Rugby. Trasferta da dimenticare per L'Aquila. Le Fiamme Oro passano 53-14

Sconfitta all'esordio nel Trofeo d'Eccellenza. Sabato c'è il Rovigo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1836

Rugby. Trasferta da dimenticare per L'Aquila. Le Fiamme Oro passano 53-14



ROMA. Trasferta amara per L'Aquila Rugby Club a Roma, dove perde all'esordio nel Trofeo d'Eccellenza contro le Fiamme Oro. 53 a 14 il punteggio finale, in una gara mai davvero messa in discussione.
I coach Di Marco e Alfonsetti schierano dal primo minuto un XV giovane, con tre esordienti in questa stagione (Panetti, Crotti e Di Roberto). Il punteggio è sbloccato dal piazzato di Canna dopo soli due minuti: sarà uno dei pochi calci messi a segno nel primo tempo, a causa del forte vento. Il pacchetto di mischia aquilano soffre quello dei cremisi, che vanno spesso in touche nella ventidue avversaria e spingono in meta con Ceglie (2), Cocivera e l'aquilano Cerqua. Sul finale del primo tempo L'Aquila tenta di rialzarsi e marca meta con Mattoccia. Matzeu (schierato oggi a estremo) trasforma e si va negli spogliatoi sul 25 a 7.
Nella ripresa L'Aquila cambia tutta la prima linea, ma dopo cinque minuti è il capitano delle Fiamme Oro Giovanni Massaro (eletto a fine gara man of the match) ad allungare per i romani. Poi c'è spazio per altre tre mete delle Fiamme Oro – di cui una tecnica e una a testa di Bacchetti e Gasparini – inframezzata da una bella meta di Nicola Rettagliata trasformata da Marco Ferrini. Buona la prova, nella ripresa, della terza linea Mattia Catelan. La gara termina 53-14 (5-0) in favore delle Fiamme Oro, detentrici del Trofeo d'Eccellenza.
“Abbiamo approfittato di questa gara per far giocare chi finora ha giocato poco – ha dichiarato a fine partita l'allenatore Massimo Di Marco – abbiamo provato anche qualche alternativa in alcuni ruoli. Continuiamo a lavorare in attesa della ripresa del campionato”.
Dopo la doppia pausa, il campionato di Eccellenza riprenderà il prossimo 1 novembre, giorno in cui i neroverdi faranno visita al Rovigo, una delle compagini più forti del massimo campionato italiano.
Fiamme Oro Rugby v L’Aquila Rugby Club 53-14 (25-7)
Marcatori:

PRIMO TEMPO: 2’ cp Canna (3-0)13’ m Ceglie (8-0); 23’ m Cocivera (13-0); 30’ m Cerqua (18-0); 36’ m Ceglie tr Canna (25-0); 40’ m Mattoccia tr Matzeu (25-7)
SECONDO TEMPO: 2’ m Massaro tr Canna (32-7); 17’ m Rettagliata tr Ferrini (32-14); 25’ meta di punizione FFOO tr. Benetti (39-14); 31’ m Bacchetti tr Bacchetti (46-14); 35’ m Gasparini tr Gasparini (53-14).
Fiamme Oro Rugby: Barion (1’ st Sapuppo), Andreucci, Di Massimo, Massaro, Bacchetti, Canna (3’ st Benetti), Calabrese (15’ st Gasparini), Balsemin, Favaro (9’ st Perrone), Zitelli (1’ st Duca), Mammana, Cazzola, Ceglie (20’ st Pettinari), Cerqua (15’ st Lombardo), Cocivera (1’ st Naka)
All. Pasquale Presutti
L’Aquila Rugby Club: Matzeu (15’ st Palmisano), Ferrini, Mattoccia, Panetti, Crotti (26’ st Ciofari), Forte, Leone (26’ st Carnicelli), Ceccarelli (1’ st Catelan), Di Cicco, Gorla, Cialone, Flammini (10’ st Caila), Subrizi (1’ st Iovenitti, 26’ st Di Roberto), Cocchiaro (1’ st Rettagliata), Di Roberto (1’ st Milani)
All. Massimo Di Marco
Arbitro sig. Meconi (Roma)
Cartellini gialli: Ceglie (FFOO) 15’ pt; Crotti (AQ) 22’ pt; Cocchiaro (AQ) 38’ pt;
Man of the match: Massaro (FFOO)
Calciatori: FFOO: Canna 3/7 (cp 1/2, tr 2/5), Gasparini 1/1 (tr 1/1), Benetti 1/1 (tr 1/1), Bacchetti 1/1 (tr 1/1); L’AQUILA: Matzeu 1/5 (cp 0/4, tr 1/1), Ferrini 1/1 (tr 1/1)
Punti conquistati: Fiamme Oro Rugby 5, L’Aquila Rugby Club 0
Note: Spettatori 250 ca, temperatura 20°, campo in perfette condizioni