale di 69-82. Peccato, perché gli Sharks avevano concluso sul 32-27 una buona prima metà di gara, caratterizzata sì da percentuali molto basse e ritmi piuttosto lenti, ma da buona difesa, riuscendo a limitare i due americani rossoneri a 4 (Krubally) e 2 (Merchant III) punti. Nel secondo tempo, quando i lombardi hanno alzato le loro percentuali al tiro, sono emerse le difficoltà degli Sharks, che non sono riusciti a contenere la verve realizzativa di Frassineti e Di Bella, principali trascinatori degli ospiti verso una rimonta inarrestabile. Proprio l'ex play della Nazionale è risultato il migliore in campo con 24 punti e 7 rimbalzi, e ha ricevuto nel finale una lunga standing ovation dal pubblico del PalaMaggetti. Per la Mec-Energy, il migliore è stato Damier Pitts con una doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi.
Alla palla a due, coach Trullo schiera Pitts, Marini, Moreno, Janelidze e Bryan. Risponde coach Ferrari risponde con Di Bella, Petrucci, Frassineti, Arrigoni e Krubally. Roseto parte forte, e allunga subito con Pitts e Janelidze sul 9-2. Ma Legnano non si perde d'animo e torna subito a contatto nel punteggio; il parziale si conclude con Krubally che schiaccia in contropiede il primo sorpasso ospite sul 13-14. L'ultimo canestro del primo periodo, che si chiude sul 15-18, lo firma un ispirato Fabio Di Bella (7 punti per lui nel solo primo quarto). Dopo un inizio di seconda frazione giocato su ritmi bassi, i padroni di casa cominciano a spingere sull'acceleratore, e, grazie principalmente a Borra e Pitts, allungano fino al 27-20 (sarà il massimo vantaggio della partita per i biancazzurri). I lombardi provano a rifarsi sotto prima della seconda sirena, ma gli Sharks chiudono la prima metà di gara avanti sul punteggio di 32-27.
I rossoneri cambiano faccia nel secondo tempo: si accende Frassineti, che firma il nuovo vantaggio ospite sul 36-38. La Mec-Energy prova a rimanere attaccata al match, ma con Merchant e Di Bella imprendibili nelle loro incursioni nel pitturato il gap comincia ad allargarsi, fino al +10 per gli ospiti del 30' minuto, sul 43-53. I Knights allungano ancora nell'ultimo periodo di gioco, fino al +16 sul 51-67. Borra prova a tenere ancora in partita gli Sharks segnando ben 6 punti e arrivando in doppia cifra, ma Legnano non demorde, spinta ancora da Fabio Di Bella e John Merchant. Il match si conclude con una tripla di Pitts, che fissa il risultato sul 69-82.
Si conclude così la stagione degli Sharks, con 13 successi su 30 incontro. L'obiettivo è stato raggiunto con largo anticipo, ma con un pizzico di fortuna in più ad inizio stagione la posizione in classifica sarebbe stata sicuramente migliore. Ad ogni modo, si può considerare senz’altro una stagione più che positiva, dato che gli Squali hanno ottenuto l’obiettivo stagionale: una salvezza che vale la promozione in A2
Vittoria invece dell'altra abruzzese, la Proger Chieti, che ha superato di misura 89-87 in trasferta il Tortona. Grande protagonista dell'incontro il solito Hamilton (23 punti a referto, ndr), seguito da Sollazzo e Sergio rispettivamente con 18 e 17 punti realizzati. L'anno prossimo Proger Chieti e Roseto giocheranno nella Serie A2 unica.

MEC-ENERGY ROSETO-LEGNANO: 69-82
Roseto: Pitts 20, De Dominicis, Borra 10, Bartoli 5, Marini 11, Janelidze 5, Ippedico, Carenza, Bryan 12, Moreno 6 All: Trullo
Legnano: Krubally 13, Petrucci 5, Guidi, Maiocco, Frassineti 14, Arrigoni 9, Di Bella 24, Locci, Merchant III 17, Battilana All: Ferrari
Arbitri: Bianchini, Longobucco, Barilani
Note: Parziali: 15-18, 32-27, 43-53. Roseto: 25/71 dal campo, 19/45 da 2, 6/26 da 3, 13/17 ai liberi, 47 rimbalzi (13 off), 10 assist, 17 palle perse, 5 palle recuperate, 66 di valutazione. Legnano: 27/77 al tiro, 20/49 da 2, 7/28 da 3, 21/27 ai liberi, 44 rimbalzi (14 off), 10 assist, 7 palle perse, 7 palle recuperate, 78 di valutazione. Usciti per 5 falli: nessuno. Turno di A2 Silver: 30°. Luogo: PalaMaggetti. Spettatori: 700
Orsi Tortona – Proger Chieti 87-89 (25-23, 13-23, 15-21, 34-22)
Orsi Tortona: Rotondo 10 (24:31, 4/5), Gioria 9 (15:20, 3/3, 0/1), Venuto 6 (17:27, 1/1, 1/6), Simoncelli 13 (23:21, 1/4, 3/7), Losi 5 (25:16, 1/5 da tre), Crockett 22 (33:40, 8/13, 1/2), Valenti 2 (15:21, 1/5), Tavernari 4 (20:32, 2/2, 0/5), Galloway 16 (24:29, 2/6, 4/9) N.E.: Tava, Frattallone, Max Strotz. All. Cavina.
Proger Chieti: Hamilton 23 (36:56, 1/3, 6/14), Cardillo 3 (20:02, 1/1), Palermo 13 (32:22, 3/3, 1/4), Paesano 2 (12:42, 1/3), Ancellotti 13 (27:09, 5/6, 0/1), Sergio 17 (33:18, 3/4, 3/7), Sollazzo 18 (37:28, 3/12, 2/2) N.E.: Cinalli, Monaldi, Di Giacomo. All.: Galli.
Arbitri: Terranova, Maschio e Vita.
Note – Tiri liberi: Orsi 13/15, Proger 19/27. Tot.tiri: Orsi 32/74 (10/35 da tre), Proger 29/60 (12/28 da tre). Rimbalzi: Orsi 35 (12 off.), Proger 37 (8 off.). Perse-recuperate: Orsi 10-6, Proger 14-2. Assist: Orsi 15 (Losi 4, Proger 8 (Palermo, Sollazzo ed Hamilton 2). Spettatori 950. Fallo tecnico alla panchina di Tortona, Gioria e Palermo. Antisportivo a Hamilton e Crockett. Prima della gara Monaldi è stato colpito da una violenta gastroenterite che a fine gara lo ha costretto al trasporto all'ospedale di Voghera ove è stato trattenuto in osservazione.