Basket. Primo stop stagionale per la Proger Chieti. Omegna passa 84-71

Domenica teatini in casa con Treviso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1188

Basket. Primo stop stagionale per la Proger Chieti. Omegna passa 84-71




OMEGNA. Vittoria nella prima di due gare casalinghe in fila per la Paffoni Fulgor Omegna, che batte la Proger Chieti 84-71. Omegna parte bene, andandosi a prendere conclusioni in avvicinamento: Conger, Iannuzzi e Tavernelli aprono le danze, con Chieti che si affida al gioco di squadra. Tavernelli dopo pochi minuti è già a 4 punti e 2 assist, con la Paffoni che vuole correre nei primi secondi delle azioni d’attacco. Nell’altra metà campo gli ospiti faticano a trovare buoni tiri, grazie alla grande pressione difensiva dei padroni di casa, che accettano anche i cambi di marcatura più ostili. 14-7 è il parziale a metà quarto, che diventa 22-18 alla fine dei primi dieci minuti in virtù della tripla finale di Palermo, che mantiene a contatto i suoi. Dopo aver incassato un’opaca prima frazione, Chieti torna in campo aumentando di giri in difesa, costringendo Omegna ad uno 0/3 dall’arco dei 6,25 dopo tre minuti. Parziale 6-0 Proger, interrotto dal ritorno di Iannuzzi. A 4 minuti dalla fine della prima metà di gara Chieti tocca il suo primo vantaggio (24-26), firmati Saffold e Palermo, mentre la Fulgor mette due soli punti. Coach Galli prova anche la zona 2-3, ma i rosso-verdi rispondo con un contro parziale di 7-0, di cui cinque punti di Giacomo Gurini. Devon Saddler ritrova la testa della gara sul 29-28, ma Chieti dimostra di essere la squadra solida che ha portato a casa tre vittorie su tre in questo inizio di partita, chiudendo la prima metà di gioco in vantaggio 33-34. Omegna che va così alla pausa lunga sotto nel punteggio e con un 1/11 da tre punti molto amaro. La ripresa di partita parla americano, con cinque punti di Saddler e 2 di Conger per un 7-0 Omegna che da nuova energia ai ragazzi di coach Magro. Parziale poi interrotto da un altro giocatore from USA, ossia Adam Sollazzo, ma Fulgor seriamente intenzionato a dare il suo marchio sulla partita.

A metà quarto i padroni di casa sono avanti 44-40, presentando anche una zona molto flottata. Ma il vero protagonista è Giacomo Gurini: 3 su 4 da tre punti per lui, che fa volare la Paffoni sul 55-42 a due minuti dal termine. Massimo vantaggio che diventa +15 sul 57-42, con le percentuali da tre che migliorano sensibilmente. Anche la fase difensiva non smette di dare buoni frutti e, con la bellezza di 30 punti segnati in un solo quarto, Omegna si approccia all’ultimo quarto sul 63-47. Con la Fulgor che porta già cinque uomini in doppia cifra (Conger, Saddler, Iannuzzi, Tavernelli e Gurini) il ritmo di inizio quarta frazione è interrotto dalla sanzione di due tecnici (uno a testa per simulazione) e un fallo intenzionale (ai danni di Omegna). La Proger ci prova a dare uno strappo alla gara, ma i padroni di casa tengono a doppia cifra di distanza i teatini (74-58 a cinque minuti dalla sirena finale). Però mai fidarsi di Chieti, che a tre minuti dalla fine ritorna a -10 sul 76-66 con Adam Sollazzo l’ultimo a mollare. Nel finale la Paffoni non cala di concentrazione: Gurini chiude la pratica Chieti e la Fulgor trionfa 84-71. MVP della gara Riccardo Tavernelli, con 18 punti, 7 assist e tanta leadership.


OMEGNA-CHIETI 84-71
Omegna: Resca, Della Torre, Iannuzzi 13, Vildera 3, Conger 14, Masciadri 2, Gurini 16, Tavernelli 18, Smorto 3, Saddler 15. Coach: Magro.
Chieti: Cardillo 9, Palermo 9, Di Emidio 4, Paesano 4, De Angelis, Ancellotti 9, Monaldi 9, Di Giacomo, Saffold 13, Sollazzo 14. Coach: Galli.