Basket. Roseto perde 77-67 a Ravenna

Venerdì ultimo atto stagionale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

847

Basket. Roseto perde 77-67 a Ravenna




RAVENNA. Roseto esce sconfitto dal PalaCosta di Ravenna con il risultato di 77-67 e chiude il ciclo delle trasferte nella serie A2 Silver 2014/2015. Una partita in cui gli Sharks hanno dimostrato la loro voglia di vincere contro una Ravenna in cerca di 2 punti utili in chiave playoff. E’ una Mec-Energy in emergenza, quella che scende in campo in Romagna, priva di Jackson e Ferraro, ma con la determinazione utile a condurre anche per larghi tratti dell’incontro. Trascinata da un Pierpaolo Marini “formato nazionale” (14 punti e 10 rimbalzi), la formazione di coach Trullo non è riuscita a portare a termine l’impresa di sbancare il PalaCosta. Applaudita da circa una ventina di tifosi giunti in trasferta, la Mec-Energy saluta con onore la sua stagione in trasferta, con un bilancio di 5 vittorie e 10 sconfitte. Roseto ora si prepara all’ultima settimana di lavoro, in preparazione della sfida di venerdì sera con Legnano (PalaMaggetti, ore 20:30), che archivierà la stagione 2014/2015. L’obiettivo è vincere per salire a quota 28 punti in classifica, in modo da ottenere lo stesso bottino della passata stagione; ma, ancora più importante, ripagare il pubblico per il suo sostegno con una bella vittoria.

Alla palla a due, coach Martino parte con Rivali, Holloway, Singletary, Amoni e Cicognani, coach Trullo risponde con Pitts, Moreno, Marini, Janelidze e Borra. Ravenna non ha problemi di infortuni, mentre la Mec-Energy deve rinunciare a Jackson e Ferraro, entrambi ai box per problemi fisici e in dubbio anche per la prossima sfida con Legnano. L’avvio è di marca rosetana, con Pitts e Marini in evidenza, quest’ultimo galvanizzato per la convocazione in Nazionale Sperimentale, con la quale si allenerà a Roma domani e dopodomani (13 e 14 aprile). Holloway però si rivela subito determinante e prende l’Acmar sotto la sua protezione, andando rapidamente in doppia cifra. Gli Sharks si portano in vantaggio con soluzioni da fuori (10-14), ma la prima frazione si chiude in perfetta parità, sul 23-23. Alla ripresa è sempre Roseto a premere sull’acceleratore, complice una Ravenna sprecona e confusionaria, aggrappata al solo Holloway. I biancazzurri, che nel primo quarto perdono Janelidze per un problema alla caviglia (l’italo-georgiano rientrerà nel secondo tempo), continuano a premere sull’acceleratore, trovando il massimo vantaggio di 6 punti (30-36). L’Acmar, dopo la strigliata di coach Martino, si risolleva con Singleteray e, ovviamente, Holloway: la coppia americana, a fine gara, arriverà a segnare 45 punti. I biancorossi iniziano la rimonta e la portano a termine con il canestro allo cadere del primo tempo di Andrea Raschi: intervallo lungo sul 44-43.

Alla ripresa, la reazione dei padroni di casa è implacabile: parziale di 20-13, complice anche una Mec-Energy frenata da diversi errori al tiro. Trullo le prova tutte, ma sembra che ormai l’inerzia del match sia in mano ad Amoni e compagni. 64-56 al 30’. L’ultimo quarto è la copia del precedente, con Ravenna che sfrutta l’intensità di una rotazione a 9 giocatori, contro un Roseto che comunque non molla e resta in partita fino alla fine, con Pitts che, a 2 minuti dalla sirena, infila la tripla del -8 e Moreno, dopo pochi secondi, fallisce quella dell’ipotetico -5. Alla fine Foiera spegne ogni speranza di rimonta degli ospiti con la bomba del +10, che fissa il risultato sul 77-67.
Miglior giocatore della partita, Emmanuel Holloway, decisivo con i suoi 24 punti, cui ha abbinato 4 rimbalzi, 3 assist e 2 palle recuperate. Da segnalare la prova di Mike Singletary, in "doppia doppia" con 21 punti e 10 rimbalzi. Due uomini in doppia cifra anche per Roseto, tra l'altro entrambi in "doppia doppia": Damier Pitts con 21 punti e 11 rimbalzi, Pierpaolo Marini con 14 punti e 10 rimbalzi. Marini si prepara alla partenza a Roma per il miniraduno con la Nazionale sperimentale, davvero con un buon biglietto da visita.
Prossimo turno, venerdì 17 aprile 2015 al PalaMaggetti, quando la Mec-Energy, alle ore 20:30, se la vedrà con Legnano per l'ultima gara di campionato.

ACMAR RAVENNA - MEC-ENERGY ROSETO: 77-67
Ravenna: Holloway 24, Amoni 3, Cicognani 8, Rivali 8, Raschi 8, Grassi, Zanini, Tambone, Foiera 5, Biancoli, Singletary 21, Seck. All. Martino
Roseto: Pitts 21, De Dominicis ne, Borra 6, Bartoli 6, Marini 14, Janelidze 3, Ippedico ne, Carenza 6, Bryan 2, Moreno 9. All. Trullo
Arbitri: Lestingi, Saraceni, Sansone
Note: Parziali: 23-23, 44-43, 64-56, 77-67. Usciti per 5 falli: nessuno. Turno di A2 Silver: 29°. Luogo: PalaCosta di Ravenna. Spettatori: 1000. Ravenna: 28/77 al tiro, 20/52 da 2, 8/25 da 3, 13/13 ai liberi, 38 rimbalzi (15 off), 13 assist, 5 perse, 8 recuperate, 79 di valutazione. Roseto: 20/58 al tiro, 11/31 da 2, 9727 da 3, 18/22 ai liberi, 37 rimbalzi (9 off), 8 assist, 14 perse, 1 recuperata, 58 di valutazione