Atletica Leggera. Campionati Indoor Allievi. Lorenzo Mantenuto terzo nel salto

L'abruzzese sul podio con un salto in lungo di 6,98 metri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2703

Atletica Leggera. Campionati Indoor Allievi. Lorenzo Mantenuto terzo nel salto




ANCONA. Lorenzo Mantenuto, terzo nel salto in lungo con la misura di 6,98 metri, è stato il migliore degli abruzzesi ai Campionati Italiani Allievi (Under 18) Indoor di atletica leggera, che si sono svolti nelle giornate di sabato e domenica scorsi ad Ancona. Una prestazione a sorpresa, quanto impressionante di questo talento pescarese classe 1999 tesserato con l’U.S. Aterno Pescara, che ha regalato alla partecipazione abruzzese l’unica medaglia dei campionati. L’Allievo allenato da Claudio Ruffilli è riuscito a migliorare di ben 35 centimetri il primato personale che deteneva dall’anno scorso, in occasione del secondo posto riportato ai Campionati Italiani Cadetti. La gara è stata emozionante sino all’ultimo salto. Dopo i tre turni iniziali Mantenuto partiva, con 6,60, dall’ottava posizione, l’ultima utile per entrare in finale.

Dopo aver conseguito 6,55 al quarto salto, nei due successivi ha trovato la forza di piazzare le migliori misure, dimostrando temperamento agonistico. Al quinto turno Mantenuto è salito al terzo posto con 6,79 e, al sesto e ultimo salto, ha piazzato 6,98, che gli ha fatto assaporare l’argento per qualche minuto. Mattia Zagotto (Atletica Vicentina), però, scivolato in terza posizione, ha trovato le risorse per atterrare a 7,18 metri, misura con la quale ha vinto la gara precedendo al secondo posto Mario Marchei (Atletica Futura Roma), fino ad allora primo con 7,02, miglioratosi all’ultimo salto con 7,08.
Ai piedi del podio è finita Gaia Sabbatini (Atletica Gran Sasso Teramo) sui 1000 metri, dove è giunta quarta con l’ottimo tempo di 2’57”70, non lontana dal primato personale di 2’55”92, risalente ai Campionati Italiani Cadette dell’anno passato, dove era giunta seconda. Gara ben gestita da parte della sedicenne atleta teramana, non ancora al meglio della condizione rispetto alle sue avversarie. La gara è stata dominata, con tanto di record italiano indoor Under 20, da Marta Zenoni (Atletica Bergamo 1959 Creberg), con 2’45”89, la stessa atleta che lo scorso ottobre ha vinto il titolo italiano Cadette sui 1000 metri. Lontane le sue avversarie: 2^ Martina Tozzi (Fiamme Gialle Simoni) 2’56”73, 3^ Federica Baldini (CUS Pisa Atletica Cascina) 2’56”98. 

Eccellente anche il quinto posto dell’aquilano Samuele Puca (Atletica L’Aquila) nella finale dei 400 metri, con 51”06, primato personale migliorato di oltre un decimo di secondo. Veloce il suo passaggio ai 200, in 23”7. Il velocista classe 1998 aveva vinto la batteria di qualificazione con 51”56. La gara è stata vinta da Vladimir Aceti (Atletica Vis Giussano Milano) con 48”86, nuovo primato italiano indoor Allievi.
Nella marcia 3000 metri Allieve era attesa Vanessa Tomei (Atletica Gran Sasso Teramo), l’anno scorso argento. L’atleta teatina, non al meglio, si è però ritirata. Si è ben comportata, invece, la sulmonese Fabiana Bucci (Amatori Serafini Sulmona), settima in 15’24”72”, al primato personale pur gravata da due proposte di squalifica per sbloccaggio del ginocchio.
Altri risultati. Allievi. 1000: 19° Vincenzo Sasso (N. A. Lanciano) 2’42”36”. Peso (Kg 5): 17° Francesco Ranucci (Tethys Chieti) 13,10. Lungo: 18° Marco Pignelli (Gran Sasso Teramo) 6,35.
4 x 200: 22^ Aterno Pescara (Mosquera, Spoglia, Fortunato, Mantenuto) 1’38”35. Donne. 200: 17^ Giulia Naddei (Aterno Pescara) 26”53.