SERIE B

La Virtus Lanciano gioca, spreca e regala. A Vicenza finisce 2-2

Frentani raggiunti nei minuti finali. Difesa da registrare

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1346

La Virtus Lanciano gioca, spreca e regala. A Vicenza finisce 2-2




VICENZA. Gioie e dolori, rimpianti e recriminazioni. La Virtus Lanciano torna in Abruzzo con un prezioso pareggio (2-2, ndr) al termine di una gara però che l'ha visto in vantaggio per ben 2 volte prima del pari finale nella coda del match. Alcune risposte positive, altre negative per il tecnico Roberto D'Aversa che dovrà registrare qualcosa soprattutto in difesa.
Parte bene la Virtus che crea i presupposti del vantaggio già al decimo con Thiam, che da buona posizione però on impensierisce Vigorito.
Al 13esimo però la prima clamorosa chance per sbloccare l'incontro la crea il Vicenza. Splendido assolo di Cocco che pesca nel mezzo Giacomelli: traversa.
Ancora biancorossi pericolosi al 21esimo col il solito Cocco, che da buona posizione chiama il pronto intervento di Aridità.
Torna a farsi vivo il Lanciano al minuto 32. Cross di Mammarella per la testa di Thiam: bravissimo Vigorito.
Al 34esimo l'episodio che poteva cambiare la storia del match. Per fallo di mani di Aquilanti in area, calcio di rigore per i padroni di casa. Dal dischetto però Cocco si lascia ipnotizzare da Aridità. 

Gol mangiato, gol subito ed al 37esimo il Lanciano passa in vantaggio. Corner di Bacinovic e palla fuori per Amenta che inventa il gol della serata: 0-1.
Nella ripresa aumenta la pressione del Vicenza. Al secondo Di Gennaro scalda i pugni di Aridità. Al quarto però Virtus ad un passo dal 2-0. Punizione di Mammarella per la testa di Amenta, miracolo di Vigorito che poi è nuovamente decisivo nel recuperare la posizione su Troest.
Al nono il pareggio del Vicenza. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Brighenti tutto solo incenerisce Aridità.
Gara equilibrata e buone occasioni da una parte e dall'altra poi al minuto 29 i padroni di casa restano in dieci. Fallo di mani di Manfredini (espulso per doppia ammonizione, ndr) in area e calcio di rigore trasformato in maniera impeccabile da Piccolo.
Sembra fatta ma la doccia fredda arriva al 43esimo. Pallone vagante per Cocco che approfitta dell'indecisione difensiva del Lanciano. Un minuto prima rosso per doppio giallo a capitan Mammarella.
È il secondo 2-2 consecutivo per i rossoneri che sabato faranno visita al Perugia.

VICENZA-VIRTUS LANCIANO 2-2 (primo tempo 0-1)
MARCATORI: 37'pt Amenta (La); 9'st Brighenti (Vi); 29'st Piccolo (La) su calcio di rigore; 43'st Cocco (Vi).
VICENZA (4-3-3): Vigorito; Sampirisi, Brighenti, Manfredini, Garcia Tena (43'st Petagna); Moretti (36'st Vita), Di Gennaro, Cinelli (37'st Cinelli); Laverone, Cocco, Giacomelli. A disposizione: Bremec, Gentili, Camisa, Alhassan, Spinazzola, Mancini. Allenatore: Marino.
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità; Aquilanti, Troest, Amenta, Mammarella; Vastola (10'st Paghera), Bacinovic, Grossi; Piccolo, Gatto (33'st Cerri), Thiam (45'st Nunzella). A disposizione: Petrachi, De Silvestro, Conti, Di Cecco, Agazzi, Pinato. Allenatore: D'Aversa.
ARBITRO: Gianluca Aureliano della sezione di Bologna (Carbone-Cangiano).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 10mila spettatori. Ammoniti: Manfredini, Aquilanti, Grossi, Amenta, Mammarella. Espulsi: 8'st Brighenti (Vi); 43'st Mammarella (La). Al 35'pt Cocco (Vi) ha fallito un calcio di rigore.

Andrea Sacchini