Basket. A Latina i Roseto Sharks non passano. Sconfitta 83-72

Domenica prossima ultima gara del 2014 con Ravenna

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1684

Basket. A Latina i Roseto Sharks non passano. Sconfitta 83-72

LATINA. L’Industrialesud si arrende in terra laziale con il risultato di 83-72, sotto i colpi di una Latina più che ispirata dall’arrivo del nuovo coach, Maurizio Bartocci, e spinta dai 24 punti di Riccardo Santolamazza. Una partita complicata per gli Sharks, privi anche oggi di Bryan e Carenza, entrambi ai box per infortunio. Dunque, dopo le due vittorie consecutive con Ferrara e Omegna, Roseto perde e arresta l’ottimo momento che l’aveva visto vincere 3 delle ultime 5 partite, prima di quella odierna. Latina, per contro, esce dalla crisi delle 8 sconfitte consecutive e aggancia proprio gli Squali a quota 8 punti in classifica. Peccato, perché i biancazzurri, dopo uno svantaggio di 16 punti accumulato nel corso del 3° quarto, hanno avuto la forza di rifarsi sotto, consumando l’ultimo mini intervallo sul -5 (66-61). In ogni caso, è un’Industrialesud da applaudire per l’impegno profuso in campo: i numerosi tifosi rosetani giunti in trasferta, di fatti, non hanno mancato di congratularsi con i propri beniamini per la grinta messa in campo.
Alla palla a due coach Bartocci, alla sua prima partita dopo la firma con Latina, schiera Cantone, Uglietti, Reed, Austin e Ianes. Risponde coach Trullo con Pitts, Jackson, Marini, Moreno e Janelidze. In panchina è presente Lorenzo Bartoli, nuovo arrivato in casa Sharks (3 punti in 5 minuti per lui a fine gara). Per i padroni di casa, assente Mike Nardi, “acciaccato”, mentre per gli ospiti Bryan in panchina per onor di firma, mentre Carenza è costretto alla tribuna. L’inizio è contraddistinto da un punteggio alto, con Marini e Janelidze in evidenza in attacco da una parte, Reed e Santolamazza dall’altra. Roseto parte bene e pesca subito un vantaggio di 6 punti con la spinta dei due appena citati, ma i neroazzurri non si fanno pregare, con Reed che fa capire a Trullo chi è il padrone di casa: chiuderà il primo tempo con 18 punti (7/9 dal campo), 5 rimbalzi e 1 assist. Latina quindi ringrazia il possente americano e soprassa, anche sfruttando l'apporto del suo capitano, Santolamazza (precisissimo dai 3 punti con 4/4 in 13 minuti giocati nel primo tempo). Roseto accusa il colpo, con Banti che dalla lunetta sigla il +5 a poco più di 3 secondi dal suono della prima sirena. Con sorpresa di tutti, Moreno, indisturbato dalla difesa, sale fino a metà campo e infila una bomba allo scadere che consente ai rosetani di risposarsi sul -2 (24-22).
Bartocci capisce che Roseto ha tutte le intenzioni di vincere la sua terza partita consecutiva, allora decide di annullare fisicamente gli avversari schierando sul parquet un quintetto altissimo, con Reed, Santolamazza, Austin e Iehdioha, oltre Cantone. Roseto non riesce a tenere testa fisicamente ai laziali: ne approfittano Banti e Austin, con 6 e 8 punti. Gli Sharks sprofondano sul – 14, palesando tutta la difficoltà nel contenere i prestanti giocatori di casa. Il secondo quarto si chiude con l’altisonante 51-38 in favore dei locali.
Alla ripresa, l’Industrialesud decide di bloccare Reed abbinandogli Moreno come difensore (ne segnerà solo 2 in quasi 20 minuti giocati nel secondo tempo), inoltre l’obiettivo è di non lasciare spazi dentro l’area. Compito che riesce bene a Ferrero e compagni, anche se è nuovamente il tiro da fuori a ferire gli Squali: Santolamazza prosegue nella sua giornata d’oro (4 punti di media nelle prime 12 di campionato per lui, a dispetto dei 24 segnati oggi), e anche Austin supera la doppia cifra grazie alle conclusioni da lunga distanza. Per gli abruzzesi arriva il massimo svantaggio di 16 punti. Sembra ormai tutto finito, ma la presione difensiva aumenta e Moreno e Ferraro suonano la carica in attacco: in un baleno Roseto si riporta a contatto sul 66-61 del 30’.
Latina si spaventa quando Roseto ha in mano la palla del -2, ma gli Sharks non riescono a concretizzare offensivamente, mentre i padroni di casa emergono dal momento di difficoltà nuovamente grazie al protagonista del 13° turno di A2 Silver, Riccardo Santolamazza: 7 punti infilati negli ultimi e decisivi 10 minuti lo ergono a miglior marcatore dell’incontro, e permettono a Latina di tornare a vincere dopo 8 sconfitte consecutive (non vinceva in casa dal 12 ottobre, prima gara casalinga di campionato). Nel finale Marini fissa il risultato sull’83-72.
Quanto meno l’Industrialesud può consolarsi per i "buoni" risultati sugli altri campi, con Piacenza sconfitta da Reggio Calabria (ieri) e Matera da Recanati. Al momento Piacenza occupa l’ultimo posto della graduatoria con 6 punti, mentre a quota 8 ci sono Roseto, Matera e Latina. Nel prossimo turno di domenica 28 dicembre 2014 valido per la 14^ di A2 Silver, Roseto saluterà l'anno solare 2014 affrontando la capolista Ravenna sul neutro di Recanati.

BENACQUISTA LATINA-INDUSTRIALESUD ROSETO: 83-72
Latina: Mathlouthi ne, Banti 14, Santolamazza 24, De Ninno ne, Nardi ne, Ihedioha 3, Uglietti 4, Cantone 4, Austin 14, Di Ianni ne, Ianes, Reed 20, All. Bartocci
Roseto: Pitts 12, De Dominicis ne, Ferraro 11, Bartoli 3, Marini 13, Janelidze 8, Bryan ne, Timperi ne, Jackson 11, Moreno 15, All. Trullo
Arbitri: Capello, Fabiani, Trifiletti
Note: Parziali: 24-22, 51-38, 66-61. Usciti per 5 falli: nessuno. Latina: 31/68 al tiro, 12/27 da 3, 9/10 ai liberi, 35 rimbalzi (7 off), 15 assist, 8 perse, 7 recuperate, 90 di valutazione. Roseto: 24/57 al tiro, 12/26 da 3, 13/17 ai liberi, 26 rimbalzi (5 off), 5 assist, 11 perse, 4 recuperate, 63 di valutazione. Turno di A2 Silver: 13°. Luogo: PalaBianchini di Latina. Spettatori 1100 (circa 70 da Roseto).