LEGA PRO

Teramo-L'Aquila 0-1: espulsioni e bel calcio nel derby

Decisiva una ripartenza finalizzata da Sandomenico. Rossoblù in 10 per oltre mezz'ora

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3658

Teramo-L'Aquila 0-1: espulsioni e bel calcio nel derby


TERAMO. Nel 29esimo derby del Gran Sasso la festa è soltanto rossoblù. L'Aquila con una prova coraggiosa e di grande carattere, caratterizzata dal rosso nella ripresa a Mancini, supera al Bonolis 1-0 il Teramo e centra il primo successo in campionato. Match winner Sandomenico al minuto 33 del secondo tempo.
Inizio di gara subito a ritmi sostenuti. Al quarto la prima conclusione pericolosa verso lo specchio della porta è dell'Aquila con Pedrelli, che costringe Tonti al difficile intervento in 2 tempi.
Risposta del Teramo all'undicesimo minuto con una botta dalla distanza di Di Paolantonio che non sorprende Zandrini.
Meglio il Teramo in fase di palleggio e L'Aquila compatta e ben disposta in campo che da l'impressione di poter colpire in contropiede. Di vere e proprie occasioni da gol però neanche l'ombra nonostante buon agonismo e la chiara voglia da parte di entrambi di guadagnare l'intera posta in palio.
Alla mezz'ora brivido per il Teramo su calcio piazzato. Dal limite Corapi prova la battuta diretta ma il pallone è facile preda di Tonti. Fino al duplice fischio nulla da segnalare con il risultato ad occhiali corretto.
Nella ripresa subito al terzo minuto calcio di punizione velenoso dai 25 metri di Di Paolantonio che di poco non inquadra lo specchio della porta.
Al quarto minuto la più grande chance della partita. Sandomenico a giro esalta i riflessi di Tonti in calcio d'angolo. Sugli sviluppi dello stesso colpo di testa in beata solitudine di Perna che alza di pochissimo sopra la traversa.
Gara decisamente più viva. Al sesto slalom di Petrella e conclusione smorzata facile preda di Zandrini. 

Al 14esimo episodio chiave nell'economia della gara. Per fallo di mani sciocco a centrocampo, secondo cartellino giallo per Mancini e L'Aquila in inferiorità numerica.
Teramo all'arrembaggio e rossoblù tutti in difesa a protezione dello 0-0. Al 20esimo Scipioni al volo sul secondo palo non sorprende Zandrini che si rifugia in corner.
Al 24esimo ancora Teramo su calcio da fermo. Di Paolantonio da posizione decentrata conclude sul fondo dando solamente l'illusione del gol.
Azione di alleggerimento dell'Aquila al 32esimo con Sandomenico, che dal limite impegna Tonti.
Un minuto dopo nonostante l'inferiorità numerica l'1-0 lo realizza L'Aquila. Sandomenico riceve un buon pallone in area di rigore e con un diagonale chirurgico non lascia scampo a Tonti.
Reazione del Teramo. Al 37esimo Di Paolantonio da 2 passi viene contrato in corner. Nel finale pressione continua dei biancorossi ma nessuna occasione da gol pulita concessa dai rossoblù.
Con questa vittoria L'Aquila è salita ad 8 punti in classifica. Teramo fermo a 12 punti dopo ben 4 vittorie consecutive. Sabato L'Aquila-Lucchese e Spal-Teramo.

TERAMO-L'AQUILA 0-1 (primo tempo 0-0)

TERAMO (4-2-3-1): Tonti; Scipioni, Speranza, Diakitè, Perrotta; Lulli (29'st D'Egidio), Cenciarelli; Fiore (38'pt Petrella), Buonaiuto (38'st Caidi), Di Paolantonio; Lapadula. A disposizione: Serraiocco, Masullo, Amadio, Pigini. Allenatore: Vivarini.
L'AQUILA (4-3-3): Zandrini; Scrugli (29'st Di Mercurio), Zaffagnini, Maccarone, Pedrelli; Corapi (21'st Zappacosta), Mancini, Del Pinto; Sandomenico (34'st Ceccarelli), Perna, Pacilli. A disposizione: Cacchioli, Rea, Di Mercurio, De Francesco, Balsas. Allenatore: Zavettieri.
ARBITRO: Stefano Giovani della sezione di Grosseto (Viola-Lacalamita).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 3mila spettatori. Ammoniti: Mancini, Perrotta, Del Pinto, Zandrini. Espulsi: 14'st Mancini.

Andrea Sacchini