Pallavolo. Ortona da sogno e capolista: schiantata con merito 3-1 Matera

Gli abruzzesi sognano la promozione in Serie A1

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2814

Pallavolo. Ortona da sogno e capolista: schiantata con merito 3-1 Matera

MATERA. In un PalaSassi biancoazzurro per i colori delle squadre in campo, si parte per questa 3a di Ritorno.
Per la Sieco si parte con capitan Lanci al palleggio e opposto Michalovic, gli schiacciatori Cisolla e De Paola, al centro Moretti/Simoni e il libero Cortina.
Per la Domar Pinelli in regia e opposto Joventino, Cernic/Suglia i martelli, Sesto e Zamagni i centrali e Lo Bianco libero.
La gara si preannuncia calda e tirata. L'equilibrio comincia a farsi sentire da subito, con Suglia e De Paola che se ne danno di santa ragione. (7-7)
Al primo time out Matera avanti 12-11. Il nuovo 13-13 nasce dalla palletta di prima di Andrea Lanci, ma Ortona comincia da subito a sbagliare in battuta.
Ciso e Michalovic negano il vantaggio ai materani, ma Joventino buca il pavimento sul 20-19. Fischio dubbio, diciamo incomprensibile (invasione sotto rete) consegna il ventunesimo punto ai lucani.
Il punto dell'opposto brasiliano consegna il primo set ai ragazzi di coach Mastrangelo. ( 25-22)
Ortona parte “tonta” e Cernic approfitta. 5-1 al PalaSassi. Altra invasione fischiata, senza capire a quale giocatore ,e 10-4. Squadre in panchina sul 12-6, con Matera tosta e concentrata e una Sieco
con poca cattiveria.

Sul 13-7 cartellino giallo per De Paola(proteste), quando Michalovic riprende la battaglia solo contro tutti.
Cernic punisce De Paola al servizio e il preoccupante 17-8 costringe coach Lanci a chiamare i suoi in panchina.
L'Impavida caccia la grinta, spinta dai tifosi e dall'orgoglio e ora 18-16.
Il 19-19 è un traguardo da grande squadra ma ora bisogna far vedere di che pasta si è fatti.
Finale per cuori forti e soprattutto per menti fini. 23-23. Mastrangelo gioca la carta Villena al posto di Cernic. De Paola annulla tre palle set per la Domar e Simoni scrive la sentenza, fermando a muro Joventino. (25-27)
Il terzo parte maluccio per gli abruzzesi, che con l'ace di Joventino si trovano di nuovo a rincorrere. (8-4) Antonio De Paola ora ne vuole sapere e si carica sulle spalle la squadra, accorciando di nuovo il risultato. 10-11 sul tabellone.
Tutto si può fare, ma bisogna farlo con cuore. Suglia riprende a sfruttare il muro ortonese e dopo la parità del 13-13, Matera +2 (17-15) Cernic mostra la sua esperienza e porta la Domar sul 21-18.
Ancora parità sul 22-22 con il “murone” di Simoni su Sesto.
Il doppio ace di Michalovic segna il 23-25. Fuoriclasse! Da segnalare che nel terzo e quarto set coach Mastrangelo decide di cambiare libero e schierare Calitri al posto di Lo Bianco.
Quarto parziale al via...il centrale Simoni ferma Sesto e Ortona avanti 2-4.
De Paola è indemoniato e +5 (2-7).I lucani non demordono e sono di nuovo attaccati al risultato. (5-7) Sul 5-11 cambio di libero per la squadra di casa, Lo Bianco di nuovo in campo.
Ora il distacco si fa importante per l'Impavida che con la giusta cattiveria si porta sul 8-16.
Sesto risveglia gli animi fermando Simoni (13-20), ma nulla da fare per Cernic e compagni. Ora la Sieco è troppo forte! L'Impavida vince 3-1 su un campo difficile e lo fa in grande stile!
Novità in classifica perchè la Sieco Service è di nuovo capolista.
Domar Matera – Sieco Service Impavida Ortona 1-3 (25-22/25-27/23-25/16-25)
Domar Matera: Pinelli 1, Calitri L, Cernic 10, Joventino 22, Sesto 12, Zamagni 8, Villena, Lapacciana n.e, Suglia 9, Lo Bianco L, Da Silva n.e., Monteleone n.e.
Sieco Service Impavida Ortona:Simoni 12, Guidone n.e, Matricardi n.e., De Paola 24, Michalovic 25, Cortina L, Toscani L, Di Meo, Lanci 1, Moretti 3, Cisolla 11, Maiorana n.e, Orsini n.e.