SERIE B

Pescara calcio. Summit dirigenza-Marco Baroni. L'ex Lanciano ad un passo dalla panchina

Domani ultimo colloquio con Nicola, poi l'ufficializzazione del nuovo mister

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3216

Pescara calcio. Summit dirigenza-Marco Baroni. L'ex Lanciano ad un passo dalla panchina




PESCARA. A meno di grandi sorprese sarà Marco Baroni il nuovo allenatore del Pescara 2014/2015. Il contatto decisivo tra le parti, dopo diversi colloqui telefonici, c'è stato questa mattina negli uffici del patron Daniele Sebastiani, che già da qualche giorno aveva individuato nell'ex tecnico della Virtus Lanciano la figura ideale per guidare il Delfino nella prossima stagione. Questo nonostante il parere diverso dell'area tecnica biancazzurra, che tutt'ora spinge per appianare le piccole divergenze economiche con Marco Giampaolo.
Al termine dell'incontro solite frasi di circostanza e la sensazione che sia finalmente arrivata la stretta finale. Entro domani (almeno sono queste le intenzioni della dirigenza, ndr) l'ufficializzazione del nuovo allenatore dopo l'incontro con Davide Nicola, ancora sotto contratto col Livorno per una cifra vicina ai 250mila euro, l'ultimo in programma dopo quelli avuti negli ultimi giorni con Giampaolo, Baroni e Pillon.
L'oramai ex mister della Virtus Lanciano è in pole position (più per ragioni meramente economiche nonostante il valore assoluto dell'uomo e dell'allenatore, ndr) ma Marco Giampaolo non è ancora fuori dai giochi. Decisamente più staccato Bepi Pillon mentre per Nicola sarà decisiva la giornata di domani (sabato 27 giugno, ndr).
Per quanto riguarda il mercato è chiara la linea della società: prelevare rigorosamente in prestito (con eventuale diritto di riscatto e controriscatto da parte del club attualmente proprietario del cartellino, ndr) giovani di belle speranze in attesa dell'alleggerimento del monte ingaggi. In tal senso sarà fondamentale liberarsi degli stipendi di Bianchi Arce, Bjarnason, Sforzini, Cutolo, Mascara e Vukusic, che difficilmente rientreranno nel progetto tecnico del nuovo mister. Al momento soltanto il centrocampista islandese appena riscattato dalla Sampdoria sembra avere buon mercato in Italia (Hellas Verona e Sassuolo, ndr) ed in Europa. Per gli altri sarà molto complicato il lavoro del duo Repetto-Pavone.
Andrea Sacchini