Calcio a 5. Pareggio del Pescara che fa 5-5 a Rieti. Spettacolo Lazio sul Kaos Futsal

Nel prossimo turno Pescara-Luparense

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

913

Calcio a 5. Pareggio del Pescara che fa 5-5 a Rieti. Spettacolo Lazio sul Kaos Futsal




PESCARA. Solo la Lazio riesce a tenere il passo della Luparense: al PalaGems, i biancocelesti battono 5-2 il Kaos Futsal e volano solitari al secondo posto, a una sola lunghezza dalla capolista. Nell’altro posticipo della quarta giornata del campionato di Serie A di calcio a 5, spettacolare 5-5 tra Real Rieti e Pescara, con gli amarantocelesti che perdono l’occasione di restare agganciati alle primissime posizioni.
Terza vittoria in quattro gare, pronto riscatto dopo il ko di Corigliano: la Lazio di Massimiliano Mannino riprende a correre, e con il 5-2 al Kaos Futsal diventa la prima inseguitrice della Luparense capolista. Secondo ko consecutivo lontano da Ferrara, invece, per gli emiliani di Capurso, dopo quello di Rieti. A sbloccare una partita destinata allo 0-0, almeno nel primo tempo, è un sinistro da lontano di Paulinho, che sarebbe inutile se Molitierno non sfoderassse una grande parata su Pedotti proprio sulla sirena. Nella ripresa, è lo stesso ex Martina a trovare il raddoppio, dopo il quale Capurso si gioca la carta del portiere di movimento (Coco): Corsini, però, da lontano ci vede bene e dalla propria metà campo pesca il jolly, realizzando la terza rete. Il Kaos, che in precedenza aveva colpito una traversa con Vampeta, reagisce, siglando il 3-1 con Bertoni, ma la tattica del portiere di movimento non paga: ancora Corsini fa poker, Bertoni regala un’altra speranza alla squadra oggi in maglia arancione, ma a spegnere del tutto le velleità degli emiliani è Saul, ancora con un tiro dalla lunga distanza e con la porta vuota.


L’altro posticipo, quello televisivo del PalaMalfatti, regala dieci reti e una valanga di emozioni, ma a Real Rieti e Pescara vale solo un punto a testa, che permette al Rieti di salire al terzo posto e non consente al Pescara di staccarsi dal gruppone di metà classifica. La gara si apre con il vantaggio di Caputo dopo soli 22 secondi: l’ex Luparense esce dalla marcatura, ruba palla a Crema e fredda Micoli. Battuto poco dopo anche da Canal, che ribadisce in rete una respinta del portiere su tentativo di Nicolodi. A rimettere il Real in partita è un’autorete di Rescia, colpito dal pallone su una parata di Capuozzo; il 2-2, invece, lo segna Zanchetta, favorito da un’involontaria deviazione dell’arbitro Ragalà. Prima dell’intervallo, c’è il tempo anche per un’altra autorete, quella di Davì su tiro di Nicolodi, e per il 3-3 di Silveira, che sfrutta un’incomprensione tra Caputo e Capuozzo. Nella ripresa, primo vantaggio amarantoceleste con Chimanguinho, autore di un eccezionale movimento da pivot. Pareggia Ercolessi, su tocco su punizione di Morgado, ma è ancora la squadra del grande ex di giornata Mario Patriarca a rimettere il naso avanti con Crema, arrivato al settimo gol in campionato: Capuozzo gli rinvia addosso, con la palla che finisce direttamente in rete. Morgado colpisce la traversa del possibile 5-5; pareggio che arriva comunque quando Zanchetta sbaglia il disimpegno e atterra Nicolodi in area. Freddissimo, il giocatore del Pescara, a fissare il punteggio.
La terza giornata si era aperta con tre vittorie su tre delle squadre di casa, nelle gare di ieri: la Luparense batte 6-1 il Napoli e resta al comando del campionato. Sorride anche l’Acqua&Sapone Emmegross che, dopo essersi vista infliggere lo 0-6 a tavolino nel match contro il Città di Sestu, supera 5-1 la Rapidoo Latina. Nella sfida tra matricole, invece, il Città di Sestu si impone 3-2 contro il Fabrizio Corigliano.
Il campionato ora si ferma per lasciare spazio alla Futsal Continental Cup, che vedrà l’Italia impegnata in Kuwait. Raduno da ieri a Roma, martedì la partenza, giovedì l’esordio in una competizione che vede al via anche Brasile, Argentina, Egitto, Guatemala, Kuwait, Giappone e Repubblica Ceca. Si torna in campo venerdì 31 ottobre per Napoli-Lazio che aprirà la quinta giornata, completata da Kaos-Sestu, Pescara-Luparense, Corigliano-Acqua&Sapone e Latina-Asti. Riposerà il Real Rieti.

IL CITTA' DI MONTESILVANO SUPERA 5-3 L'ARZIGNANO
Il Citta di Montesilvano si aggiudica il big match con l’Arzignano vincendo 5-3 tra le mura del Palaroma e consolidando il secondo posto, alle spalle della Came Dosson avanti di due lunghezze (12 punti). I padroni di casa hanno dominato il primo tempo grazie ad un buon gioco offensivo degli esperti Bordignon, Burato e Correia, tutti e tre a segno. Il quintetto di Marzuoli è stato efficace anche nel reparto difensivo, attento soprattutto a non ripetere gli errori delle precedenti partite e pronto a risolvere subito la gara nella prima parte della gara. L’Arzignano è partito subito in contropiede con un palo colpito da Yabre dopo pochi secondi dall’avvio, ma piano piano il Montesilvano è cresciuto chiudendo il primo tempo 3-1. Nella ripresa gli ospiti hanno accorciato le distanze, Palusci e compagni sono stati bravi a difendere l’assalto degli avversari che sono riusciti ad accorciare le distanze dopo l’inserendo del portiere in movimento. Nel quintetto montesilvanese è rientrato Calderolli, dopo l’infortunio alla coscia di tre settimane fa, Correia nonostante il risentimento alla caviglia sinistra è stato fondamentale. Buono anche l’esordio del croato Sulic. Il tecnico Marzuoli ha commentato positivamente la gara odierna: “Il primo tempo potevamo chiudere la gara, peccato però aver preso il gol su tiro libero negli ultimi minuti. Nella ripresa ci siamo chiusi bene e l’Arizgnano è riuscito a segnare le due reti solo con il portiere in movimento. Abbiamo fallito anche qualche occasione che non siamo riuciti a sfruttare. Il risultato è più che giusto. Il campionato è equilibrato, ancora lungo e abbiamo l’obbligo di giocare partita dopo partita senza guardare la classifica, ma pensando solo alla nostra squadra che è in crescita. Sono soddisfatto del gioco espresso dai ragazzi, Calderolli ha dato prova delle sue qualità, Sulic ha fatto la sua parte. Un plauso a tutti da Bordignon a Dodò che ha giocato con una caviglia gonfia fino a Burato, Palusci e Di Pietro. Anche Pieragostino ha fatto una buona gara ed è stato protagonista più volte. Con questo spirito affrontiamo la prossima settimana la capolista, faremo un buon lavoro in settimana per preparare la partita nel migliore dei modi e cercando di colmare quello che ci manca. Came Dosson è una neo promossa come noi e ha mantenuto l’ossatura delle scorse stagioni inserendo due giocatori di pregio come Bellomo e Belsito. E’ una squadra compatta che gioca insieme da anni, si preannuncia quindi una bella sfida”.