Serie B. Il Pescara espugna 2-0 Piacenza e torna a vedere i play-off

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2503

PIACENZA. Il Pescara espugna 2-0 Piacenza e torna prepotentemente in corsa per un piazzamento play-off.

Le reti tutte nel secondo tempo. Al 27esimo il vantaggio di Gessa, 5 minuti dopo il gol di Maniero.

Verdetto del campo giustissimo per i valori tecnici espressi in campo con il Pescara che, eccezion fatta una ventina di minuti nel secondo tempo, ha sempre avuto in mano il pallino del gioco creando diverse occasioni per andare in rete.

Ottimo Pescara nei primi 45 minuti di gioco, pericoloso in avanti ed attento e concentrato in difesa. Buona circolazione della sfera e Piacenza completamente imbrigliato dal centrocampo a 5 pescarese.

Nella ripresa, strano a dirsi, il Pescara è sceso di tono dopo la superiorità numerica per l'espulsione di Gervasoni per fallo da ultimo uomo al primo minuto ed il Piacenza ha creato qualche pericolo dalle parti di Pinna.

Inerzia della gara nuovamente ad appannaggio dei biancazzurri negli ultimi 20 minuti con l'uno-due micidiale firmato da Gessa e Maniero, con i piacentini incapaci di reagire.

Per quanto riguarda i singoli buone le prestazioni della coppia centrale Mengoni-Diamoutene, di Soddimo e di Bucchi. Quest'ultimo determinante in attacco non solo in fase di finalizzazione. Ottima la regia di Verratti che si scopre sempre più fondamentale per l'economia del gioco degli abruzzesi.

Primi minuti al piccolo trotto dove per entrambe le squadre prevale la paura di prendere gol. Al nono la prima occasione degna di nota è di marca biancazzurra con un bel colpo di testa di Bucchi su preciso assist di Zanon. Palla fuori di pochissimo.

Il Pescara è decisamente più pericoloso ed al 16esimo va ancora una volta vicinissimo al vantaggio con Bonanni, che servito bene da un compagno da posizione decentrata in diagonale sfiora il palo alla sinistra di Cassano.

A cavallo del 25esimo minuto il primo tiro dei padroni di casa è di Catinali, che dalla distanza manca di parecchio il bersaglio grosso.

Alla mezz'ora bella azione corale dei biancazzurri. Passaggio in profondità di Zanon per Bucchi che addomestica il pallone per Soddimo che da posizione più che privilegiata dal limite non inquadra lo specchio della porta. Un minuto dopo colpo di testa debole e centrale di Bucchi nel cuore dell'area di rigore piacentina.

Prima del riposo un'azione per parte. Al 40esimo per il Pescara tiro in acrobazia di Bucchi con palla facile preda di Cassano. Al 45esimo Piccolo dai 20 metri fa tutto bene tranne il tiro che termina alle stelle.

Nella ripresa dopo pochi secondi cartellino rosso per il piacentino Gervasoni per fallo da ultimo uomo di Bonanni lanciato a rete.

L'espulsione frena il Pescara che non riesce ad imbastire azioni degne di nota. Addirittura è il Piacenza che va vicino al gol con Cacia di testa al 20esimo.

Al 27esimo, un po' a sorpresa per la pressione esercitata dai padroni di casa, gli abruzzesi passano. Dalla sinistra preciso traversone sul secondo palo di Soddimo per Gessa che di prima intenzione insacca.

Reazione immediata del Piacenza che con Guzman va vicino al pari. L'ex attaccante del Crotone da buona posizione chiama Pinna al grande intervento.

Al 32esimo il Pescara chiude la partita con Maniero che, servito in profondità da Bucchi, a tu per tu con Cassano non sbaglia in diagonale.

Nel finale padroni di casa vicini al gol in un paio di occasioni con 2 conclusioni di Cacia, la prima di poco a lato e la seconda ottimamente disinnescata da Pinna.

Con questo successo il Pescara si rilancia con forza in piena zona play-off. Saranno decisive in tal senso le prossime giornate che, tra scontri diretti e partite con avversari in piena lotta per la salvezza, diranno se l'undici di Eusebio Di Francesco potrà lottare per un piazzamento prestigioso tra le prime 6 della cadetteria.

Domenica prossima intanto, ore 12,45 prima volta nella storia dei biancazzurri, seconda trasferta consecutiva al Del Duca di Ascoli. Sarà fondamentale non perdere per mantenere a distanza di sicurezza la quintultima della classe, anche se per puntare ai play-off occorrerebbe più di un pareggio...

TABELLINO

PIACENZA: Cassano, Zenoni, Anaclerio, Zammuto, Gervasoni, Catinali, Cofie, Guerra (1'st Mei), Mandorlini (11'st Marchi), Piccolo (29'st Guzman), Cacia. A disposizione: Donnarumma, Avogadri, Volpi, Sbaffo. Allenatore: Madonna.

PESCARA (4-4-1-1): Pinna; Zanon, Mengoni, Diamoutene, Capuano; Gessa (35'st Ganci), Verratti, Ariatti, Bonanni (22'st Maniero); Soddimo (33'st Nicco); Bucchi. A disposizione: Bartoletti, Del Prete, Olivi, Sansovini. Allenatore: Di Francesco.

ARBITRO: Velotto della sezione di Grosseto.

Andrea Sacchini  09/04/2011 18.03