Rugby. L'Aquila generosa ma sfortunata. In casa la Lazio vince 26 a 18

Rammarico dopo un primo tempo positivo chiuso sul 10 pari

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1910

Rugby. L'Aquila generosa ma sfortunata. In casa la Lazio vince 26 a 18




ROMA. L'Aquila Rugby Club perde di misura a Roma. I ragazzi del coach Massimo Di Marco non sfigurano sul campo dell'IMA Lazio Rugby, e cedono ai biancocelesti solo sul finale. La gara termina 26 a 18 (4-0), con un piazzato della Lazio all'80' che impedisce ai neroverdi di prendere un punto prezioso per la classifica.
Partono bene i padroni di casa, che spingono soprattutto in mischia e con le incursioni di Martinelli. Dopo due calci per parte (Forte e Nathan) a metà del primo tempo è Andrea Lofrese a schiacciare in meta (seconda marcatura in due partite): Forte trasforma. I neroverdi scaldano gli animi dei più dei cento aquilani presenti sulle tribune. La squadra appare grintosa come nell'esordio al “Fattori”, anche se la mischia soffre gli avversari. Sul finire del primo tempo, L'Aquila rimane in 14 a causa di un giallo a Cialone. La Lazio spinge e pareggia allo scadere. La ripresa inizia con i neroverdi in inferiorità numerica: i biancocelesti ne approfittano e marcano meta con Filippucci dopo cinque minuti. E' il momento peggiore per L'Aquila, che vede uscire il capitano Picone per infortunio muscolare, sostituito dal giovane Leone. I ragazzi di Di Marco non si perdono d'animo e accorciano le distanze con un piazzato del solito Giulio Forte. Qualche minuto più tardi, però, l'ex di turno Durandt Gerber (man of the match) ristabilisce le distanze: è 20-13.

I neroverdi, mai domi, spingono in attacco con l'obiettivo di ridurre il gap: al 29' bel calcetto di Matzeu, che lancia in meta l'estremo Valerio Santillo (20-18). Il finale di partita è nervoso e L'Aquila torna in inferiorità numerica per il giallo a Cocchiaro. Due calci di Gerber – di cui uno allo scadere – impediscono di prendere un punto che i neroverdi avrebbe meritato.
“Abbiamo fatto un passo in avanti – commenta il tecnico Massimo Di Marco dopo la gara – i ragazzi sono stati bravi, ma dobbiamo migliorare. Ci dispiace non aver conquistato un punto, che avremmo meritato”.

IMA LAZIO RUGBY 1927 v L'AQUILA RUGBY CLUB 26-18 (10-10)
IMA Lazio Rugby 1927: Lo Sasso, Di Giulio (78' Giancarlini), Nathan (55' Iacolucci), Gerber, Bruno, Bruni, Martinelli, Padrò, Riccioli (cap), Filippucci, Devodier (80' Ventricelli), Damiani, Vannozzi (55' Pepoli), Lupetti (63' Daniele), De Gregori (68' Pietrosanti). A disposizione: Gentile, Fratalocchi. All.: De Angelis
L'Aquila Rugby Club: Santillo, Palmisano (71' Panetti), Mattoccia, Forte, Ferrini, Matzeu, Picone (cap) (47' Leone), Ceccarelli (67' Boccardo), Lofrese, Catelan (65' Di Cicco), Cialone (67' Gorla), Flammini, Iovenitti (41' Brandolini), Cocchiaro, Subrizi (41' Milani). A disposizione :Fagnani. All.: Di Marco
Marcatori: 5' c.p. Forte , 13' c.p.Nathan , 22' m. Lofrese tr. Forte ,40' m.tecnica Lazio tr. Nathan , 46 m . Filippucci tr. Gerber , 48' c.p. Forte , 55' c.p. Gerber , 69 m. Santillo , 76' c.p. Gerber , 80' c.p. Gerber.
Arbitro: Liperini
Giudici di linea: Meconi, Iavarone.
Quarto uomo: Cennini .
Cartellini: giallo a Cialone (L'Aquila) al 35' ed a Cocchiaro (L'Aquila) 79'.
Note: campo in perfette condizioni , circa mille persone presenti (di cui circa 100 aquilani).
Man of the match: Gerber (IMA Lazio Rugby)
Punti conquistati in classifica: Lazio Rugby 4; L'Aquila Rugby Club 0.