LEGA PRO

Il Teramo sbaglia, il Grosseto no: al Bonolis diavolo ko 3-1

Abruzzesi schiavi dei propri errori in difesa: non basta Donnarumma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1134

Il Teramo sbaglia, il Grosseto no: al Bonolis diavolo ko 3-1




TERAMO. Seconda sconfitta su altrettante gare di campionato per il Teramo che cede 3-1 anche al Bonolis contro il Grosseto. Vantaggio toscano al 29esimo con Pichlmann. Nella ripresa pari di Donnarumma al terzo poi Elez e Torromino chiudono i conti rispettivamente al 27esimo e 44esimo.
Gara decisa dagli episodi e soprattutto dagli errori della retroguardia di casa, che ha concesso le 2 reti del successo ad un Grosseto quadrato dietro e bravo a capitalizzare le poche chance create.
Per il Teramo però i guai non riguardano soltanto la tenuta difensiva. Sono state poche infatti le occasioni palla al piede create dall'undici di Vivarini, che soprattutto nel primo tempo non ha mai veramente impegnato l'estremo difensore del Grosseto Mangiapelo. Decisamente meglio nella ripresa ma la scarsa cattiveria e precisione degli avanti di casa (rispetto agli ospiti, ndr) hanno fatto la differenza.
Avvio di match a ritmi blandi. Al 16esimo il primo tentativo della gara è affidato a Donnarumma che dalla distanza non impensierisce minimamente Mangiapelo. Ancora Teramo al 28esimo con Diakitè che di testa sugli sviluppi di un calcio d'angalo conclude tra le braccia dell'estremo difensore toscano.
Al primo vero affondo ospiti in vantaggio un minuto dopo. Pichlmann è glaciale nell'incornare da 2 passi e freddare Serraiocco sfruttando una colossale dormita della difesa teramana su calcio di punizione di Torromino. .
Reazione del Diavolo al 35esimo ma prima Donnarumma poi Di Paolantonio non hanno la lucidità e la freddezza di superare Mangiapelo appostato fuori dai pali.
Nella ripresa i padroni di casa partono subito forte e pervengono al pareggio al terzo minuto con Donnarumma, che dal limite a giro inventa il gol del weekend e trafigge Mangiapelo.
Al quarto d'ora Lapadula show dal limite: calcio di punizione e palla che sfiora l'incrocio dei pali.
Come avvenuto però nei primi 45 di gioco, alla prima occasione da gol creata il Grosseto torna nuovamente in vantaggio al minuto 27. Piazzato di Torromino, saltano le marcature in area di rigore ed Elez di testa tutto solo batte per la seconda volta Serraiocco.
La reazione del Teramo è veemente. Occasione gol per Cenciarelli da fuori che chiama al 38esimo la buona respinta del portiere toscano. Un minuto dopo girata imprecisa di Petrella all'altezza dell'area piccola di rigore.
Al 41esimo clamorosa chance dilapidata da Donnarumma, che sugli sviluppi di un corner da 2 passi non capitalizza uno splendido ponte aereo di Perrotta.
Prima del recupero contropiede fulminante degli ospiti e Torromino da fuori fa 3-1 chiudendo in pratica l'incontro.
Con questa sconfitta il Teramo resta a quota 0 in classifica. Prossima gara di campionato a Forlì.

TERAMO-GROSSETO 1-3 (p.t. 0-1)
TERAMO (4-2-3-1): Serraiocco; Scipioni, Perrotta, Diakitè, Masullo (31'st Buonaiuto); Lulli (31'st Bucchi), Cenciarelli; Fiore (19'st Petrella), Donnarumma, Di Paolantonio; Lapadula. A disposizione: Tonti, Brugaletta, Caidi, Pigini. Allenatore: Vivarini.
GROSSETO (3-5-2): Mangiapelo; Varricchio (9'st Elez), Burzigotti, Mariotti; Boron (9'st Formiconi), Finazzi (41'st Verna), Massimo, Onescu, Albertini: Torromino, Pichlmann. A disposizione: Pini, Asante, Masia, Gambino. Allenatore: Silva.
ARBITRO: Matteo Proietti della sezione di Terni (Cipressa-Lacalamita).
NOTE: Presenti sugli spalti circa mille spettatori. Ammoniti: Cenciarelli, Mangiapelo.

Andrea Sacchini