Basket. Troppo forte il Palermo batte Amatori Pescara: 77-92

Prestazione comunque orgogliosa e generosa degli abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1402

Basket. Troppo forte il Palermo batte Amatori Pescara: 77-92




PESCARA. Bellissima partita a Pescara dove una super Palermo ha avuto ragione di un’eroica Amatori priva del suo centro titolare Valerio Polonara, fermato in settimana da un problema muscolare. E contro la corazzata palermitana l’assenza dell’unico centro di ruolo pescarese, si è fatta sicuramente sentire. Ma gli indomiti ragazzi di Salvemini hanno venduto cara la pelle e, tranne il terzo periodo dove hanno subito la superiorità tecnica e fisica dei siciliani, per tre quarti di gara hanno tenuto testa con grinta e personalità ai più esperti avversari.
Palla a due con il giovane Matteo Bini al posto di Polonara in quintetto con i soliti Rajola, Pepe, De Martino e Di Donato per Pescara. Coach Marletta risponde con Merletto, Cozzoli, Gottini, Giovanatto e Antonelli. In panchina ancora precauzionalmente fermo Nelson Rizzitiello.
Si parte fortissimo con una scorribanda di Pepe (17 punti alla fine con 14 di valutazione) e un canestro di Bini (4) per il 4-0 pescarese a cui risponde subito Cozzoli (19 p e 15 di valutazione) con una bomba con fallo di Di Donato. Il ritmo è forsennato e con una serie di canestri da una parte e dall’altra a metà tempino il punteggio è 16-15 per Pescara. Poi due triple di Di Donato (Mvp per i locali con 6/9 dall’arco, 24 punti, 8 rimbalzi e 24 di valutazione) e del giovanissimo (1998) Di Fonzo fanno chiudere il quarto con Pescara in vantaggio 27-23.
L’inizio del secondo periodo vede un’Amatori caricatissima che gioca, lotta e segna dando anche sprazzi di autentico spettacolo e dopo quattro minuti tocca il massimo vantaggio sul 35-25 fallendo la tripla del +13. Ma Palermo fa intravedere tutta la classe di cui è dotata e con tre azioni e due bombe di Dragna (9 punti con su 3/4 da tre uscendo dalla panchina) e Merletto (Mvp della partita con 4/5 dal campo, 7 assist e un clamoroso 34 di valutazione, veramente un signor giocatore), si riporta a -3. Ancora una serie di triple e canestri da una parte e dall’altra che entusiasmano il numeroso pubblico (con una sparuta eroica rappresentanza ospite), fino all’intervallo lungo in perfetta parità 46-46.

Al rientro però l’Amatori smarrisce la via del canestro, allenta troppo la difesa e i “califfi” siciliani non perdonano: break di 10-0 prima dell’ennesima bomba di Di Donato, subito cancellata da altre tre triple degli ospiti (che alla fine chiudono con un sontuoso 56% da tre) che danno il massimo vantaggio sul 70-53. Il terzo periodo si chiude con Palermo a +15 e risulterà decisivo.
Nel quarto periodo l’Amatori si ricompatta in difesa, rientra più aggressiva e costringe Palermo a perdere sei palle consecutive ma a sua volta non riesce a ridurre lo svantaggio che si mantiene tra i 12 e i 15 punti. Nel finale affiora un po’ di (meritata) stanchezza da ambo le parti e si va alla conclusione sul 77-92 con applausi scroscianti per tutti.
Coach Salvemini alla fine era naturalmente amareggiato ma orgoglioso della prova dei suoi ragazzi contro “la squadra probabilmente più forte del campionato che ha dimostrato tutta la sua potenzialità prima risalendo con tre azioni dal -10 e poi giocando un terzo quarto perfetto che ci ha tagliato le gambe. Però proprio qui ho visto una bellissima reazione dei miei che non hanno mollato e hanno anzi costretto Palermo a commettere diversi errori. Ma davanti a una squadra che tira col 62% totale e col 56% da tre e fa 118 di valutazione bisogna solo togliersi il cappello”
Si interrompe quindi la striscia vincente per Pescara mentre Palermo si avvia a disputare il campionato di vertice che le compete.
Domenica prossima per l'Amatori impegnativa trasferta sul difficile campo di Venafro, sperando di recuperare Polonara.

AMATORI PESCARA – NUOVA AQUILA PALERMO 77-92
AMATORI PESCARA: Pepe 17, Rajola 17, De Martino 5, Di Donato 24, Bini 4, Timperi 5, Di Marco, Di Carmine 1, Di Fonzo 3, Piscione. Coach Salvemini
NUOVA AQUILA PALERMO: Merletto 13, Cozzoli 19, Gottini 17, Giovanatto 12, Antonelli 17, Dragna 9, Marzo 5, Tagliareni ne, Rizzitiello ne, Caronna ne. Coach Marletta
Tiri totali: Pescara 28/72 Palermo 35/52 Tiri da tre: Pescara 14/33 Palermo 14/26
Tiri Liberi: Pescara 7/10 Palermo 14/18 Rimbalzi Pescara 25 (5 A) Palermo 33 (1 A)
Fallo tecnico a Rajola
Arbitri: Vittori di Castorano e Centonza di Grottammare