SERIE B

Delfino Pescara. Baroni cerca gioie all'Adriatico: «dura con l'Avellino ma servono 3 punti»

Non convocato Brugman. Rastelli: «biancazzurri migliori col nuovo modulo»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1333

Delfino Pescara. Baroni cerca gioie all'Adriatico: «dura con l'Avellino ma servono 3 punti»

PESCARA. «Sarà una partita come al solito difficile e l'Avellino vuole riscattare l'ultimo negativo periodo di risultati, ma noi in casa dobbiamo dare finalmente una gioia al nostro pubblico».
È stato chiaro e categorico alla vigilia il mister biancazzurro Marco Baroni, che con gli irpini si aspetta una prova importante dei suoi per riconquistare poco a poco la fiducia del pubblico dell'Adriatico: «loro sono una squadra solida ed occupano una posizione molto alta di classifica. Il loro punto forte è l'attacco con 2 attaccanti validissimi per la categoria (Comi e Castaldo, ndr). Non non dobbiamo calare l'attenzione e dobbiamo assolutamente lanciare un segnale al nostro pubblico».
Come al solito lunga la lista degli indisponibili che comprende gli squalificati Lazzari e Pucino e gli infortunati Grillo, Caprari, Nielsen e Milicevic. Non convocati Pogba e Brugman, che soltanto in settimana è tornato ad allenarsi col gruppo dopo un brutto infortunio al ginocchio.
Marco Baroni ha convocato i portieri Aldegani, Aresti e Fiorillo; i difensori Bunoza, Cosic, Pesoli, Salamon, Vitturini, Zampano e Zuparic; i centrocampisti Memushaj, Appelt Pires, Selasi, Bjarnason e Torreira; gli attaccanti Melchiorri, Pasquato, Da Silva, Maniero, Politano e Sowe.
«Ho ancora qualche dubbio di formazione» – chiude Baroni parlando degli assenti e delle possibili soluzioni – «Zampano e Cosic non stanno benissimo mentre Vitturini sta facendo bene e potrebbe giocare come tanti altri. I giovani però vanno gestiti e non gettati allo sbaraglio».

QUI AVELLINO. RASTELLI TEME IL “NUOVO” PESCARA: «LORO MEGLIO COL 4-4-2»
«Siamo consapevoli della nostra forza e delle nostre potenzialità. Nonostante tutte le difficoltà tra sfortuna ed infortuni abbiamo ottenuto un buon bottino di punti che ci permette di stare ancora in zona playoff»– ha raccontato alla vigilia al sito ufficiale del club il tecnico dell'Avellino, Massimo Rastelli – «nelle ultime due partite avremmo meritato due punti in più. Bisogna guardare il bicchiere non mezzo pieno, ma pienissimo, so quanto hanno messo i ragazzi in campo e so che ce l’hanno messa tutta».
Sul Pescara: «da quando hanno cambiato modulo e sono passati al 4-4-2 hanno invertito la rotta e stanno risalendo la classifica dopo un inizio difficile. Sappiamo che hanno una rosa da Serie A, ma noi domani vogliamo fare risultato e sono sicuro che ce la possiamo fare. Contro la Pro Vercelli hanno segnato alla prima occasione utile e poi hanno chiuso la gara».
Massimo Rastelli ha convocato i portieri Frattali e Gomis; i difensori Petricciuolo, Ely, Fabbro, Visconti, Vergara, Pisacane e Chiosa; i centrocampisti Zito, Arini, D'Angelo, Schiavon, Kone, Angeli e D'Attilio; gli attaccanti Arrighini, Castaldo, Comi, Pozzebon e Soumarè.
Pescara-Avellino verrà arbitrata da Francesco Paolo Saia di Palermo. Guardalinee Prenna e Villa. Fischio d'inizio domani (sabato, ndr) alle ore 15,00 allo stadio Adriatico di Pescara.
Andrea Sacchini