Basket. L'Amatori Pescara non vuole più fermarsi. Bisceglie schiantata 81-67

Abruzzesi trascinati dai "soliti" Pepe, Rajola e Polonara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1477

Basket. L'Amatori Pescara non vuole più fermarsi. Bisceglie schiantata 81-67

PESCARA. Ancora una grande prova dell' Amatori di Giorgio Salvemini che ormai non stupisce più. Dominando tre tempi su quattro i pescaresi, trascinati dal trio Pepe, Rajola e Polonara, hanno steso Bisceglie e girano al terzo posto alla fine del girone di andata a quota 20 punti, che significano dieci vittorie e tre sconfitte. Chapeau per un anno meraviglioso.
Partita che, tranne cinque minuti di buio nella seconda metà del secondo quarto, ha visto i ragazzi locali avere sempre in mano il pallino, giocando decisamente meglio di una Bisceglie che, invece, è apparsa un po' appannata e a tratti abbastanza confusionaria.
Si parte con Pescara in starting five classico ovvero Rajola, Pepe, De Martino, Di Donato e Polonara, mentre Bisceglie (orfana del centro Orlando rilasciato in settimana) risponde con Stella, Torresi, Gambarota, Drigo e Cena. Il primo quarto scivola via piacevolmente con botta e risposta fino al piccolo break finale dell'Amatori che chiude sul 21-15. Tempino segnato da Pepe e Polonara che hanno siglato 18 dei 21 punti pescaresi. E alla fine, insieme a Rajola, si divideranno equamente il titolo di MVP con queste statistiche: Pepe 25p 10r e 26 di valutazione, Polonara 18p 12r e 27 di valutazione e Rajola 20p 5 assist 7 falli subiti per 14 di valutazione, con qualche errore di troppo al tiro, ma sempre le cose giuste al momento giusto.
Il secondo periodo si apre con un canestro di Abassi (il più positivo dei suoi con 15p e 18 di valutazione) prima di due bombe pescaresi di Di Donato (10p e 6 r ma anche fuori diversi minuti per un infortunio alla caviglia) e De Martino (6p e 4 r) che, tirando da casa sua, dava il massimo vantaggio a Pescara sul 27-17. E qui i locali spegnevano la luce mentre Bisceglie accendeva gli antinebbia e con un parziale di 19-3 andava all'intervallo lungo in vantaggio 32-38 con l'inerzia pienamente dalla sua parte e con “i fumi” di Salvemini che scappava anzitempo nel tunnel per “accogliere” adeguatamente i suoi.
E dev'essere stata un'accoglienza molto “calda” visto come si è ripresentata in campo l'Amatori: la squadra molliccia e balbettante degli ultimi cinque minuti è rimasta ben chiusa a chiave nello spogliatoio per lasciare il posto ad un quintetto di scalmanati che, dopo altre due triple di Torresi (15p e 3a) e Drigo (16p e 9r) che tenevano avanti Bisceglie, ha cominciato a mordere in difesa e sotto canestro, recuperando palloni, volando in contropiede e colpendo quattro volte dall'arco con Pepe e Rajola.
Si arriva così al +8 prima degli unici due punti su tiri liberi di un impalpabile Stella - che insieme ad un evanescente Scarponi (5p) è stata l'autentica delusione della serata - che chiudono il terzo periodo sul 63-57 per Pescara.
L'ultimo set inizia con una tripla del positivo Drigo e 5 punti consecutivi dell'ottimo Abassi (forse meriterebbe più minuti se Stella è quello di stasera) che riportano i viaggianti a -1. L'onnipresente Pepe viene colto da crampi e deve uscire qualche minuto ma ci pensano capitan Rajola con tre canestri consecutivi e Polonara con un fondamentale tap in, a ricacciare indietro gli ospiti che a quel punto si sciolgono come neve al sole e giocano gli ultimi minuti in maniera confusa, non vedendo più il canestro e subendo il parziale finale di 0-11 con la tripla da otto metri del rientrato Pepe che suggella il magnifico girone di andata suo e dell'Amatori. La sirena suona sul punteggio di 81-67 con la standing ovation del Palaelettra.
Coach Salvemini alla fine si dichiara “entusiasta del gruppo. Ancora una volta abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo che nei momenti di difficoltà tira fuori due attributi grandi così. All'intervallo ho dovuto dare una bella strigliata perchè avevamo smesso di giocare di squadra e sbagliavamo tutte le scelte in attacco e le letture in difesa. Ma sono veramente contento ed orgoglioso della reazione di tutti nel secondo tempo. E' stato un grande girone di andata ma non ci vogliamo e dobbiamo fermare, questa squadra ha ancora margini di crescita, a patto che lo spirito sia sempre quello del secondo tempo di stasera e non quello del secondo quarto”.

AMATORI PESCARA – AMBROSIA BISCEGLIE 81-67
Amatori Pescara: Rajola 20, Pepe 25, De Martino 6, Di Donato 10, Polonara 18, Timperi 2, Di Fonzo, Bini ne, Di Marco, Piscione ne. Coach Salvemini
Ambrosia Bisceglie: Stella 3, Torresi 15, Gambarota 11, Drigo 16, Cena 2, Scarponi 5, Abassi 15, Galatino, Falcone ne, Vitanostra ne. Coach Scoccimarro
Arbitri: Gaudino di Nocera Inferiore e Napolitano di Acerra
Tiri da due: Pescara 22/40 Bisceglie 19/40
Tiri da tre: Pescara 7/30 Bisceglie 6/22
Tiri Liberi: Pescara 16/18 Bisceglie 11/12
Rimbalzi: Pescara 40 (14A) Bisceglie 35 (8A)
Parziali: 21-15 11-23(32-38) 31-19(63-57) 18-10(81-67)

--