BOXE

Sport, Italia Thunder sfida gli Usa Knockouts al Palamaggetti di Roseto

Il match è in programma il prossimo 14 marzo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2903

Sport, Italia Thunder sfida gli Usa Knockouts al Palamaggetti di Roseto

ROSETO. Il prossimo 14 marzo al Palamaggetti di Roseto degli Abruzzi l’Italia Thunder Boxing Team sfiderà gli USA Knockouts in un match valevole per la nona settimana del Girone B della V° stagione delle World Series of Boxing (WSB). L’importante evento sportivo vedrà scontrarsi, sul ring adibito presso l’impianto rosetano, alcuni dei migliori interpreti della boxe dilettantistica che daranno vita a 5 incontri, ognuno di cinque round da tre minuti circa.

L’Italia Thunder, già Campione del Mondo WSB nella stagione 2011/2012, è una delle franchigie storiche che partecipano a quella che può essere definita una sorta di “campionato del mondo” a 16 squadre nella boxe, tanto che la Federazione Pugilistica Italiana (Fpi), unitamente al Coni, contribuisce alla realizzazione del torneo mettendo a disposizione del team italiano le “punte di diamante” della Nazionale ed i migliori elementi dello staff tecnico azzurro, come il Capo Allenatore, Raffaele Bergamasco, Head Coach dei Thunder, e le strutture sportive presenti presso il Centro Federale di S. Maria degli Angeli ad Assisi.
«In questi giorni la nostra città vive momenti esaltanti – ha esordito, in conferenza stampa, il sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone, ricordando la fresca vittoria a Sanremo del concittadino Gianluca Ginoble – siamo onorati di poter ospitare in città i migliori pugili italiani e stranieri. Roseto degli Abruzzi ha una importante tradizione sportiva e pugilistica e sono certo risponderà alla grande all’invito dei Thunder riempiendo il Palamaggetti e sostenendo i nostri campioni. Voglio ringraziare l’Assessore allo Sport, Mirco Vannucci, e la Pugilistica Rosetana per aver lavorato e portato sul nostro territorio un evento sportivo mondiale di così grande livello».

Roseto degli Abruzzi sarà infatti una delle 5 location scelte dai Thunder, assieme a Milano, Bergamo, Palermo e Porto Torres, per ospitare i match casalinghi della squadra, un ulteriore motivo di orgoglio per la cittadina abruzzese.

Quest’anno a rendere ancora più importante ed interessante il campionato c’è poi la possibilità, per i pugili che vinceranno le World Series, di staccare il biglietto per le prossime Olimpiadi di Rio 2016. «Mi avevano detto che Roseto degli Abruzzi è terra di boxe, ma devo dire che mai mi sarei aspettato un’accoglienza così calorosa e cosi tanta disponibilità e voglia di sport», ha esordito il presidente dell’Italia Thunder Boxing Team, Paolo Casserà.
«Nel match del Palamaggetti del prossimo 14 marzo affronteremo gli Stati Uniti che sono una delle squadre più forti e competitive del Girone. Loro schiereranno i migliori atleti del Paese, proprio in vista del traguardo olimpico, ma noi non saremo da meno e sono convinto che anche grazie al calore del pubblico rosetano riusciremo a centrare un importante obiettivo».