Basket. Sul filo di lana l'Amatori Pescara supera 68-67 il Martina

Pepe (18) e Di Donato (19) migliori marcatori degli abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1230

Basket. Sul filo di lana l'Amatori Pescara supera 68-67 il Martina




PESCARA. Ci si aspettava una partita equilibrata tra due squadre speculari e tale è stata con l’Amatori che se l’è aggiudicata all’ultimo tiro a 1 secondo dalla fine. E il tiro l'ha sferrato, come spesso succede nel basket il giocatore sin lì più negativo cioè Pasquale De Martino, autore di un sanguinoso 3/11 e 5 palle perse. Ma l'ultimo l'ha preso e segnato dando dimostrazione di grande carattere.
Partita di grande intensità, sempre sull'orlo dell'equilibrio con vantaggio massimo da una parte e dall'altra che ha raggiunto i 7 punti in due sole occasioni e che ha tenuto col fiato sospeso il numeroso pubblico con rumorosa rappresentanza ospite.
Si parte con i quintetti annunciati, senza sorprese, ovvero Rajola, Pepe, De Martino, Di Donato e Polonara per Pescara a cui Martina risponde con Di Marco, Bruno, Schiano, Mastroianni e Salvadori. Primo canestro di Di Donato cui risponde subito Schiano prima di un mini break di Pescara con due triple di Pepe e Rajola (per il capitano resterà l'unica in una partita molto difficile, conclusa con 4/8 dal campo e soprattutto 5 inusuali palle perse) che portano i locali sul 10-4. Martina però conferma le sue doti: con una difesa molto intensa imbriglia Pescara che non riesce ad esprimere il suo gioco fluido e dall'altra parte attacca con velocità e precisione colpendo con Salvadori (18 p. alla fine) e Schiano (13) chiude il primo quarto in vantaggio 17-18.
Il secondo quarto si apre con quattro bombe consecutive, una per i locali e tre per i viaggianti (due di Bruno (18) e una di Schiano) che segnano il primo massimo vantaggio sul 20-27, interrotto da una super schiacciata di Di Donato (Mvp alla fine con 19 punti e 23 di valutazione) e da un tecnico per proteste alla panchina pugliese che frutta 3 punti di Rajola. Botta e risposta fino al secondo mini break ospite sul 31-38 cui replica una tripla di Pepe (ottimo anche oggi con 18 alla fine e 17 di valutazione) per il 34-38 al riposo lungo.
Nell'intervallo bellissimo intermezzo con partitelle tra i bambini del Minibasket dell'Amatori e della Robur Pescara, società con cui è stato siglato un accordo di collaborazione proprio nei giorni scorsi e che è stata ospite sugli spalti del Palaelettra.


Il terzo quarto si riapre e prosegue all'insegna del botta e risposta sia nei canestri che negli errori fino a due falli consecutivi del giovane “Obi” che hanno mandato in lunetta Pepe e Polonara per il sorpasso pescarese allo scadere 54-52.
L'ultimo tempino inizia con Pepe rimasto in panchina a farsi massaggiare un polpaccio colpito da crampi ma con un 5-0 che fissa il massimo vantaggio (+7) per L'Amatori sul 59-52. Martina segna il primo canestro dopo quasi quattro minuti ma poi piazza un micidiale 9-0 per il nuovo sorpasso 59-61. L'unica tripla di De Martino (7 punti e -1 di valutazione), sin qui assolutamente negativo, spezza il break e riporta in vantaggio i locali a 3.40 dalla fine. Poi ancora canestri ed errori da entrambe le parti fino a 12 secondi dalla sirena sul 66-67 per gli ospiti. E qui succede veramente l'incredibile: Rajola scivola nella sua metà campo e consegna la palla a Di Marco che va ad appoggiare completamente solo e... sbaglia. I due giocatori più esperti commettono due errori che forse nella loro carriera non hanno mai commesso. Gli ultimi 10 secondi vedono Martina sul +1 spendere i due falli ancora disponibili prima del bonus e poi a 1 secondo e tre decimi il tiro del sin qui peggiore in campo che tocca solo la retina: 68-67 per il tripudio dei tifosi pescaresi e la disperazione degli ospiti.
A fine gara Coach Salvemini, stremato, tra il serio e il faceto, indica nel “fattore C” la chiave della vittoria. Poi, seriamente, “la attribuisce alla determinazione e la caparbietà dei nostri ragazzi che hanno subito a lungo la grande intensità di Martina, a cui faccio i complimenti per la forma ed il gioco espresso che ci ha spesso imbrigliato. Alla fine però dopo aver perso il filo della partita in un paio di occasioni, siamo stati più tosti e determinati e pur non brillando tecnicamente l'abbiamo portata a casa. Abbiamo finito il primo “miniciclo” di 4 partite con sei punti all'attivo e ora ci aspettano due trasferte, il derby di Vasto e il “quasi derby” di Isernia in questo calendario non certo in discesa.”
Dall'altra parte Coach Russo si è detto “rammaricato solo per il risultato, d'altronde quando si finisce a -1 è chiaro che la partita è decisa da un episodio in più a favore di chi vince, però molto soddisfatto dall'atteggiamento dei ragazzi che, dopo le prime tre vittorie, anche oggi hanno dimostrato che se la possono giocare con tutti. Il nostro obiettivo resta una salvezza tranquilla e anche la partita di oggi mi lascia molto ottimista in questo senso”.

AMATORI PESCARA-DUESSE MARTINA 68-67 (17-18 34-38 54-52 68-67)
Amatori Pescara: Rajola 10, Pepe 18, De Martino 7, Di Donato 19, Polonara 7, Timperi 5, Di Marco, Di Carmine 2, Di Fonzo, Bini. All. Salvemini
Duesse Martinafranca: Di Marco 2, Bruno 18, Schiano 13, Mastroianni 9, Salvadori 18, Marchisio 5, Forti 2, Nwokoie, Caroli ne, Friuli ne. All. Russo
Arbitri: L. Santilli e F. Galassi di Recanati
T.L. Amatori 8/10 Martina 6/10
Tiri Totali: Amatori 26/64 (8/26 da tre) Martina 27/63 (7/23 da tre)
Rimbalzi: Amatori 34 (Di Donato 13) Martina 28 (Salvadori 10)
Fallo tecnico a panchina Martinafranca. Fallo antisportivo a Di Donato