Basket. Una Proger Chieti sfortunata cede 68-59 a Treviglio

Risultato bugiardo dopo un primo quarto super

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1369

Basket. Una Proger Chieti sfortunata cede 68-59 a Treviglio




TREVIGLIO. Sconfitta onorevole e assolutamente bugiarda nel punteggio finale (-9) per la Proger a Treviglio. Alla squadra teatina non è bastata la buona difesa attuata per tutto l’arco della gara, tenendo una macchina da canestri come quella bergamasca a 68 punti sul proprio campo. Le Furie hanno condotto per lunghi tratti dopo aver mandato a referto ben 27 punti nel 1° quarto (sporcati dai soli 5, tutti firmati Sollazzo, del 2°), cedendo solo a 3’30” dalla fine. Dopo il 55 pari firmato da Ancellotti, infatti, i locali hanno usufruito di 8 liberi in fila (molti dei quali frutto di fischi a dir poco discutibili) di cui 7 mandati a segno, che hanno scavato il solco decisivo. Peccato perché la formazione di Galli, nonostante la mancanza di stimoli legati alla classifica, aveva rispettato l’impegno mettendo tutto quello che aveva in campo della squadra lombarda nel gruppo delle seconde in classifica. Certo è che dopo l’ennesima settimana con allenamenti mai al completo per via di malattie ed infortuni, le rotazioni limitate dall’indisponibilità di Paesano e da quella sopraggiunta durante la gara di Cardillo (riacutizzarsi dell’infortunio al polpaccio che l’ha tenuto fuori oltre 2 mesi), alla fine la mancanza di lucidità era fisiologica. Peccato perché Ancellotti e compagni avrebbero meritato di più. Ora appuntamento domenica alle 18 al PalaTricalle per salutare degnamente il pubblico teatino contro la motivatissima Reggio Calabria dell’ex Moe Deloach, in piena corsa playoff. La Proger ha il dovere di mettergli il bastone tra le ruote e lo farà con la serietà che la contraddistingue 

Ecco le dichiarazioni rilasciate a fine gara da Galli ai giornalisti locali: “Fino al 55 pari è tata una gara in equilibrio. Poi purtroppo il problema influenzale di Paesano e l’infortunio di Cardillo ci hanno impedito di poter ruotare i giocatori come volevamo e negli ultimi minuti abbiamo pagato la minor lucidità degli avversari”. Avete tenuto Treviglio a 64 punti fino a pochi secondi dalla fine, ma questo non è bastato. “Volevamo controllare il ritmo della partita perché sapevamo che Treviglio è una squadra che, soprattutto in casa, quando riesce a correre si esalta. Ci siamo riusciti fino a tre minuti dalla fine e poi ci è mancata la benzina per poterlo fare fino in fondo e magari vincere la partita”. Di sicuro avete dimostrato che non siete in vacanza… “Malgrado i problemi che abbiamo avuto in settimana, noi volevano giocarcela fino alla fine. Il nostro campionato dimostra come ce la siamo sempre giocata dappertutto e non abbiamo mai preso vere ‘scoppole’ da nessuna parte. E’ nel nostro DNA e cercheremo di tener fede a ciò anche nelle ultime due gare”.

Remer Treviglio – Proger Chieti 68-59 (17-27, 13-5, 18-14, 20-13)
Remer Treviglio: Sabatini 3 (1/2, 0/1), Marusic 0 (0/2 da tre), Kyzlink 4 (2/6, 0/3), Slanina 3 (1/4), Gaspardo 6 (3/11, 0/1), Marino 18 (2/3, 4/8), Carnovali 9 (0/1, 1/7), Rossi 12 (5/9), Turel 13 (1/3, 3/5) N.E.: Ferri. All.: Vertemati.
Tiri Liberi: Remer 14/21 Proger 11/13. Rimbalzi: Remer 36 (8 off), Proger 33 (7 off). Assist: Remer 14 (Marino 5), Proger 9 (Sollazzo 3).
Proger Chieti: Hamilton 9 (0/2, 3/7), Cardillo 0 (0/1 da tre), Palermo 2 (0/3 da tre), Ancellotti 12 (6/14, 0/1), Sergio 12 (3/4, 1/5), Monaldi 3 (0/1, 1/6), Di Giacomo 2 (1/1), Sollazzo 19 (5/12, 1/4) N.E.: Ippolito, Paesano. All.: Galli.