Basket Serie C Nazionale. Ortona batte Falconara. Nel derby Campli batte Pescara

Gli ortonesi restano saldamente in testa al campionato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1967

Basket Serie C Nazionale. Ortona batte Falconara. Nel derby Campli batte Pescara




ABRUZZO. Partita difficile e combattuta per la We’re che ha ospitato in casa il Sandretto Falconara, diretta inseguitrice della squadra ortonese. In un palazzetto gremito la compagine di coach Sorgentone è riuscita a vincere un match difficile e sofferto con il punteggio finale di 68 a 64.
Inizio cauto per le due compagini che già nel secondo quarto iniziano a mostrare tutta la tensione per una partita che può valere una stagione, con un tecnico alla panchina We’re e con il parziale che si conclude 36 a 35 per la formazione di casa.
Nel terzo quarto la We’re con un buon Munjic, 12 punti e 13 rimbalzi, sembra prendere il largo con un + 10 (47/37) ma il Falconara, grazie alla bella prestazione di Tessitore miglior realizzatore della partita con 22 punti , resta saldamente in gioco arrivando alla fine del terzo parziale con il punteggio di 49 a 43 per la We’re.
Nell’ultimo quarto sale la tensione dentro e fuori dal campo, anche per qualche decisione discutibile degli arbitri, a tre minuti dalla fine esce il serbo Munijc della We’re per 5 falli e un minuto dopo la squadra ortonese perde, sempre per i 5 falli, anche capitan Comignani. Finale al cardiopalmo con un 59 pari a meno di due minuti dalla fine, la We’re passa in vantaggio e dopo un tecnico a Oprandi a 21 secondi dalla fine la We’re va a vincere la partita 68 a 64.

NEL DERBY IL CAMPLI VINCE FACILE SUL PESCARA
Non si ferma più la corsa della Globo Allianz, che con un’altra prestazione sontuosa piega facilmente il Pescara Basket nel derby abruzzese allungando a sei la striscia di vittorie consecutive.
88 punti a referto per gli uomini di Coach Millina che dominano in attacco portando ancora una volta 5 uomini in doppia cifra a testimonianza della validità delle soluzioni d’attacco. In difesa si continua a concedere pochissimo, e tutte le soluzioni difensive proposte dal Coach limitano al minimo sindacale l’effetto delle bocche di fuoco delle squadre avversarie.
Campli si presenta ai blocchi di partenza con Montuori, Gaeta, Petrucci, Duranti e Fattori, si accomoda in panchina Christian Di Giuliomaria, arrivato non al meglio a Pescara a causa di una forte influenza. Sono i farnesi a condurre le danze con Petrucci (19 punti) e Fattori (15 punti) che partono forte provando subito a piazzare l’allungo, i biancazzurri resistono trovano in Adonide il fattore per restare agganciati alla partita ma i quattro punti di Bergamin sul finire di quarto portano Campli al primo riposo in vantaggio di 5 lunghezze.
Nei secondi 10 minuti la Globo Allianz cambia subito passo, i canestri di Duranti, Fattori e Petrucci stendono i ragazzi di Coach Merletti, con un parziale letale di 0 a 12 i farnesi si portano sul 23-40 al minuto 15, Montuori disegna pallacanestro, Di Giuliomaria piazza la solita schiacciata e si rientra negli spogliatoi sul punteggio di 30-47.
I farnesi continuano a spingere anche nella ripresa consolidando il vantaggio per poi mantenerlo sempre intorno alle venti lunghezze. Nell’ultimo periodo ampio spazio al giovane Ferrari, ormai sempre più nelle presente nelle rotazioni. Coach Millina si affida al quintetto piccolo ed è subito ripagato dai centri di Serafini, Duranti e Bergamin che portano i farnesi fino al +33. La partita è ormai archiviata, alla sirena finale lo score è di 60-88.
La Globo Allianz Campli vista al PalaElettra è una squadra che ha espresso al meglio la volontà di gioco di Coach Millina conducendo il gioco a ritmi altissimi, divertendo e divertendosi.