CALCIO

Serie B. Sansovini e Bjarnason fanno volare il Pescara. Carpi domato 2-1

Ottima gara degli abruzzesi che hanno rischiato solo nel primo tempo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1665

Serie B. Sansovini e Bjarnason fanno volare il Pescara. Carpi domato 2-1

CARPI. Con una prestazione gagliarda, generosa e di sostanza e con gli acuti di Sansovini e Bjarnason, il Pescara supera 2-1 la capolista Carpi e scala la griglia play-off.
Inizio soft dei biancazzurri, incapaci di capovolgere con rapidità l'azione da difensiva ad offensiva. Merito anche e soprattutto del Carpi, reduce da una serie incredibile di ben 16 gare consecutive senza subire gol su azione (prima del sigillo del sindaco, ndr). Il tutto impreziosito da una retroguardia di granito (la migliore della categoria, ndr) che aveva subito solo 21 reti.
Dopo almeno un paio di clamorose chance per il vantaggio dilapidate dagli emiliani, nel finale di frazione meglio il Pescara vicino a sua volta al vantaggio con Melchiorri e Salamon.
Nella ripresa al primo vero spunto il vantaggio degli abruzzesi col solito Sansovini, che ha messo in discesa la gara e spianato la strada al raddoppio di Bjarnason. Poi ottima gestione del match dei biancazzurri eccezion fatta gli ultimi 5 minuti.
All'ottavo incredibile occasione da gol sciupata dal Carpi. Zuparic sbaglia il tocco all'indietro al portiere, si inserisce Inglese che tutto solo davanti a Fiorillo manda clamorosamente sul fondo.

Risposta del Pescara al minuto 16 con una rovesciata acrobatica di Melchiorri su cross di Memushaj che chiama Gabriel all'intervento non facilissimo.
Al 21esimo altra palla gol importante per i padroni di casa. Penetrazione centrale di Di Gaudio e conclusione finale in precario equilibrio a tu per tu con Fiorillo con sfera alle stelle.
Al 33esimo prima occasione d'oro per il Delfino. Melchiorri da 2 passi controlla male il pallone e conclude ancora peggio.
Prima del riposo altra buona palla gol per il Pescara. Di testa Salamon sugli sviluppi di un calcio da fermo sfiora il palo.
Nella ripresa al sesto il vantaggio del Pescara. Volata favolosa di Zampano e palla nel mezzo per Sansovini (sesto gol in biancazzurro in stagione, ndr) che di prima intenzione fa secco Gabriel.
La reazione del Carpi è sterile e gli ospiti prima controllano la gara e poi colpiscono col gol del 2-0 al minuto 19. Calcio di punizione di Politano e deviazione vincente sotto porta di Bjarnason.
Da segnalare nel finale la clamorosa chance fallita da Pasquato che a porta vuota a 2 metri ha alzato la mira alle stelle ed il gol della bandiera emiliana di Sabbione a tempo quasi scaduto.
Pescara che tornerà in campo venerdì sera all'Adriatico nell'anticipo di giornata col Bari.

CARPI-PESCARA 1-2 (primo tempo 0-0)
MARCATORI: 6'st Sansovini (Pe); 19'st Bjarnason (Pe); 48'st Sabbione (Ca).
CARPI (4-4-1-1): Gabriel; Struna, Poli, Gagliolo, Letizia; Molina (32'st Gatto), Porcari, Lollo (35'st Sabbione), Di Gaudio; Pasciuti (15'st Lasagna); Inglese. A disposizione: Maurantonio, Madolo, Pasini, Laner. Allenatore: Castori.
PESCARA (4-4-2): Fiorillo; Rossi, Salamon, Zuparic, Zampano; Politano (21'st Gessa), Memushaj, Brugman, Bjarnason; Sansovini (31'st Pasquato), Melchiorri (47'st Pettinari). A disposizione: Aresti, Pucino, Fornasier, Vitturini, Abecasis, Paolucci, Caprari. Allenatore: Baroni.
ARBITRO: Ivano Pezzuto della sezione di Lecce (Citro-Gori).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 4mila spettatori. Ammoniti: Zampano, Sansovini, Memushaj, Lollo, Politano, Struna, Gessa, Rossi. Espulsi: nessuno.

Andrea Sacchini