Basket. Una super Giulianova cede 89-77 al Palestrina all'overtime

Gallerini miglior marcatore dei giuliesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

904

Basket. Una super Giulianova cede 89-77 al Palestrina all'overtime




PALESTRINA. L'ultima gara casalinga della regular season lascia l'amaro in bocca alla Globo Giulianova che cede al supplementare contro la capoclassifica Palestrina con il punteggio finale di 77-89. Il -12 accumulato è fin troppo pesante per una formazione, quella giuliese che è stata in vantaggio per 39'59" con un avversario di quelli che puntano al salto di categoria. Solo un canestro allo scadere, sul quale ci sono molti dubbi sulla regolarità, ha privato la truppa di Francani di una meritata vittoria.
Iniziamo con ordine. Coach Francani, complice l'infortunio di Pastore, mandava in campo Sacripante, Papa, De Angelis, Gallerini e Diener. Lulli rispondeva con Rischia, Rossi, Vitale, Samoggia e Di Giacomo. Primi minuti di gara scoppiettanti ma attacchi con le polveri bagnate per entrambe le squadre che andavano a canestro con difficoltà. Dopo meno di 4 minuti Lulli era costretto a togliere dal campo Di Giacomo, gravato di due falli, ed inserire prima del solito l'ex Latina Gagliardo. Dopo lo 0-4 iniziale, una fiammata della Globo (9-4 al 4'40") costringeva la panchina ospite a chiamare time-out per riordinare le idee di un quintetto che soffriva l'aggressività dei giuliesi attenti in particolar modo ai rimbalzi in attacco. Proprio grazie al controllo dei secondi tiri i ragazzi di Francani volavano su un irreale +16 (20-4 al 7') a conclusione di un parziale clamoroso di 20-0.
Aperto il secondo quarto avanti di 17 (25-8) la Globo Giulianova doveva far fronte al prevedibile tentativo di rimonta dei laziali che alzavano l'aggressività e la componente fisica in campo. Samoggia e Rischia si caricavano il peso dell'attacco del Palestrina, andando solo loro sul tabellino dei realizzatori. Bisognava attendere infatti il 13'30" per assistere al primo canestro di un terzo giocatore della compagine di Lulli, quando dal post Gagliardo segnava il canestro del -10 (27-17). Gli ospiti rinfrancati si portavano fino al -6 (27-21 al 15') giocando con un quintetto piccolo, senza un vero numero 4, e cambiando praticamente su ogni blocco. Gagliardo, sempre dal post basso siglava il -1 (28-27 al 17') a coronamento di un parziale di 3-17 che riapriva la gara. Nel momento peggiore dei suoi, Francani rischiava la carta Pastore, fermo in settimana per un infortunio e recuperato solo in extremis. L'ex Latina rispondeva con 5 punti e tanta intensità (36-29 al 19') che riaccendevano l'entusiasmo in casa Globo. Dopo una tripla di Diener era Rischia che allo scadere segnava il lay-up che mandava le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 39-31.
Al ritorno in campo polveri bagnate per entrambe le squadre tanto che dopo 3' il parziale era solo di 1-0 (40-31). Poi 4 punti di un ispirato Pastore riportavano il vantaggio della Globo oltre la doppia cifra (44-31 al 24') costringendo Lulli a chiamare time-out per riordinare le idee. Rischia e Rossi, strepitosa la sua seconda parte di gara, guidavano un attacco che fatta eccezione per Samoggia, aveva avuto poco sia da Gagliardo che da Vitale. Quest'ultimo però si svegliava in chiusura di quarto e con due triple in fila ricuciva parte dello svantaggio (50-44 al 28') di una gara che andava ad elastico.

Il primo canestro del quarto parziale arrivava dopo 2' di gioco ed era ad opera di Vitale che riportava così i suoi ad un solo possesso di distanza dalla Globo (52-50). Il vantaggio ospite arrivava solo pochi possessi dopo (54-55 al 33') costringendo Francani ad un tempestivo quanto obbligato time-out. Rossi, tra canestri realizzati ed assist, era il leader di un Palestrina che sembrava potesse prendere il largo. I giallorossi però non ci stavano e Pastore, strepitosa la sua gara, riportava la Globo in vantaggio (59-54). Ci pensava il solito Rossi, 30 punti a fine gara, a ristabilire la parità sul 59-59. Giulianova e Palestrina si rispondevano colpo su colpo arrivando a 1' dalla fine in perfetta parità sul 67-67. Samoggia su un errore in attacco di Gagliardo perdeva palla lasciando 29" sul cronometro e l'ultimo possesso in mano alla Globo. Azione complicata dei giuliesi ma risolta a 4" dallo scadere da Diener che segnava la tripla del +3 (70-67), facendo impazzire di gioia il PalaCastrum. La gara però ancora non era finita. Time-out di Lulli per rimettere in zona di attacco e scelta della Globo di far fallo sulla rimessa concedendo i tiri liberi a Palestrina. Samoggia dalla lunetta faceva un prevedibile 1 su 2. Sull'errore prendeva palla Vitale che sbagliava il tiro del pareggio, il rimbalzo però era di Samoggia che allo scadere impattava la gara. Gioia di Palestrina e proteste della Globo per un tiro che sembrava fuori tempo massimo. Conciliabolo tra gli arbitri e canestro convalidato, anche se i dubbi rimangono.
Nel supplementare Rossi saliva in cattedra e guidava i suoi sul 73-76 con un paio di giocate di assoluto livello. De Angelis riportava la Globo sul -1 ma nel capovolgimento di fronte gli arbitri sanzionavano antisportivo a Diener. Il 2/2 di Samoggia ed il successivo lay-up di Rossi, portavano il vantaggio degli ospiti sul +5 (75-80) spegnendo la luce ad una Globo che accarezzata la vittoria aveva subito psicologicamente la botta del pareggio. L'espulsione sanzionata a coach Francani chiudeva definitivamente la gara che si concludeva sul 77-89.

GLOBO GIULIANOVA - PALESTRINA 77-89 (25-8, 39-31, 52-48, 70-70)
Globo Giulianova: Gloria, De Angelis 8, Cianella, Sacripante 7, Diener 19, Mennilli 3, Papa 10, Magazzeni ne, Gallerini 16, Pastore 14. All: Francani
Pall. Palestrina: Rischia 12, Rossi 30, Molinari, Vitale 11, Poggi ne, Di Giacomo, Samoggia 22, Brenda, Stirpe ne, Gagliardo 14. All: Lulli.