Basket. Il cuore dell'Amatori Pescara è immenso. Domata 81-77 Monteroni

Continua la cavalcata in zona play-off degli abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1195

Basket. Il cuore dell'Amatori Pescara è immenso. Domata 81-77 Monteroni




PESCARA. Sotto gli occhi di Achille Polonara, che con tutta la famiglia è venuto a sostenere il fratello Valerio, l'Amatori inizia il nuovo anno come aveva chiuso il vecchio, cioè con una grande vittoria, la sesta consecutiva.
Ma se con Bisceglie l'affermazione era stata netta e più agevole del previsto, oggi è stata un'autentica battaglia, portata a casa dai pescaresi con un grandissimo cuore e due attributi grandi così. E, manco a dirlo, a suonare la carica è stato ancora una volta l'immenso capitano Stefano Rajola, che con 25 punti è stato il miglior realizzatore della partita. Ma anche gli altri, a turno, hanno dato il loro importante contributo per una vittoria più che mai “di squadra”. E così se Pepe incappa nella peggior giornata al tiro (2/13 ma con un importantissimo 5/5 dalla lunetta), eccolo catturare 16 rimbalzi contro una delle squadre più “alte” del girone. Polonara si sacrifica contro l'enorme Mocavero facendo un grandissimo lavoro fisico, e chiudendo con 14 punti e 5 rimbalzi. Di Donato, assente nei primi due quarti, esplode nel secondo tempo e referta 13 punti e 14 carambole. De Martino sembrava voler ripetere la partita dell'andata con una partenza bruciante (7 punti nei primi tre minuti) per poi sparire per un po' e tornare determinante con una bomba a 3' dalla fine che ha bloccato l'ultimo allungo dei leccesi. Per lui alla fine 17 punti e 2 recuperi pesantissimi.
Dalla panchina, oggi meno utilizzata del solito da coach Salvemini, da segnalare una fondamentale tripla di Matteo Bini a fine secondo quarto che ha interrotto il miglior momento degli ospiti sul 37-45.

Monteroni ha avuto un' ottima prova da Leggio, Mvp dei suoi con 18 punti (4/7 da tre) e 13 rimbalzi, 21 punti da Mocavero (ma solo 5 rimbalzi) mentre Potì ha scritto 16 punti con 3/5 dall'arco, ma con alcune scelte sbagliate nel finale che sono risultate decisive in senso negativo e che hanno “contrariato” non poco coach Lezzi. Anche la prova del grande ex Andrea Grosso (cresciuto nell'Amatori e capitano della promozione, premiato con una targa ricordo dal Presidente D'Onofrio), è stata un po' a corrente alternata e alla fine chiude a 6 punti, 4 assist ma alcuni errori importanti nei momenti decisivi.
Si parte con Pescara in quintetto “standard” mentre Monteroni lascia seduto Mocavero e presenta Paiano da 5 con Grosso, Ingrosso, Potì e Leggio.
I viaggianti dimostrano subito grande condizione e concentrazione mentre l'Amatori sembra la più “ingolfata” dalle feste. Dopo il 2-0 di Di Donato, Leggio spara 2 triple da sette metri che spaventano il PalaElettra ma De Martino lo imita subito con 7 punti consecutivi. Si va avanti con botta e risposta per otto minuti fino a quando coach Lezzi fa alzare Mocavero che con due canestri consecutivi chiude il primo quarto sul +3 per Monteroni 20-23.
Il secondo tempino vede un' Amatori stranamente impacciata, troppo morbida in difesa, che consente ad un'ottima Monteroni di colpire abbastanza facilmente da tutte la posizioni e arrivare al +8 quando Bini si alza dalla panca e spara una tripla fondamentale per bloccare la fuga salentina. Si va negli spogliatoi sul 40-47 ospite e l'Amatori in evidente affanno.
Il terzo periodo sembra confermare la confusione pescarese e dopo due minuti gli ospiti toccano il massimo vantaggio sul +10. Ed ecco che, come quasi sempre, quando sembra che debbano morire, i ragazzi di Salvemini si ricompattano e in tre minuti di “grande basket di squadra” piazzano un 10-0 segnando tutti. Che poi diventa 21-7 totale del terzo quarto che si chiude 61-54 con inerzia piena in mano pescarese.
Ma stavolta è Monteroni a non starci e apre l'ultimo tempino con un perentorio 7-0 e poi, dopo un canestro di Rajola, rimette il naso avanti con una bomba di Potì. E' il momento di Di Donato che con due giochi da tre punti riporta Pescara sul 71-68 ma una bomba di Leggio e due appoggi di Mocavero riportano gli ospiti a +4 a poco più di due dalla fine. Pescara sembra di nuovo alla fine ma ecco la bomba di De Martino che la rianima. Il nuovo sorpasso è firmato da Di Donato con immediata replica di Mocavero per il 76-77 e palla in mano a Monteroni che la butta via facendo poi fallo su Rajola. 2/2 dalla lunetta per il capitano e poi è solo Amatori con Pepe che recupera un altro pallone e chiude per l' 81-77 finale nel tripudio del PalaElettra.
Un'altra battaglia vinta dai ragazzi di Salvemini che alla fine, stremato ma felice, pensava già alla prossima trasferta di Agropoli dove si tenterà “l'impresa delle imprese” contro la capolista ancora imbattuta.

AMATORI PESCARA- NUOVA PALLACANESTRO MONTERONI 81-77
Amatori Pescara: Rajola 25, Pepe 9, De Martino 17, Di Donato 13, Polonara 14, Timperi, Di Carmine, Di Fonzo, Bini 3, Di Marco. Coach Salvemini
NP Monteroni: Grosso 6, Ingrosso 6, Potì 16, Leggio 18, Paiano 10, Mocavero21, Errico, De Giorgio, Calasso ne, Stefanizzi ne. Coach Lezzi
Arbitri: Dionisi di Castorano e Vittori di Fabriano
Tiri da due: Pescara 22/54 Monteroni 21/42
Tiri da tre: Pescara 7/28 Monteroni 9/23
Tiri Liberi: Pescara 16/24 Monteroni 8/10
Rimbalzi: Pescara 46 (19A) Monteroni 41 (8A)
Parziali : 20-23; 20-24 (40-47); 21-7 (61-54); 20-23 (81-77)