Atletica Leggera. Alle porte gli Europei di Zurigo ed i Giochi Olimpici di Nanchino

Dopo la pausa di agosto l'atletica leggera riparte alla grande

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1680

Atletica Leggera. Alle porte gli Europei di Zurigo ed i Giochi Olimpici di Nanchino




ABRUZZO. Dopo la breve pausa di agosto, mese nel quale le attenzioni sono state catalizzate dall’attività internazionale, con i Campionati Europei di Zurigo e i Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino, l’atletica leggera si appresta ad affrontare la seconda e conclusiva parte della stagione estiva all’aperto. Tra le novità del calendario regionale, da rilevare lo spostamento di sede dei Campionati Regionali Individuali Cadetti e Ragazzi su pista, in precedenza previsti allo Stadio Adriatico G. Cornacchia di Pescara il 13-14 settembre. Causa l’impegno casalingo di campionato del Pescara Calcio, la manifestazione è stata spostata a Teramo. Lo stadio pescarese ospiterà invece, la settimana seguente, la 2^ prova dei Campionati di Società Allievi, valevole per la qualificazione alla Finali Nazionali di categoria.
Gli appuntamenti principali nei mesi di settembre e ottobre sono rappresentati dalle Finali Nazionali dei Campionati di Società Assoluti (27-28 settembre) e Allievi (4-5 ottobre), e dai Campionati Italiani Cadetti, l’11-12 ottobre.

Nelle ultime due settimane di agosto, intanto, è stato dato spazio ai raduni giovanili regionali (quello abruzzese si è svolto a Sulmona dal 18 al 22 agosto) e a quello nazionale, riservato agli atleti nati nel 1997 e 1998, che si è concluso sabato scorso in due sedi differenti: Camerino (Macerata), dove si sono allenati i marciatori e i lanciatori, e Cles (Trento), dove hanno lavorato gli atleti delle altre specialità. Al raduno nazionale, al quale hanno preso parte 71 giovani, sono stati chiamati anche quattro abruzzesi. Nella velocità, è stata convocata Ludovica Clementini (Atletica L’Aquila), campionessa nazionale studentesca dei 100 metri e medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Allieve nella stessa specialità, dove vanta un primato personale di 11”97 (quarta prestazione italiana Allieve stagionale). L’atleta aquilana, classe 1997, ha fatto registrare progressi molto interessanti, che potrebbero proiettarla verso i Campionati Europei Juniores del prossimo anno. Chi ha già assaporato la maglia azzurra della rappresentativa nazionale giovanile (incontro internazionale di Podebrady) è la marciatrice teatina Vanessa Tomei (Atletica Gran Sasso Teramo), sedici anni ancora da compiere. Vanta la terza prestazione italiana Allieve stagionale sui 5000 metri di marcia, con 24’26”14. Dopo aver sfiorato la convocazione per i Trials Olimpici Europei di Baku, per la prossima stagione la sua ambizione è la partecipazione ai Campionati Mondiali Under 18. Sogno accarezzato anche dalla martellista pescarese Alessia Beneduce (U.S. Aterno Pescara), classe 1998, che si colloca quinta nella graduatoria italiana stagionale di categoria con 57,42 metri (attrezzo da Kg 3), posizionata prima tra le nate nel 1998.
Se le prime tre atlete possono vantare un curriculum giovanile con trascorsi di rilievo nelle stagioni precedenti, Marco Macchia (Bruni Atletica Vomano), fratello del marciatore delle Fiamme Oro, Riccardo, è stato la vera rivelazione. Praticamente sconosciuto fino allo scorso anno (giocava a calcio), il mezzofondista teatino si è imposto all’attenzione nazionale con prestazioni di rilievo e, soprattutto, di prospettiva, in considerazione dello status di esordiente. In questa stagione si è messo in luce sui 2000 siepi, dove vanta la quarta prestazione italiana di categoria, con 6’09”85.