CALCIO

Serie B. Corvia incenerisce il Pescara. Il Brescia espugna 3-2 l'Adriatico tra i fischi

Difesa imbarazzante. Non bastano i gol di Memushaj e Bjarnason

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2203

Serie B. Corvia incenerisce il Pescara. Il Brescia espugna 3-2 l'Adriatico tra i fischi



PESCARA. Tra i fischi dell'Adriatico il Brescia vince 3-2 su di un Pescara deludente, squilibrato ed imbarazzante in difesa. Match winner Corvia, autore di una pregevole tripletta, che tra il primo ed il secondo tempo ha risposto alle marcature di Memushaj e Bjarnason.
Primo tempo vivace e pieno di occasioni da gol. Merito di entrambe le squadre, devastanti nelle ripartenze ma altrettanto deficitarie in difesa. Inguardabile il piazzamento della retroguardia biancazzurra in occasione del momentaneo pari di Corvia e in almeno altre 2 circostanze nelle quali le rondinelle avrebbero meritato più fortuna.
Finale di frazione tutta biancazzurra con diverse occasioni (un paio importanti di Bjarnason, ndr) non sfruttate al meglio per chiudere la gara.
Malissimo il Pescara nella ripresa. Prima sbanda in 2 occasioni, poi subisce il meritato pari del Brescia non riuscendo per diversi minuti ad attuare efficaci contromisure al buon giro palla delle rondinelle.
Salamon e Sansovini sfiorano il nuovo vantaggio biancazzurro, prima del ko mortifero di Corvia su ennesima dormita della difesa.
Subito aggressivo il Brescia. Slalom veloce di Sodinha al primo minuto e conclusione centrale da posizione decentrata. Al primo vero affondo però immediato il vantaggio del Pescara. Politano sfonda sulla destra e mette in mezzo, nella mischia sbuca in spaccata Memushaj che insacca alle spalle di Arcari.
L'uno a zero degli abruzzesi però non dura neanche 2 minuti. Su dormita colossale della retroguardia abruzzese, passaggio preciso dalla sinistra di Coly per la scivolata vincente di Corvia tutto solo in area.
Al 12esimo Brescia ad un centimetro dal sorpasso. Calcio d'angolo di Sodinha per la testa di Corvia che esalta i riflessi di Fiorillo nuovamente in corner.
Gol mangiato, gol subito ed il Pescara torna in vantaggio al quarto d'ora. Splendida combinazione Zampano-Politano, traversone nel mezzo, girata di Sansovini e tocco vincente sotto misura di Bjarnason.
Incredibile chance fallita dal Brescia al minuto 22. Lancio profondo per lo scatto di Sestu che in velocità salta i 2 centrali ma tutto solo davanti a Fiorillo apre troppo il destro con la sfera che termina sul fondo.

Bella azione del Pescara al 32esimo. Combinazione nello stretto e tentativo finale dal limite di Bjarnason che termina tra le braccia di Arcari.
Due minuti dopo triangolo Bjarnason-Melchiorri e conclusione violenta dell'islandese che costringe al grande intervento in corner l'estremo difensore delle rondinelle.
Parte male il Pescara nella ripresa. Al terzo Corvia lavora un ottimo pallone per la conclusione al volo dal limite di Budel che di un nulla sfiora il palo.
Al quinto servono tutti i centimetri di Fiorillo per negare la gioia del gol ad H'Maidat dal limite. Il 2-2 però è soltanto rimandato di sessanta secondi. Sugli sviluppi del corner infatti Sodinha pesca nel mezzo Corvia che ancora una volta tutto solo gira a rete (di testa, ndr).
La reazione del Pescara è confusa ma al minuto 18 Salamon sfiora il 3-2 sugli sviluppi di un corner. Decisivo il riflesso di Arcari.
Incredibile chance al 21esimo. Altro miracolo di Arcari sugli sviluppi di un corner, poi Sansovini da 2 passi è troppo lezioso col tacco: blocca il portiere.
Al 27esimo sull'ennesimo svarione della retroguardia abruzzese, il Brescia colpisce per la terza volta. Contropiede di Sestu e pallone preciso nel mezzo per Corvia che davanti a Fiorillo non sbaglia e realizza la tripletta.
La reazione del Delfino è confusa e non porta quasi nulla di buono. Al 40esimo rosso per Tonucci per condotta gravemente antisportiva e Brescia in inferiorità numerica. Il punteggio però non cambierà.
Il Pescara dopo la sosta pasquale tornerà in campo sabato 11 aprile al Matusa di Frosinone per un match fondamentale in ottica play-off.

PESCARA-BRESCIA 2-3 (primo tempo 2-1)
MARCATORI: 4'pt Memushaj (Pe); 6'pt Corvia (Br); 16'pt Bjarnason (Pe); 6'st Corvia (Br); 27'st Corvia (Br).
PESCARA (4-4-2): Fiorillo; Zampano, Salamon, Zuparic, Rossi; Politano (33'st Gessa), Memushaj, Brugman (35'st Caprari), Bjarnason; Melchiorri, Sansovini (23'st Pasquato). A disposizione: Aresti, Pucino, Fornasier, Abecasis, Selasi, Pettinari. Allenatore: Baroni.
BRESCIA (3-5-1-1): Arcari; Caracciolo, Di Cesare, Coly (20'st Tonucci); Zambelli, Sestu (43'st Lancini), Budel, H'Maidat, Scaglia; Sodinha (31'st Bentivoglio); Corvia. A disposizione: Andrenacci, Da Silva, Bruno, Bertoli, Valotti, Boniotti. Allenatore: Calori.
ARBITRO: Daniele Chiffi della sezione di Padova (Paiusco-Pentangelo).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 8mila spettatori. Ammoniti: Rossi, Brugman, Caracciolo, Corvia. Espulso: 40'st Tonucci (Br).

Andrea Sacchini