Pallavolo. Male Ortona in semifinale gara 1 con Corigliano

Mercoledì gara 2 in Calabria

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1069

Pallavolo. Male Ortona in semifinale gara 1 con Corigliano

ORTONA. Ortona in campo con capitan Lanci al palleggio e opposto Michalovic, Cisolla/Rivera gli schiacciatori, al centro Simoni e Moretti e il libero Cortina.
Corigliano punta su Izzo in regia e opposto Banderò, Mariano e Hrazdira gli schiacciatori, i centrali Calonico/Menicali e il libero Lampariello.
La gara inizia con l'equilibrio già annunciato. Il muro di Cisolla su Banderò segna il 4-4.
Il 6-6 di risposta è segnato da Banderò ai danni di Cisolla...che spettacolo!
Ortona riesce a conquistare il primo time out tecnico con il punteggio di 12-9 e con Michalovic indemoniato.
Nonostante il distacco la Sieco scende di tono e i calabresi non aspettano a recuperare. Mariano mette giù una grande diagonale e ancora 14-14.
Sulla palla out dell'opposto brasiliano coach Bove ferma il gioco con i locali avanti 20-17.
Il primo “check” di questi playoff viene richiesta dagli ospiti ma con risultato a favore della Sieco.
( 20-17)
Sul 23-19 altro time out per la Caffè Aiello che vede gli abruzzesi scappare. Il primo set si chiude 25-21 in favore di un'Impavida molto cattiva.
Si riparte con le stesse formazioni in campo e con la stessa bolgia iniziale.
Banderò comincia a fare danni in battuta, segnando il primo vantaggio ospite sul 2-4. Ortona comincia a sbagliare in battuta e il divario cresce sino al 6-11 che costringe Lanci a fermare tutto.
Moretti fa esplodere l'intero Palazzetto fermando a muro l'opposto avversario ma al tecnico è 9-12.
Calonico mette il sigillo punendo Ortona e con il suo ace 10-14.

Cala la concentrazione e cala la Sieco. Izzo a muro comincia a punire e 11-19 al Palasport.
A questo punto spazio per Matricardi, Orsini e Di Meo rispettivamente al posto di Lanci/Michalovic/Cisolla. Nulla da fare però e 14-25. ( Corigliano cresce con il 69% in attacco)
Terzo set al cardiopalma. Calonico mura Michalovic e Banderò azzittisce tutti segnando il 7-10.
Il time out vede avanti i calabresi 9-12 ma la situazione si riapre grazie proprio al video check che assegna il -2 a Ortona. (10-12)
La Sieco Service è attaccata al punteggio ma non riesce ad avere la giusta grinta contro una Corigliano molto precisa in attacco. (18-20)
Cambio in casa ortonese con Maiorana al posto di Cisolla ma ora non ne va bene una e sbaglia anche Michalovic.
Hrazdira sale in cattedra e allunga 19-22. Ora ci vuole il cambio di marcia che però non avviene. Calonico mette giù il 21-25.
Quarto parziale decisivo per le sorti del match. Coach Nunzio Lanci schiera Di Meo al posto di Rivera.
La lotta è dura, gli ospiti fino a questo momento sono quasi impeccabili mentre i locali non riescono più ad attaccare e soprattutto a reagire.
L'ennesimo errore al servizio decreta il 9-12 con un Palazzetto dello Sport ammutolito.

Il clima si scalda e anche gli animi. L'ace di Di Meo fa riscaldare il pubblico ortonese sul 14-17.
Non è la migliore serata in attacco quando all'ennesimo errore Lanci chiama time out. ( 14-19)
Rientra Rivera al posto di Di Meo . In casa Caffè Aiello Mariano gioca con la testa e gira il coltello nella piaga. (16-20)
Il -3 viene (18-21) vanificato dall'ennesima battuta sbagliata e con un Michalovic poco incisivo in questo set. Izzo vola regalando il match-point ai calabresi spinti da tifosi instancabili. (19-24)
Gara 1 va alla Caffè Aiello Corigliano che ha saputo affrontare questa gara a muso duro. Ora appuntamento mercoledì per gara 2 in terra calabra alle 20.30.
Alberto Cisolla ( Sieco Service Impavida Ortona):“Non siamo riusciti a metterli in difficoltà, soprattutto al servizio. La difficoltà si è vista e non c'è stata questa volta reazione. Corigliano è in forma e si sapeva. Ci hanno messo pressione a muro e in contrattacco. Li abbiamo subiti e ora dobbiamo pensare subito a gara 2”.
Tony Bove (allenatore Caffè Aiello Corigliano): “ Abbiamo fatto una gran partita ma con Ortona non possiamo dare nulla per scontato non dobbiamo sbilanciarci. Giocare partita per partita e stare attenti ad una formazione forte come loro, questa è la nostra prerogativa. Abbiamo ripagato i nostri tifosi e lo spettacolo non è mancato”.