Calcio a 5. È ancora una bella Italia: 3-0 con la Norvegia nel secondo match

In rete Murilo, Canal ed Honorio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1598

Calcio a 5. È ancora una bella Italia: 3-0 con la Norvegia nel secondo match




OSLO. E' ancora una bella Italia, ma stavolta è anche vincente. Dopo il 2-2 di ieri, gli azzurri ottengono la prima vittoria da campioni d'Europa. Alla Apallokkahallen di Oslo, la squadra di Roberto Menichelli batte 3-0 la Norvegia, evidenziando altri progressi rispetto alla prima delle due amichevoli. Risultato archiviato già nel primo tempo, grazie alle reti di Murilo e Mauro Canal; nel finale arriva anche il tris di Humberto Honorio. La Nazionale tornerà in campo a fine ottobre, in Kuwait, per l'International Futsal Cup, che arriverà dopo quasi un mese di campionato: la Serie A scatta sabato 27 settembre.
Menichelli deve fare a meno degli infortunati Romano e Cavinato, schiera Putano tra i pali (quintetto con Calderolli, Honorio, De Luca e Murilo) e fa indossare la fascia di capitano a Sergio Romano. Saether risponde con Rakvaag, Skaga, Aghrifi, Sortevik e Wiseth. L'Italia parte forte, più di ieri: dopo 1'14'' la prima occasione è di De Luca, che dopo aver saltato Moen con un tunnel, di punta calcia fuori di pochissimo. Ci prova anche Giasson, ma la sua punizione è centrale. Primo squillo norvegese al 6'02'': Sortevik prova il pallonetto su Putano, con la palla che finisce di poco a lato. Dopo l'esordio di Schininà di ieri, ecco quello di Bocao. Ed è proprio il centrale dell'Asti, dopo una bella parata di Rakvaag su Calderolli, a colpire il palo con un destro da lontano. Al 10'47'', però, l'Italia va in vantaggio: assist di De Oliveira per Murilo, che scarica il sinistro alle spalle di Rakvaag, chiamato poi alla parata su un gran tiro da fuori di Calderolli. E' un monologo, quello azzurro: Honorio, su rimessa laterale, pesca De Luca, ma l'intervento di Rakvaag in spaccata è miracoloso. Dove non arriva il portiere norvegese, ci si mette la sfortuna, con il palo che rispedisce in campo anche la botta da fuori di Kakà. Al 17'49'', raddoppio dell'Italia: è un'azione da vedere e rivedere, tutta di prima, conclusa con l'assist di Leggiero e il destro al volo di Mauro Canal, che bissa il gol di gara-1.
Nella ripresa, l'Italia non toglie il piede dal freno, anche se la prima occasione è norvegese, ma Putano è bravissimo in uscita su Moen. Doppia occasione per Honorio e De Luca, ma si resta sul 2-0. Dopo una bella parata di Nordtun su Giasson, la partita vive un momento di calo: al 9'11'', esordio in nazionale per Marco Caverzan, classe '94, che poco dopo sfiora anche il gol. Il ventenne della Luparense è sfortunatissimo, perché il suo sinistro da pochi metri colpisce la traversa. Al 15'37'', l'Italia fa tris con Honorio, che riprende una respinta del portiere Nordtund su conclusione di Giasson. Nel finale, Menichelli fa debuttare tra i pali anche Francesco Molitierno e l'Italia sfiora il poker con Bocao, che centra un altro palo. Si rifarà: l'Italia, invece, vince e convince.

NORVEGIA-ITALIA 0-3 (0-2 p.t.)

NORVEGIA: Rakvaag, Skaga, Achrifi, Sortevik, Wiseth, Kirsebom, El-Masrouri, El-Hafedi, Ravlo, Moen, Egholm, Runeovesen, Fonstad, Nordtun. C.t. Saether
ITALIA: Putano, Calderolli, Honorio, De Luca, Murilo, Schininà, Romano, Leggiero, Kakà, Canal, Giasson, Bocao, Caverzan, De Oliveira, Molitierno. C.t. Menichelli
MARCATORI: 10'47'' p.t. Murilo, 17'49'' Canal, 15'37'' s.t. Honorio
AMMONITI: Kakà (I), Bocao (I), Skaga (N)
ARBITRI: Fredrik Nilholt (Svezia), Torbjorn Eidehammer (Norvegia), Imran Tariq (Norvegia) CRONO: Arne Idar Johansen (Norvegia)