Motociclismo. Al GP di Magny-Cours Federico D'Annunzio chiude undicesimo

Il pilota abruzzese gareggia in Superbike categoria Superstock 1000

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3403

Motociclismo. Al GP di Magny-Cours Federico D'Annunzio chiude undicesimo




FRANCIA. Gara impegnativa oggi quella del pilota abruzzese Federico D’Annunzio, che ha gareggiato nell’insidioso circuito di Magny-Cours in Francia, per il settimo ed ultimo appuntamento stagionale del Campionato Mondiale Superbike nella categoria Superstock 1000 in sella alla moto BMW S 1000 RR HP4.
Partito in decima posizione e slittato in quindicesima posizione dopo la bagarre del primo giro, ha iniziato la rimonta riguadagnando progressivamente le posizioni fino ad arrivare al traguardo in undicesima posizione. Una gara difficile a causa della pioggia crescente, della scarsissima visibilità e delle condizioni climatiche avverse che hanno creato ai piloti non pochi problemi causando molte scivolate e cadute. Ma il pilota abruzzese ha tenuto botta e ha combattuto imperterrito la sua gara nonostante una moto che non ha subito revisioni dall’inizio del campionato e dunque meno competitiva rispetto a quella dei team ufficiali e penalizzato dalla caduta di un pilota che lo precedeva che lo ha fatto uscire di pista allontanandolo dal gruppo.
Le capacità di D’Annunzio ancora una volta non sono passate inosservate e i cronisti di Italia 2 in diretta tv hanno avuto parole lusinghiere nei suoi confronti spiegando di quanto il campionato del pilota abruzzese sia stato brillante considerate tutte le difficoltà legate ai mezzi limitati a disposizione.

Federico D’annunzio chiude quindi il Campionato Mondiale Superbike nella categoria Superstock 1000 in decima posizione, terzo tra gli italiani e primo in sella ad una BMW e primo con un team privato.
“E’ stata una gara difficile a causa della pioggia e del motore che è arrivato a fine campionato fermo di sviluppo dalla prima gara- ha dichiarato Federico D’Annunzio continuando- Sono comunque soddisfatto dell’esito del campionato consapevole di averci messo grinta e cuore e sperando di avere in futuro risultati ancora più soddisfacenti. Le difficoltà in questi mesi sono state tante ma non ci siamo mai tirati indietro e abbiamo sempre lottato per portare a casa un risultato. Grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo e a tutti i miei sostenitori”.
“Speravamo di poter fare meglio ma siamo comunque orgogliosi di come siano andate le cose- spiega Walter Colleluori Team Manager- Ci rende onore il fatto di aver portato a termine il Campionato e di non aver perso neanche una gara nonostante le scarse risorse a disposizione ed essendo un team privato alla prima esperienza mondiale. Speriamo che l’esperienza di quest’anno sia la base per fare meglio il prossimo anno”.