Atletica Leggera. Mondiali Under 20 negli USA: bene Giulio Perpetuo

L'atleta abruzzese termina i 10mila metri al 21esimo posto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1869

Atletica Leggera. Mondiali Under 20 negli USA: bene Giulio Perpetuo




STATI UNITI. Va letto in chiave positiva il 21° posto di Giulio Perpetuo nella gara dei 10.000 metri (tempo 31’04”48) dei Campionati Mondiali Under 20 di atletica leggera, in corso a Eugene (Oregon), negli Stati Uniti. Era una delle gare più difficili dal punto di vista dei valori tecnici in campo (38 atleti alla partenza), caratterizzata dalla dominante presenza degli africani, molti dei quali ben più maturi, atleticamente, di quanto dica l’età della categoria. Ma a vivacizzare inizialmente la gara sono due giapponesi, Keisuke Nakatani e Hazuma Hattori che, pronti via, vanno in fuga per creare sorpresa e fare selezione, accumulando fino a cento metri di vantaggio. All’inseguimento si lancia un folto gruppo, che comprende anche Perpetuo, il quale dimostra nella circostanza coraggio agonistico, mentre il suo compagno di nazionale, Omar Guerniche, rimane attardato nelle retrovie. Il ritmo del mezzofondista sulmonese è da primato personale (quello attuale è di 30’47”00), con una media che lo porterebbe a chiudere poco sopra i 30 minuti. Ma dopo metà gara inizia a calare, facendolo scivolare al 21° posto. Intanto, gli atleti africani al settimo chilometro raggiungono i due giapponesi e, da lì, inizia la loro contesa, fatta di continui e repentini cambi di ritmo. A vincere è alla fine l’ugandese Joshua Cheptegei in 28’32”86, che precede al secondo e terzo posto due keniani: Elvis Cheboi, 28’35”20, e Nicholas Kosimbei, 28’38”68. I due giapponesi sono i primi classificati tra i non africani: 7° Nakatani in 29’11”40, 8° Hattori in 29’12”74. Perpetuo, con il suo 31’04”48, è ottavo tra gli atleti europei, mentre Guerniche chiude 34° in 32’30”44.
Il prossimo impegno che ora attende Perpetuo sono i Campionati Italiani di Corsa su Strada (10 Km), in programma il 2 agosto a Isernia.