LEGA PRO

Sandomenico-gol. L'Aquila conquista il pari a Reggio Emilia: 1-1

Abruzzesi in salute: terza gara senza sconfitte per il nuovo corso Zavettieri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1167

Sandomenico-gol. L'Aquila conquista il pari a Reggio Emilia: 1-1




REGGIO EMILIA. L'Aquila strappa un prezioso 1-1 sul terreno della Reggiana ad allunga a 3 la striscia di risultati utili consecutivi del nuovo corso Zavettieri.
Primo tempo vivace con buone occasioni da entrambe le parti. Avvio migliore degli ospiti, subito in vantaggio con Sandomenico al minuto 9. Nel finale grande reazione della Reggiana, vicina al pari in diverse situazioni, con L'Aquila costretta a difendersi con le unghie e con i denti.
Nella ripresa viene premiata la pressione della Reggiana con il punto del pari di Bruccini. Finale in crescendo degli abruzzesi, che ai punti hanno meritato un 1-1 preziosissimo per la classifica.
Partenza buona dell'Aquila, che ha costretto la Reggiana a difendersi bassa senza l'opportunità di ripartire con velocità. Ed alla prima accelerazione ecco il meritatissimo vantaggio dell'undici ospite. Meravigliosa cavalcata sulla sinistra di Scrugli e pallone messo al centro col contagiri per l'inserimento sul secondo palo di Sandomenico che fa secco Feola.
Reazione Reggiana al minuto 14. Tiro-cross velenoso di Tremolada che Zandrini smanaccia non senza difficoltà.
La Reggiana gestisce bene il pallone ma non riesce a trovare sbocchi dalla metà campo in su. Per contro bene L'Aquila nelle ripartenze. Al 26esimo 2-0 annullato a Maccarone per sospetta posizione di off-side.
Al 31esimo tiro-cross micidiale di Sandomenico che costringe Feola ad alzare in corner.
Al 33esimo la più ghiotta chance per il pari emiliano. Tremolada lanciato in profondità a tu per tu con Zandrini esalta i riflessi di Zandrini. Sul capovolgimento di fronte però è L'Aquila che costruisce una colossale occasione per lo 0-2. Contropiede splendido di Sandomenico che si fa 60 metri di campo palla al piede e suggerisce sul secondo palo un pallone splendido per Ceccarelli che però spara troppo debole tra le braccia di Feola.
Al 40esimo Siega entra in area e viene contrato al momento del dunque da Zaffagnini. Sugli sviluppi del corner Sabotic tutto solo di testa non approfitta dell'errata uscita di Zandrini.
È il momento di maggiore sofferenza per l'undici abruzzese. Al 42esimo Angiulli nel cuore dell'area batte a rete ma è ancora una volta decisivo l'intervento alla disperata di un difensore aquilano.
Prima del duplice fischio girata di testa di Ruopolo che sfiora il bersaglio grosso sugli sviluppi dell'ennesimo corner.
Nella ripresa stesso canovaccio degli ultimi minuti del primo tempo, con L'Aquila schiacciata in difesa e la Reggiana tutta protesa in avanti. Ed al decimo gli sforzi dei padroni di casa vengono meritatamente premiati. Calcio di punizione perfetto dal limite di Bruccini che si infila all'angolino destro di Zandrini.
Tre minuti dopo Ruopolo in piena area al momento della conclusione viene anticipato dai difensori aquilani.
Al 24esimo Tremolada da oltre 30 metri vede Zandrini fuori dai pali e prova il pallonetto: fuori non di molto.
Finale in crescendo degli abruzzesi. Al 31esimo sugli sviluppi di un corner Scrugli di testa sfiora il palo a Feola battuto.
Al 37esimo il neo-entrato Pacilli dal limite costringe il portiere emiliano al difficilissimo intervento in calcio d'angolo.
Nel finale Reggiana in inferiorità numerica per il doppio giallo a Maltese, ma il risultato di 1-1 non cambierà (buona chance per Perna al terzo minuto di recupero con un colpo di testa troppo debole e centrale, ndr).
Sabato prossimo al Fattori super sfida con il Pisa per un posto al sole in zona play-off.

REGGIANA-L'AQUILA 1-1 (primo tempo 0-1)
MARCATORI: 9'pt Sandomenico (Aq); 10'st Braccini (Re).
REGGIANA (4-3-3): Feola; Andeoni, Spanò, Sabotic, Mignanelli; Maltese, Bruccini, Angiulli (14'st Sinigaglia); Siega, Ruopolo, Tremolada (41'st Alessi). A disposizione: Messina, Zanetti, De Giosa, Palumbo, Brunori. Allenatore: Colombo.
L'AQUILA (4-3-3): Zandrini; Pedrelli, Zaffagnini, Maccarrone, Scrugli; Corapi, Mancini (11'st Triarico), Dal Pinto; Ceccarelli (16'st Zappacosta), Sandomenico (29'st Pacilli), Perna. A disposizione: Cacchioli, Rea, Karkalis, Balzas Bruno. Allenatore: Zavettieri.
ARBITRO: Dario Melidoni della sezione di Frattamaggiore (Donvito-Donatelli).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 4mila spettatori. Ammoniti: Maccarrone, Maltese. Espulso: 43'st Maltese (Re).

Andrea Sacchini