SERIE B

Delfino Pescara. Abecasis e Pettinari. La gioventù al potere: «emozionati ma pronti»

Torneo di Viareggio. Il Pescara pareggia col Belgrano. Domani la Roma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1701

Delfino Pescara. Abecasis e Pettinari. La gioventù al potere: «emozionati ma pronti»




PESCARA. Il mercato invernale condotto dal sodalizio biancazzurro ha portato in riva all'Adriatico (quasi, ndr) tutti i giocatori di esperienza richiesti dal tecnico Marco Baroni, eccezion fatta un esterno d'attacco. Dopo Rossi sono arrivati infatti Gessa, Bruno e Sansovini. Elementi dal grande passato in Serie B che certo non hanno bisogno di presentazioni. Gennaio (o meglio febbraio, ndr) ha portato in dote anche diversi elementi giovani che nel corso della stagione potrebbero ritagliarsi un ruolo importante in squadra. Su tutti Luciano Abecasis, Stipe Vrdoljak e Stefano Pettinari.
Il primo, come racconta a PrimaDaNoi.it il talent scout Alessio Ballone, è un terzino destro capace di giocare con discreti risultati anche sulla fascia sinistra. Abituato in una difesa a 4 (la stessa utilizzata da inizio anno da Baroni nel Pescara, ndr), Abecasis dispone di un buon piede e di un'ottima tecnica di base. Ottimo dribbling e controllo palla, è dotato di un fisico brevilineo che abbina grande velocità ad agilità. Da migliorare la forza e l'elevazione che al momento rappresentano i punti deboli del giocatore.
«Non parlo ancora bene l'italiano ma sono felicissimo di essere qui a Pescara» – ha raccontato ieri proprio Luciano Abecasis – «sono un difensore esterno ma posso giocare anche a centrocampo se dovesse servire. Posso giocare su entrambe le fasce. Voglio adattarmi al calcio italiano, nuovo per me. Spero di diventare importante col tempo per questa squadra. Sono emozionato ma allo stesso tempo pronto per questa nuova e stimolante avventura».
Soddisfatto del trasferimento in biancazzurro anche Stefano Pettinari, che dopo 3 anni molto positivi a Crotone (l'ultima stagione conclusa con 9 centri, ndr) è reduce da 6 mesi tutt'altro che facili a Latina: «vengo per non far rimpiangere Maniero. Sono molto entusiasta nonostante so benissimo che ci sarà parecchia concorrenza. Questo però mi stimola a dare qualcosa di più».
«A Latina abbiamo iniziato male con una situazione difficile» – ha chiuso il nuovo centravanti del Pescara – ma ora penso soltanto al Pescara e di fare più gol possibili».
La squadra intanto prosegue gli allenamenti (a porte chiuse, ndr) al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo in vista del match di domani con il Cittadella. Lavoro differenziato per Lazzari, Aresti, Pesoli e Savelloni.

La Primavera di Massimo Oddo infine ha pareggiato 1-1 nella seconda giornata del Viareggio contro gli argentini del Belgrano. Succede tutto nel primo quarto d'ora del primo tempo. Vantaggio abruzzese con Monni al primo giro di orologio, poi pareggio al quindicesimo di Paz.
Nella prossima gara il Pescara farà visita alla Roma reduce dalla vittoria contro il Bologna. La gara sarà trasmessa sabato 7/02/15 alle ore 15:00 su Rai Sport 1.

PESCARA-BELGRANO 1-1 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: 1'pt Monni (Pe); 15'pt Paz (Be).
BELGRANO: Sanchez, Giordano, Fernandez G., Gomez M., Trejo (Gomez L. 44'st), Guzman, Garcia, Guidara (Cochis 33'st), Valdemarin (Ponce 1'st), Paz (Munoz 24'st), Fernandez L.. A disp: Martina, Romero, Volpini. All: Bocco
PESCARA: Calore, Venuti, Marzucco, Torreira, Sanni (Di Sabatino 22'pt), Milillo, Bulevardi (Di Rocco 13'st), Ventola, Moreira (Testi 22'st), Paolucci, Monni (Iorio 13'st). A disp: Kastrati, Orlando, Logoluso, Keqi, Del Sole, Castagna, Parker, Morelli. Ala: Oddo
ARBITRO: Cosimo Cataldo sez. Bergamo
NOTE: ammoniti: Valdemarin 19'pt, Giordano 21'pt, Gomez M. 28'pt, Moreira 34'pt, Trejo 26'st, Testi 40'st, Marzucco 46'st. espulsi: Gomez M. 48'pt
Andrea Sacchini