Basket. L'Amatori Pescara ricomincia a correre forte: 87-64 sul Venafro

Dopo il ko di Palermo i biancorossi tornano a volare

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

937

Basket. L'Amatori Pescara ricomincia a correre forte: 87-64 sul Venafro




PESCARA. Dopo Palermo l’obiettivo era tornare subito alla vittoria per consolidare il quarto posto e l’Amatori lo ha centrato senza troppe difficoltà. Contro Venafro partita condotta dalla prima all’ultima azione, tenendo precauzionalmente a riposo Simone Pepe che in settimana non si era allenato per problemi alla schiena, e dando tanti minuti ai giovani della panchina. Finale 87-64 per i pescaresi che non hanno mai visto in pericolo la propria affermazione.
Venafro, tra l’altro, si è presentata senza il centro Canavesi, e francamente è apparsa, in negativo, tutt’altra squadra rispetto a quella che all’andata aveva inflitto la prima sconfitta esterna ai ragazzi di Salvemini.
Si parte con Marco Timperi in quintetto al posto di Pepe e con il primo canestro di Di Donato, che non smetterà più finendo con 27 punti (6/8 da due 4/8 da tre e 11 rimbalzi, indiscusso MVP) a cui replica Ferraro ( 21p e 4r il migliore dei suoi con Tamburini). Si prosegue con Pescara che tira, segna e quando sbaglia prende rimbalzi (51 a 20 il computo totale delle carambole). Alla fine le percentuali diranno Pescara che tira col 50% da due e il 52% da tre mentre i molisani hanno un buon 25/50 da due ma uno disastroso 0/13 da tre. E queste cifre dicono come la partita sia stata poco più che un buon allenamebnto per gli uomini di Salvemini che hanno cancellato subito la sconfitta di Palermo e consolidano il quarto posto con quattro punti di vantaggio su Maddaloni.
Da rimarcare in positivo, in casa pescarese, le prove degli Under Marco Timperi - autore di 12 punti 4/7 da due, 1/1 da tre, 5 rimbalzi e due schiacciate in contropiede su palle rubate che hanno di nuovo messo a dura prova i tabelloni del PalaElettra – Cristian Di Fonzo con 2/3 dall’arco, Alessio Di Carmine (4p 3r e 3a), e Matteo Bini (9p e 5 r). Doppia doppia (12p e 11r) anche per Polonara, impiegato per soli 20 minuti e solita prova tutto fosforo per un ristabilito capitan Rajola (10p 6r e 5a).
Per Venafro buone le prove di Ferraro (21p 4r e 3 recuperi) , Tamburrini (21p 2r e 3r) e Lovatti (17p con 6/8 da due e 4 assist ma 0/4 da tre e 5 perse).
Ora si tira un po’ il fiato grazie alle final four di Coppa Italia in programma il prossimo week end, e si tornerà in campo il 15 marzo quando l’Amatori tornerà in terra di Puglia per affrontare il Geofarma Mola.

AMATORI PESCARA-DYNAMIC VENAFRO 87-64
AMATORI PESCARA: Rajola 10, De Martino 6, Timperi 12, Di Donato 27, Polonara 12, Di Carmine 4, Di Fonzo 6, Bini 9, Di Marco, Pepe 1. All. Salvemini
DYNAMIC VENAFRO: Moretti, Ferraro 21, Lovatti 17, Brusello, Petrazzuoli 4, Tamburrini 21, Cotugno, Cancelli, Coluzzi 1, Bandera. All. Mascio
Arbitri: Di Luzio di Pescara e Patti di Montesilvano
Tiri da due: Pescara 21/42 Venafro 25/50
Tiri da tre: Pescara 12/23 Venafro 0/13
Tiri Liberi: Pescara 9/11 Venafro 14/21
Rimbalzi: Pescara 51 (16 A) Venafro 20 (4 A)