LEGA PRO

La vittoria per L'Aquila resta un tabù: solo 1-1 col San Marino. Pagliari a rischio

Maccarone salva i rossoblù. Lunedì vertice per decidere il futuro del tecnico

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

912

La vittoria per L'Aquila resta un tabù: solo 1-1 col San Marino. Pagliari a rischio



L'AQUILA. Ancora una X sulla strada dell'Aquila nella nuova Lega Pro unica. Al Fattori questa volta è stato il San Marino a strappare l'1-1 dopo una partita che ha visto per lunghi minuti i rossoblù deludere e creare pochissimo. Vantaggio degli ospiti al 18esimo del secondo tempo con Poletti. Pareggio di Maccarone al minuto 34.

Prestazione deludente dell'undici di Pagliari e nuovo passo indietro dopo il punto convincente di Tuttocuoio (dove è mancata soltanto la vittoria, ndr). Dopo un primo tempo giocato molto male dai rossoblù, è servito il vantaggio del San Marino per scuotere una L'Aquila addormentata e poco concentrata e determinata. Reazione convincente nel finale ma non è bastato per centrare la vittoria in campionato che manca oramai dalla scorsa stagione (nell'attuale 5 pareggi ed una sconfitta, ndr).

Fino al minuto 39 padroni di casa pericolosi soltanto su calci da fermo e conclusioni dalla distanza (tutte imprecise o troppo deboli, ndr) soprattutto di Corapi. Poi al 39esimo la palla ghiotta per il vantaggio è tutta del San Marino: Russo da 2 passi colpisce indisturbato di testa ma non inquadra lo specchio della porta.

Nella ripresa succede poco o nulla fino al 18esimo, minuto del vantaggio degli ospiti. Poletti dal limite direttamente su calcio di punizione inventa e buca l'incolpevole Zandrini.

Lo svantaggio accende l'ardore dell'Aquila che si butta subito in avanti a caccia del pari. 1-1 che arriva puntuale al 34esimo sugli sviluppi di un calcio d'angolo finalizzato in mischia da Maccarone. Ci sarebbe tempo anche per firmare il sorpasso, ma per L'Aquila ancora una volta non è giornata ed al di là di qualche cross e mischia in area non succede nulla.

Con questo punto i rossoblù sono saliti a quota 5 in classifica, in piena zona play-out.

A fine partite mugugni in campo e sugli spalti con la panchina di Giovanni Pagliari a forte rischio. In società è stato indetto un summit domani (lunedì, ndr) per decidere il futuro del tecnico rossoblù. L'ipotesi più accreditata sarebbe quella di dare al tecnico della promozione in Prima Divisione l'ultima chance nel derby di domenica (ore 18,00) a Teramo.


L'AQUILA-SAN MARINO 1-1 (primo tempo 0-0)


L'AQUILA (3-5-2): Zandrini; Zaffagnini (21'st Perna), Pomante, Maccarone; Scrugli (35'st Di Mercurio), Corapi, Del Pinto, Mancini, Pedrelli; Ceccarelli (27'st Sandomenico), Pacilli. A disposizione: Cacchioli, Karkalis, De Francesco, Zappacosta. Allenatore: Pagliari.

SAN MARINO (5-3-2): Vivan; Demontis (43'st Magnanelli), Russo, Fogacci, Ferrero, Alvaro; Poletti, Soligo, Sensi (23'st Valeriani); Coto, La Mantia (27'st Jara Martinez). A disposizione: Migani, Bongoura, Muntadas, Casolla. Allenatore: Covello.

ARBITRO: De Angelis della sezione di Abbiategrasso.

NOTE: Presenti sugli spalti circa 1.300 spettatori. Ammoniti: Del Pinto, Sensi, Zaffagnini, Coto, Maccarone, Demontis, Mancini, Poletti. Espulsi: nessuno.

Andrea Sacchini