CALCIO

Lega Pro. Lapadula show: il Teramo vola e supera 2-1 anche il Gubbio

Terza vittoria di fila per gli abruzzesi che sognano i play-off

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1267

Lega Pro. Lapadula show: il Teramo vola e supera 2-1 anche il Gubbio




TERAMO. Missione compiuta in pieno per il Teramo che al Bonolis ha regolato, non senza sofferenza, 2-1 il Gubbio centrando il terzo successo consecutivo. Nel primo tempo vantaggio ospite di Domini al 33esimo, poi la rimonta degli abruzzesi tra il 39esimo del primo tempo ed il 20esimo con uno strepitoso Lapadula.
Il diavolo esce definitivamente dalla mini-crisi di inizio campionato e lo fa grazie ad un atteggiamento corale di grande sacrificio e concentrazione, con il gruppo unito che ha saputo far fronte unito contro le difficoltà. Con Lapadula in queste condizioni poi, per quanto fatto vedere fin qui giocatore sprecato per la categoria, anche l'eventuale obiettivo dei play-off può essere alla portata.
Inizio equilibrato poi al 33esimo a sorpresa il vantaggio del Gubbio sugli sviluppi di un calcio di punizione con grande complicità di Serraiocco. Pareggio di Lapadula in acrobazia al 39esimo dopo un precedente palo di Luciani in “tentativo” di autogol.
Nella ripresa ancora Lapadula fissa il 2-1 finale direttamente su calcio di punizione dal limite.
Con questa vittoria il Teramo è salito a quota 9 in classifica al secondo posto. Domenica impegno in trasferta sul campo del Santarcangelo.

TERAMO-GUBBIO 2-1 (primo tempo 1-1)
TERAMO (4-2-3-1): Serraiocco; Scipioni (32'st Masullo), Diakitè, Speranza, Perrotta; Lulli (11'st Petrella), Cenciarelli; Fiore, Lapadula, Di Paolantonio; Donnarumma. A disposizione: Tonti, Amadio, Pigini, Bucchi. Allenatore: Vivarini.
GUBBIO (4-3-3): Iannarilli; Luciani, Rosato, Lasicki, D'Anna; Esposito (25'st Marchionni), Domini, Casiraghi (32'st Regolanti); Mancosu, Luparini, Vettraino (25'st Loviso). A disposizione: Citti, Manganelli, Caldore, Castelletto. Allenatore: Acori.
ARBITRO: Giovanni Luciano della sezione di Lamezia Terme.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 1.500 spettatori. Ammoniti: Scipioni, Domini, Rosato, Mancosu, Perrotta. Espulsi: nessuno.

Andrea Sacchini