Calcio a 5. Pescara ok con la Luparense nel posticipo. Tutti i risultati

Bene anche l'Asti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

792

Calcio a 5. Pescara ok con la Luparense nel posticipo. Tutti i risultati



ABRUZZO. Pescara-Luparense, posticipo della quinta giornata del campionato di Serie A di calcio a 5, era la partita dei grandi ex: finisce 2-1 per gli abruzzesi, a segno vanno proprio tre giocatori che in passato avevano vestito l’altra maglia. Sblocca Canal, pareggia Giasson, decide Rogerio. Primo ko per i campioni d’Italia (scavalcati venerdì dalla Lazio), mentre gli abruzzesi entrano nel “gruppone” di squadre a quota sette punti. Di cui fa parte anche l’Asti, che vince 7-4 a Latina sul campo della Rapidoo.
Grandi emozioni e grande pubblico al PalaRigopiano, dove il Pescara all’ultimo respiro centra la seconda vittoria su due in casa. Dopo il Napoli, cade anche la Luparense, fin qui imbattuta: Fulvio Colini, tecnico campione d’Italia in carica per averlo vinto proprio con i Lupi, regala un dispiacere alla sua ex squadra. In apertura, la più grande occasione di tutto il primo tempo: Rogerio, però, da pochi passi colpisce la traversa, con la palla che rimbalza a ridosso della linea, senza oltrepassarla. Miarelli, poi, si oppone a Canal, con Capuozzo che fa lo stesso sul destro di Honorio. Il capitano dei Lupi, su punizione, tocca per Mauricio, ma ancora il numero uno pescarese è attento. A negare il gol al Pescara è infine Miarelli, che si esalta sul sinistro al volo di Rescia. Nella ripresa, persiste l’equilibrio: dopo 7’, altro duello tra Rogerio e Miarelli, con il portiere che chiude la strada in uscita all’ex compagno ai tempi del Real Rieti. Ancora Miarelli bravo a deviare con un piede il destro (deviato) di Caputo. A sbloccare la partita è un’azione orchestrata da due ex: Caputo apre per Canal, che di piatto mette il pallone tra le gambe di Miarelli. Negli ultimi 4'20’’, Musti schiera Mauricio portiere di movimento: mossa, quella del tecnico romano, che dà gli effetti sperati, perché proprio Mauricio serve Giasson (anche loro, due ex), con l’azzurro che di punta infila Capuozzo. Nel finale, entrambe le squadre provano a vincere: ci riesce il Pescara con Rogerio, che di testa gira in rete un destro sporco dalla distanza di Canal.

Sale a sette il Pescara, fa lo stesso l’Asti, che vince 7-4 sul campo di una Rapidoo Latina, alla quarta sconfitta in cinque partite. Risultato già in ghiaccio dopo i primi 20’, per gli Orange, a segno con Ramon, Follador e Jonas. Nella ripresa, lo scarto diventa ancora più ampio, perché Ramon e Jonas (entrambi in gol per la seconda volta in questa partita) portano la squadra di Tiago Polido sul 5-0. Il Latina ha uno scatto d’orgoglio: prima Bacaro, poi Battistoni riducono le distanze, ma Romano e Fortino ricacciano la Rapidoo a -5. A chiuderla, con un passivo meno pesante per i nerazzurri di Giampaolo, i sigilli di Fabiano e Avellino.
Nell’anticipo di venerdì, 4-3 della Lazio sul campo del Napoli e primato momentaneo per i biancocelesti di Mannino, grazie ai gol di Marquinho, Chilelli e Corsini (più autorete di Dudù Costa); inutili, per la squadra di Oranges, la rete di Bico e la doppietta su rigore di Milucci. Ieri, goleada del Kaos Futsal al Città di Sestu: 9-2 al Pala Hilton Pharma, con tripletta di Tuli e doppiette di Vinicius e Halimi. A segno anche Bertoni e Coco, di Massa e Nurchi le reti dei sardi. Domani (ore 20), la quinta giornata si chiude con il match tra Fabrizio Corigliano e Acqua&Sapone Emmegross.