Rugby 6 Nazioni. L'Italia in Inghilterra cerca il miracolo. Fermo il Rugby abruzzese

L'Aquila, Gran Sasso, Paganica e Serie C1 ferme per la Nazionale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1908

Rugby 6 Nazioni. L'Italia in Inghilterra cerca il miracolo. Fermo il Rugby abruzzese




INGHILTERRA. Jacques Brunel, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha reso nota la formazione che sabato 14 febbraio alle ore 14.30 locali (15.30 in Italia) affronterà l’Inghilterra a Twickenham nella seconda giornata dell’RBS 6 Nazioni 2015.
L’incontro sarà trasmesso in diretta da DMAX, canale 52 del digitale terrestre, con pre-partita da studio dalle ore 14.50. Telecronaca, come sempre, affidata ad Antonio Raimondi con commento tecnico di Vittorio Munari.
Sei cambi complessivi e quattro volti nuovi nel XV titolare scelto dal CT dopo la sconfitta interna contro l’Irlanda subita nel turno inaugurale del Torneo. Con Campagnaro infortunato, Brunel sposta McLean ad estremo e punta sulla fisicità e sul dinamismo di Andrea Masi come primo centro, con Luca Morisi subito alle spalle dell’aquilano dei London Wasps.
Sarto conserva il proprio posto all’ala, con Venditti che rileva il posto lasciato libero dal passagio di McLean in maglia numero quindici.
Nessun cambio in regia, dove Brunel conferma la fiducia alla coppia formata da Kelly Haimona all’apertura ed Edoardo Gori come mediano di mischia.
In terza linea, perso Alessandro Zanni contro l’Irlanda, il CT francese dell’Italrugby inserisce in sua sostituzione il veterano Mauro Bergamasco, che raggiunge Troncon a quota 101 apparizioni in azzurro. Il veterano delle Zebre fa reparto con capitan Parisse a numero otto e Francesco Minto sul lato chiuso.
Un cambio anche in seconda linea, dove la maglia numero cinque torna sulle spalle di Marco Bortolami, recuperato dai problemi muscolari della scorsa settimana: per il seconda linea e capitano delle Zebre è l’apparizione numero 111 con l’Italia, in coppia con il compagno di franchigia George Biagi, al quinto caps.
In prima linea confermati sul lato destro Martin Castrogiovanni e Leonardo Ghiraldini tallonatore, mentre Alberto De Marchi rileva Matias Aguero a sinistra.
La panchina è per sei ottavi bianconera: prima linea alternativa interamente targata Zebre (Manici, Aguero, Chistolini) così come il flanker Vunisa, il mediano di mischia di riserva Palazzani ed il giovane trequarti Giulio Bisegni, che può conquistare la prima presenza internazionale. Completano la lista dei ventitrè il seconda linea Furno ed il mediano d’apertura Allan.
Arbitra l’irlandese John Lacey, che ha già diretto l’Italia un anno fa a Cardiff contro il Galles.
Dal 1991 ad oggi, Italia ed Inghilterra si sono sfidate in venti occasioni, tutte favorevoli al XV della Rosa, unica squadra del Vecchio Continente mai battuta dagli Azzurri.

ABRUZZO RUGBY: TUTTI FERMI. GIOCA SOLO LA SERIE C2 REGIONALE
Visto gli impegni della Nazionale azzurra, stop forzato dei campionati di Serie A, Serie B e Serie C1. Non giocheranno dunque L'Aquila (Eccellenza, ndr), Gran Sasso (poule promozione Serie A, ndr) e Paganica (Serie B, ndr).
Fermo anche l'Avezzano in C1, che alla ripresa delle ostilità sarà impegnato nell'attesissimo derby con la Gran Sasso Sambuceto.
Gioca soltanto la Serie C2, con la Polisportiva L'Aquila che farà visita al Cus Roma Rugby.