Pallanuoto Pescara. L'Original Marines vince. Ko pesante in casa per la Bustino

La femminile espugna con un perentorio 17-12 Anzio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1519

Pallanuoto Pescara. L'Original Marines vince. Ko pesante in casa per la Bustino




PESCARA. Era una partita da vincere per proseguire l'inseguimento alla Roma 2007... e vittoria è stata. Al di là di tutto, la Original Marines ha avuto la capacità di essere molto cinica in fase realizzativa e sicuramente brava in fase difensiva, nella quale ha spesso dovuto cimentarsi con l'uomo in meno. Infatti, le superiorità numeriche raccontano: Lazio 7 su 16, Pescara 6 su 7. Parziali tutti nettamente a favore della squadra di Di Fulvio, tranne il secondo: 1-5, 4-4, 2-5, 3-6. Finalmente prolifici come ai vecchi tempi Capitan D'Aloisio e Matteo Casini, 4 gol a testa. Tre per Provenzano e Giordano, due De Ioris, uno Sarnicola, Di Nardo, Gobbi e D'Amario.
Per la cronaca, la Original Marines ha il miglior attacco e anche la miglior difesa della serie B maschile girone 3, nonostante il secondo posto a sei lunghezze dalla capolista.
La Bustino Pescara invece è stata sconfitta a domicilio 22 a 6 dal Bari.

SERIE A2 FEMMINILE. IL PESCARA ESPUGNA CON MERITO ANZIO
Tornare al successo dopo la brutta parentesi di Catania. Fatto. La Original Marines Pescara al femminile ha archiviato il "triste" della pallanuoto con una bella affermazione ad Anzio contro la 3T. Risultato largo di 17-12, magari troppe reti subite ma è un cavillo di fronte alla prestazione autoritaria di queste ragazze che sembrano già talenti maturi. Eccellente la Federica De Vincentiis nella gestione della gara e anche in fase realizzativa, con le sue 5 reti; ma anche la stessa Chiara Ranalli, quattro gol e la consapevolezza di aver dimenticato i punti di sutura allo zigomo rimediati pochi giorni prima dalla Blu Team Catania. Parziali: 1-4, 5-5, 3-4, 3-4. Superiorità numeriche: 3T 5 su 12, Pescara 3 su 8. Original Marines sempre seconda alle spalle della Racing Roma, nel turno in cui fa sensazione la sconfitta dell'Acquachiara.