Pallavolo. Sieco Service Ortona tra Campionato e Coppa Italia

Cisolla: "bello esserci ora divertiamoci"

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2642

Pallavolo. Sieco Service Ortona tra Campionato e Coppa Italia




ORTONA. C'è l'importante evento della Coppa Italia in arrivo, ma allo stesso tempo in casa Impavida si pensa alla sfida di domenica al Palazzetto dello Sport dove arriverà Cantù. Cisolla sulla Coppa Italia: "La cosa più bella è esserci e bisogna vivere a pieno ogni momento".
"Quelli tra palco e realtà" cantava Ligabue e la Sieco Service Impavida Ortona vive in questi giorni questa strana sensazione. Cuore alla Coppa Italia, al grande evento che sta per iniziare e
all'importanza della Final Four, che per la prima volta viene organizzata in Abruzzo e che per la prima volta vede la squadra ortonese tra le "fantastiche 4".
Testa invece all'impegno immediato che prende il nome di Cassa Rurale Cantù. La formazione allenata da coach Della Rosa è a sole 3 lunghezze dalla Sieco, occupando la quarta posizione. Ad un passo dalla Coppa Italia Cantù dimostra di essere una delle forze di questo campionato
vantando la presenza dell'opposto Vincenzo Tamburo e avendo a disposizione l'esperienza e la serietà del duo Mercorio/Ippolito. In tutti i ruoli comunque i canturini sono pungenti e sicuramente saranno pronti a dare battaglia in terra abruzzese.
In casa Impavida c'è la voglia di andare avanti e di lavorare sodo in palestra. Si torna a giocare tra le mura amiche in questo weekend, potendo contare sul calore del pubblico di casa. Bisogna comunque essere concentrati una gara che si preannuncia interessante e dove in campo ci saranno diverse motivazione da una parte e dell'altra.
Arbitri della gara saranno Valeriani Silvano (Roma) e Bellini Andrea (Foligno -PG)
Chi ne ha vissute tante di Final Four Di Coppa Italia è sicuramente Alberto Cisolla, che descrive la magia di questa competizione così: "Ho capito che la cosa più bella è esserci. Bisogna vivere a pieno ogni momento della manifestazione ed essere orgogliosi di esserci arrivati. Bisogna essere fieri anche prima di iniziare a giocare le semifinali, perchè esserci significa essere una grande squadra. Certo non è una partita "normale" in quanto secca, ma bisogna interpretarla nel modo
giusto, pensando poco alla tensione e molto alla squadra e al gioco".
Per quanto riguarda il campionato, continua:" Sara una gara tosta. Noi dobbiamo essere bravi in questo mese a preparare la Coppa Italia, ma allo stesso tempo dobbiamo avere lucidità per affrontare il campionato. Cantù è una squadra molto competitiva e sicuramente vorrà rifarsi al più
presto, dopo la sconfitta a Potenza Picena. Dobbiamo essere bravi a non innervosirci e cercare sempre di crescere".